Nationwide Series – Carl Edwards vince davanti a Kyle Busch dopo la foratura di Brad Keselowski

Pubblicato: 15 ottobre 2011 da Giannazzo in nascar
Tag:, , , , , , , , , , , ,

Credit: Streeter Lecka/Getty Images

La Dollar General 300, 31esima prova del calendario della Nationwide Series, é andata a Crl Edwards, che ha preceduto in una volata di 5 giri Kyle Busch, dopo la foratura di Brad Keselowski, che aveva dominato la gara.

Edwards, che ha recuperato benissimo dopo un contatto con le barriere esterne avuto al giro 32, ha cosí ottenuto l’ottavo vittoria stagionale, la 37esima in carriera su 241 presenze nella categoria, in una gara interrotta da 7 bandiere gialle e caratterizzata da 11 cambi di leadership tra 7 piloti.

Dalla pole é partito Paul Menard, che ha dovuto cedere la prima posizione al giro 26 a Ricky Stenhouse Jr., il quale a sua volta é stato scavalcato da Brad Keselowski dopo altri 17 giri. Proprio Keselowski ha fatto la parte del leone nella Dollar General 300 of Courage, conducendo le danze per la bellezza di 119 dei 200 giri previsti e replicando lo show già visto la settimana scorsa.

Questa volta però a dargli del filo da torcere, soprattutto dopo il restart del giro 136 ci sono stati Ricky Stenhouse Jr., rimasto con Brad per diversi giri, e Kyle Busch, che grazie ad un’ottimo ritmo sulla lunga distanza, ha superato la Ford Mustang #6 e si è portato in seconda posizione.

Credit: Geoff Burke/Getty Images for NASCAR

 

A 29 tornate dalla bandiera a scacchi, Keselowski ha subito una foratura, con conseguenti testacoda e bandiera gialla, che hanno obbligato il pilota della Dodge Charger #22 a tentare il recupero dalla 13esima posizione.

Altre due gialle hanno interrotto le fasi finali di gara e all’ultimo restart, quando mancavano 5 giri alla fine, Carl Edwards è riuscito a scavalcare Kyle Busch, prendendo il comando per la prima volta e andando a vincere davanti al pilota di Las Vegas con un margine di vantaggio di due decimi di secondo.

Al terzo posto si è piazzato Trevor Bayne, davanti ad Elliott Sadler, Brian Scott, Brad Keselowski, Justin Allgaier, Paul Menard, Ricky Stenhouse, Jr.e Brian Vickers.

“La mia gara è partita male a causa del contatto col muro” ha detto Edwards. “Abbiamo recuperato dall’incidente e all’ultimo restart se Trevor non mi avesse dato una spinta, penso che avrei fatto fatica a contenere Kyle. Comunque nel finale la mia macchina era al massimo”.

Decisamente critico invece Kyle Busch, che ha dichiarato di essere stato sverniciato perché la Toyota in questo momento non ha abbastanza cavalli per difendersi.

Elliott Sadler si è detto fiducioso di poter lottare per il titolo fino alla fine, anche grazie al supporto del Richard Childress Racing: “Abbiamo bisogno di queste due settimane di pausa. Abbiamo delle soluzioni in corso di sviluppo che saranno pronte per la gara in Texas. Abbiamo utilizzato questo telaio qualcosa come 10 volte quest’anno. Riporteremo la macchina in fabbrica, la smonteremo e la rimetteremo a nuovo. Stiamo lavorando su alcune soluzioni extra che ci potrebbero aiutare nelle ultime tre gare”.

A tre gare dalla conclusione del campionato Elliott Sadler è riuscito a riavvicinarsi a Ricky Stenhouse Jr., che guida la classifica con 15 punti di vantaggio sul pilota della Chevrolet Impala #2. Al terzo posto è salito Aric Almirola, che però è staccato di 87 lunghezze e precede Justin Allgaier e Reed Sorenson, solo 32esimo al traguardo a Charlotte.

Stay Tuned!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...