Nationwide Series – Edwards vince ancora, Stenhouse Jr. allunga in vetta alla classifica

Pubblicato: 3 ottobre 2011 da Giannazzo in nascar
Tag:, , , , , , , ,

Credit: Jason Smith/Getty Images for NASCAR

E’ andata ancora una volta a Carl Edwards la gara della Nationwide Series. La One Main Financial 200, 29esima prova della serie diputatasi sabato, è stata dominata dal pilota della Ford Mustang #60, che ha preceduto sul traguardo Brad Keselowski di quasi 8 decimi di secondo.

Per “Cousin Carl” quella di Dover è la settima vittoria stagionale, la 36esima in Nationwide Series su 239 presenze. Una vittoria ottenuta percorrendo ben 179 giri al comando sui 200 di una gara che ha visto appena 4 bandiere gialle, di cui due per detriti e una “competition yellow”. I piloti ad avvicendarsi al comando sono stati appena quattro piloti per un totale di sette volte.

Elliott Sadler è partito dalla pole position ma si è dovuto arrendere alla Ford Mustang #60 già al decimo giro, per poi perdere gradualmente posizioni e rimanere intrappolato tra i doppiati in occasione di una gialla al giro 159 e terminare la prova in 14esima posizione.

Edwards dal canto suo ha viaggiato senza grossi problemi fino al traguardo, forte anche del fatto che Brad Keselowski e Clint Bowyer , pur dimostrando di poter tenere il ritmo del pilota del Roush Fenway racing, non hanno mai avuto lo spunto necessario per tentare un attacco e hanno chiuso la propria prova rispettivamente al secondo e terzo posto, seguiti da Kasey Kahne, Ricky Stenhouse jr., Trevor Bayne, Reed Sorenson, Ryan Truex, Mike Bliss e Justin Allgaier.

L’unica incertezza per Carl è stato il consueto backflip:

“Tutto è andato alla grande, eccetto il mio back flip, che è stato orrendo. Ero nervoso per il fatto di farlo sul banking” ha detto Edwards. “Ma è stata proprio una gran giornata”.

Credit: Jerry Markland/Getty Images for NASCAR

“Non importa chi ci fosse davanti” ha detto Bowyer. “Quando gli arrivavi alle spalle, entravi nella loro scia e toglieva aria alla tua macchina, facendola diventare molto sovrasterzante. Per poco non vado in testacoda a quattro o cinque giri dalla fine per avvicinarmi a Brad. Non vale la pena di buttare una macchina per un sorpasso che vale la seconda posizione. Non so se lui avrebbe avuto gli stessi problemi a parti invertite, ma di sicuro appena mi avvicinavo avevo sovrasterzo. Non avevamo lo stesso passo di Carl, di sicuro. Per un attimo ho pensato che l’avremmo fregato con la strategia quando è uscita la gialla, ma non c’è stato verso. La macchina di Carl era la più veloce e ha meritato di vincere”.

“Penso che abbiamo il controllo” ha detto Stenhouse “Ma possiamo controllare solo quello che facciamo noi. Non dobbiamo commettere errori. Dobbiamo portare in pista vetture veloci. Devo fare un buon lavoro stando alla larga dalle barriere e avendo cura dei miei paraurti. Fino ad ora l’abbiamo fatto e penso che abbiamo una grande occasione. Ero tranquillo oggi e ovviamente ora mi sento ancora pi a mio agio. Penso che abbiamo un team molto determinato a vincere il campionato”.

Stenhouse, approfittando delle disavventure di Sadler, ha portato il proprio vantaggio in classifica generale a 22 punti, quando mancano cinque gare alla fine del campionato. Reed Sorenson, terzo a 49 punti, è, a meno di cataclismi, ormai fuori dai giochi.

Stay Tuned!

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...