Heidfeld,posto a rischio?

Pubblicato: 27 luglio 2011 da peppe1981 in formula 1
Tag:, , , , ,

Il sedile di Nick Heidfeld sembra iniziare a scottare.
Chiamato a sostituire Robert Kubica gravemente infortunatosi prima dell’inizio del mondiale,il pilota tedesco era stato scelto per la sua esperienza,in grado, nelle aspettative del team, di fargli guidare la squadra nella valorizzazione di una monoposto che si annunciava competitiva,di indirizzarne correttamente lo sviluppo,di massimizzarne il potenziale senza commettere errori offrendo un rendimento affidabile e costante, di fare da “chioccia” al team mate Petrov.
Obiettivi a quanto pare disattesi, almeno stando alle parole pronunciate da Eric Boullier,team principal della Lotus Renault GP: “Sono decisamente deluso da Nick, non ha raggiunto la leadership che volevamo, non ha conquistato il team”.
In effetti se consideriamo i risultati di questa prima metà di campionato, possiamo notare che Heidfeld porta a casa solo 2 punti in più del (molto) meno esperto Petrov (pilota pagante lo ricordiamo),evidenziando soprattutto una difficoltà in qualifica,dove perde il confronto col russo 7 volte su 1o

Se nei primi gp la Lotus Renault lottava per la top five,mettendosi spesso dietro la Mercedes e insidiando episodicamente una Ferrari in difficoltà,nel prosieguo la squadra ha messo in pista il passo del gambero:non solo il distacco dai top team è cresciuto,ma anche squadre chiamiamole di seconda fascia hanno iniziato a stargli davanti spesso e volentieri.
Per dire nelle ultime 3 gare la Sauber ha collezionato 2 punti in più,la Force India 4 in più,la Toro Rosso solo uno in meno.
Ovviamente il tutto non può essere imputato al solo Heidefeld.
Un pilota,pur esperto e bravo nello sviluppo,non può trascinarsi da solo la squadra sulle spalle.
Per sviluppare costantemente una monoposto servono risorse economiche ed umane (leggi staff tecnico), strutture (gallerie del vento,simulatori,..),metodo di lavoro.
Semmai se una critica può essere rivolta al tedesco,questa riguarda specificamente il pilotaggio vero e proprio.
In difficoltà in qualifica come già ricordato,Nick è rimasto coinvolto in contatti ed incidenti (Canada,Germania) che gli hanno impedito di cogliere punti pesanti (specie a Montreal) in condizioni difficili,che è poi il motivo principale per cui era stato preso.
E’ stato annunciato che il suo posto sarà preso (solo) nelle libere del venerdi in Ungheria da Bruno Senna,un modo forse per mettere pressione al tedesco e stimolarlo e al tempo stesso una mossa funzionale a saggiare il potenziale del nipote di Ayrton cercando anche di attirare l’interesse degli sponsor,che in questi tempi duri non fa mai male.
Oltre che dal brasiliano Heidfeld deve, però, guardarsi anche da Grosjean.
Il leader della Gp2,legato alla Genii Capital proprietaria del team Renault,è stato pubblicamente lodato da Boullier,il quale ha riconosciuto che il francese è molto maturato e merita una seconda chance in F1.
Appare difficile però che Grosjean sia prelevato dalla Gp2 a metà stagione ripetendo l’errore del 2009,è più probabile che gli sia data la possibilità di continuare nella serie cadetta per vincere il titolo e semmai essere promosso in F1 qualora Kubica non dovesse rimettersi o gli sponsor di Petrov non dovessero confermare il loro appoggio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...