IndyCar: Dixon domina a Mid-Ohio

Pubblicato: 9 agosto 2011 da peppe1981 in Indycar
Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,

Non c’è che dire Scott Dixon si trova decisamente a suo agio tra i saliscendi di Mid-Ohio dove ha colto il terzo successo nelle ultime cinque edizioni.
Quest’anno ha “esagerato”:pole,vittoria,giro più veloce,maggior numero di giri in testa portando a casa il massimo bottino possibile di punti (53, bonus compresi).
Dario Franchitti,qui in livrea blu,ha completato la doppietta per il team Ganassi mostrando ancora una volta una regolarità impressionante che gli consente ora di incrementare il vantaggio in classifica su Will Power (solo quattordicesimo) da 38 a 62 punti.
I due championship contenders sono venuti anche a contatto nel primo giro (ruota anteriore destra dell’australiano contro posteriore sinistra dello scozzese) per fortuna senza conseguenze, anche se a fine gara Franchitti ha espresso le sue lamentele.
Power sarcasticamente ha risposto:”Il contatto?Tutto regolare come a Toronto…”.
Insomma gli strascichi dell’incidente in terra canadese, dove Power ebbe la peggio e Franchitti non fu sanzionato, si fanno ancora sentire e tutto lascia presagire che d’ora in poi la lotta sarà dura.
Ritardando l’ultima sosta di un giro rispetto al compagno di squadra,Franchitti era riuscito anche a passare in testa proprio mentre venivano esposte le bandiere gialle per un contatto fra la Patrick e Graham Rahal,che aveva lasciato il figlio d’arte in posizione pericolosa.
Alla ripartenza,però, Dixon ha risuperato Franchitti involandosi verso la vittoria a suon di giri veloci accumulando in poche tornate un vantaggio di 8 secondi a riprova che il neozelandese era semplicemente imbattibile qui.
Franchitti in crisi con l’ultimo treno di gomme morbide non ha potuto opporsi,anzi ha tenuto a bada con un pò di fatica Ryan Hunter-Reay,alla fine terzo e capofila del team Andretti.
Lo scozzese,però,può ritenersi in ogni caso molto soddisfatto in ottica campionato.
Come detto Power ha chiuso solo quattordicesimo.Scattato quarto, in occasione della prima situazione di caution (determinata da un’uscita di Saavedra) è rientrato ai box in un momento non consentito (la regola vuole,infatti,che a partire dal momento in cui è neutralizzata la corsa la pit lane sia chiusa fino al momento in cui le vetture si siano compattate dietro la vettura di sicurezza).
L’australiano quindi ha dovuto tirar dritto senza poter rifornire,effettuando di fatto un drive through e scendendo al settimo posto.Recuperata di nuovo la quarta piazza,Power è riuscito a risparmiare più carburante degli altri con la possibilità di rimanere qualche giro in pista dopo la sosta di questi ultimi.Senonchè al momento meno opportuno è intervenuta una nuova bandiera gialla che lo costretto a rifornire quando il gruppo era compatto dietro la pace car col risultato di sprofondare in coda.
Una parziale rimonta lo ha portato poi al quattordicesimo posto finale.
La gara negativa per il team Penske è stata completata dal sedicesimo posto di Briscoe(penalizzato come Power dal timing della seconda sosta) e dal diciannovesimo di Castroneves (coinvolto in un contatto con Hildebrand e Viso).
Buona prova di squadra del team Lotus con Sato quarto e Kanaan (partito sedicesimo) quinto davanti a Tagliani.
Buone rimonte anche per Servia settimo e Andretti ottavo, partiti, rispettivamente, ventesimo e ventunesimo.
Nono Bourdais che conferma l’ottimo momento (terzo arrivo di fila nella top ten con un team di seconda, se non terza fascia).Per quanto riguarda le ladies la migliore è risultata la De Silvestro con un buon dodicesimo posto (Ana Beatriz diciassettesima,Patrick ventunesima).Debutto positivo per i due rookies assoluti entrambi al traguardo (Plowman diciottesimo,Pagenaud tredicesimo).
Quest’ultimo ha sostituito Justin Wilson in seno al team Dreyer&Reinbold.
Il pilota inglese ex-F1 si è infortunato nel corso delle prove libere in quella che sembrava un’innocua escursione fuori pista.In realtà un dosso nella via di fuga ha falto saltare la Dallara di Justin e nell’atterraggio questi ha riportato una frattura da compressione di una vertebra toracica,scontando probabilmente anche una posizione non proprio confortevole all’interno dell’abitacolo vista la sua notevole altezza.
Stagione probabilmente finita per lui,con Pagenaud a questo punto candidato a fargli da supplente anche nelle prossime corse.
Da segnalare infine la gara stile montagne russe di James Hinchcliffe.
Il canadese,partito settimo,si è ritrovato ultimo già nel corso del primo giro a causa di una lunga escursione fuori pista dopo che Tagliani lo aveva accompagnato fuori scartando per evitare un contatto con Kimball.
A quel punto il team Newman/Haas ha richiamato ai box il proprio pilota per una sosta anticipata.Complice una bandiera gialla arrivata nel momento più opportuno, l’esordiente James si è ritrovato secondo dietro Danica Patrick (unica a non fermarsi),ma davanti a tutti gli altri che nel frattempo avevano approfittato della situazione di caution per effettuare la sosta.
Alla ripartenza Hinchcliffe ha bruciato subito la pilotessa americana (passata nel volgere di poco più di un giro anche da Dixon,Franchitti e Power) e si è ritrovato in testa conducendo la gara per molti passaggi con buona autorevolezza, tenendosi bene dietro il duo di Chip Ganassi,duo che ha guadagnato la testa rimanendo in pista un paio di tornate in più prima della seconda ed ultima sosta.
Hinchcliffe,a questo punto ottimo terzo,ha compromesso tutto prima con un’infelice ripartenza dopo l’ultima fase di caution e poi commettendo un errore, finendo fuori pista e rientrando nuovamente ultimo tra i piloti a pieni giri,fino a rimontare sino alla ventesima posizione finale.
Ultimo,primo,poi di nuovo ultimo:anche questo può succedere in un campionato cosi combattuto.Nelle libere di Mid-Ohio avevamo 21 piloti in meno di un secondo,è chiaro che in questi casi il minimo particolare fa una grande differenza:una stategia azzeccata,una neutralizzazione nel momento giusto possono ribaltare una situazione apparentemente compromessa,come pure un errore o una bandiera gialla al momento sbagliato possono farti sprofondare.
Prossimo appuntamento domenica prossima sull’ovale di Loudon.Scott Dixon si è rilanciato anche in classifica generale dove ora ha ridotto lo svantaggio da Franchitti e Power,rispettivamente,a 93 e 31 punti:la lotta per il titolo sarà un affare a tre?
Di seguito riportiamo il video degli highlights di Mid-Ohio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...