Nationwide Series- Kurth Busch torna a vincere dopo 5 anni

Pubblicato: 14 agosto 2011 da Giannazzo in nascar
Tag:, , , , , ,

Credit: Todd Warshaw/Getty Images

Era dal 2007 che non gareggiava su un vettura della Nationwide Series e la sua ultima vittoria nella categoria risaliva al 2006, ma Kurt Busch si è scrollato velocemente la ruggine di dosso ed è andato a vincere la Zippo 200, 23esima prova della serie, disputatasi sabato sul circuito di Watkins Glen, sostituendo nel migliore dei modi l’infortunato campione in carica Brad Keselowski.

Per Busch, partito dalla pole position, la seconda vittoria in carriera in Nationwide a Watkins Glen è arrivata ai supplementari, con una situazione di green-white-checkered che ha spinto la gara 3 giri oltre gli 82 previsti. Il pilota di Las Vegas, che aveva preso il comando due giri prima dell’uscita dell’ultima bandiera gialla, sventolata al giro 80, quando il fratello Kyle si è dovuto fermare ai box per un rabbocco, si è subito involato al restart, mentre alle sue spalle Jimmie Johnson, Kyle Busch e Joey Logano hanno dato vita ad una bella lotta per il podio.

Credit: Jerry Markland/Getty Images for NASCAR

A spuntarla è stato Johnson, per l’occasione al volante della Chevrolet #7 del JR Motorsports, che, grazie ad un ottimo restart e ad un’altrettanto ottima frenata in T1, si è piazzato al secondo posto senza riuscire ad impensierire Kurt Busch. Alle loro spalle si è piazzato Joey Logano, che ha avuto la meglio nel finale su Kyle Busch.

Il più giovane dei fratelli Busch è stato in testa per 48 giri e pareva indirizzato ad una vittoria con un certo margine, ma ha dovuto effettuare un pit stop al giro 78, quando ha cominciato ad avere problemi di pescaggio del carburante. Il problema è stato originato da una strategia forzatamente sfalsata rispetto ai rivali, dovuta ad un’escursione sul prato della chicane bus stop al giro 17, con conseguente rientro anticipato in pit lane. La sola bandiera gialla, oltre a quella che ha portato la gara ai supplementari, sventolata durante la gara ha fatto il resto e ha costretto il pilota della Toyota #18 a cedere la leadership e a lanciarsi in una bella rimonta.

Credit: Chris Graythen/Getty Images

Hanno completato la top-10 Carl Edward, Paul Menard, Ron Fellows, Aric Almirola, Trevor Bayne ed Elliott Sadler.

“Devo ringraziare la squadra per avermi permesso di subentrare,” ha detto il vincitore. “Hanno cominciato a chiamarmi Buschloski perche avevo addosso la tuta di Brad. E’ davvero bello venire qui e partire dalla pole e vincere. (Io e Kyle) stavamo dandoci dentro entrambi. Non intendevo forzarlo a finire la benzina. Volevo attaccarlo nel modo più pulito possibile, ma sapevamo che erano a corto di carburante. Io avevo fiducia nel nostro crew chief per il fatto che non avremmo terminato la benzina così, chiaramente, ho continuato a mettergli pressione. Non saremmo stati solo a guardare e ad aspettare. Sembrava che io riuscissi a riprenderlo nel traffico e che potessi arrivare al suo paraurti, ma poi non riuscivo a fare altro. Ma questo è stato quando ancora mancavano 10 giri. A 5 dalla fine avrei tentato il tutto per tutto, ma non hanno avuto carburante a sufficienza.”

In classifica generale Stenhouse Jr., 15esimo al Glen, conserva 10 punti di vantaggio su Reed Sorenson, 13esimo sabato, e 24 su Elliott Sadler. Quinto a 70 lunghezze troviamo Elliott Sadler.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...