Sprint Cup – In Kansas Keselowski spera nella doppietta, Johnson nella zampata, Biffle nel rilancio

Pubblicato: 9 ottobre 2011 da Giannazzo in nascar
Tag:, , , , , , , , , ,

Todd Warshaw/Getty Images

IL CIRCUITO

Il Kansas Speedway, sede della Hollywood Casino 400, quarta tappa della Chase For The Cup, sorge una quindicina di miglia a ovest di Kansas City, città divisa tra lo stato in cui Wyatt Earp forgiò la sua reputazione e il Missouri.

Costruito a partire dal 1999 ad opera della Turner Construction, su progetto della HNTB (stessa firma del Chicagoland Speedway, molto simile), questo ovale da 1,5 miglia ha la classica forma del “Cookie Cutter”, lo stampino per i biscotti. Le curve hanno un’inclinazione delle curve di 15 gradi. Il rettilineo principale, in pratica una semicurva lunga 2685 piedi, è inclinato di 10,4 gradi, mentre il backstretch, anch’esso leggermente curvo, ha un banking di 5 gradi e una lunghezza di 2207 piedi.

Dal 2001 il Kansas Speedway ospita la Sprint Cup e nel 2011 ha ottenuto una seconda data.

Le velocità, soprattutto in qualifica, sono molto elevate, tanto che il record di Matt Kenseth, ottenuto in qualifica nel 2005, si colloca ben al di sopra delle 180 miglia orarie, per la precisione 180.856.

Le 11 gare disputate finora sul circuito sono state vinte da 8 piloti, con Biffle, Gordon e Stewart a guidare la classifica dei pluri-vincitori con due successi a testa. Tra gli owners, Rick Hendrick e Jack Roush sono appaiati a 3 vittorie.

IL SETUP

La caratteristica che contraddistingue il tracciato del Kansas è un asfalto che, con il passare degli anni, ha modificato il proprio livello di grip, diventando piuttosto scivoloso e abbastanza gommato da permettere di avere due traiettorie veloci. Il fattore che più condiziona gli assetti su questo tracciato sono gli avvallamenti e le “cuciture” in rilievo tra diversi segmenti di asfalto, che fanno sobbalzare le vetture e tendono a scomporle in curva, ragion per cui diventa fondamentale trovare la combinazione giusta di molle ed ammortizzatori, questi ultimi soprattutto, per assorbire al meglio le sconnessioni viaggiando comunque moto vicino all’asfalto, per sfruttare al meglio il carico aerodinamico della vettura.

Jamie Squire/Getty Images for NASCAR

LA STRATEGIA

La strategia di gara è molto legata alla posizione in pista, perché su questo genere di circuiti poter godere di un flusso d’aria pulito è un vantaggio non da poco e compiere molti sorpassi, viaggiando nel fusso d’aria di chi precede, può causare un sottosterzo che rischia di usurare le gomme prima di goderne i vantaggi. Se le bandiere gialle saranno poche, come a giugno, il consumo di carburante diventerà nuovamente il problema principale di tutti i teams, che cercheranno di posizionarsi al meglio per effettuare l’ultima sosta e tornare in pista il più avanti possibile.

I FAVORITI

Sono diversi i piloti che hanno un buon rapporto con il Kansas Speedway. Il vincitore dell’ultima gara corsa sul tracciato, Brad Keselowski, è in cerca di una doppietta che potrebbe lanciarlo nella corsa al titolo e potrebbe essere molto pericoloso nel caso in cui la gara si giocasse sui consumi. Le Dodge del team Penske sono molto veloci e Kurt Busch potrebbe avere buone possibilità di replicare il successo di settimana scorsa. Le Ford del Roush Fenway Racing hanno dominato le qualifiche e sia Carl Edwards che Matt Kenseth sono seri canditati alla vittoria, ma è Greg Biffle il pilota che può vantare il miglior driver rating (118.8), oltre ad avere una posizione media al traguardo di 4.6 nelle ultime sette gare sul circuito di Kansas City. Tra i piloti Chevrolet quelli messi meglio sembrano Jimmie Johnson e Jeff Gordon, entrambi con una posizione media al traguardo sotto il 10 e 3 vittorie in due. Anche Tony Stewart avrebbe ottimi numeri, ma non è apparso particolarmente brillante nelle libere, in cui invece si è distinto il pilota di casa, Clin Bowyer, nativo di Emporia, insieme ad un Kyle Busch molto costante sul passo.

Stay Tuned!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...