Sprint Cup – Sulla ruota di Talladega può uscire qualsiasi numero

Pubblicato: 23 ottobre 2011 da Giannazzo in nascar
Tag:, , ,

Jeff Zelevansky/Getty Images for NASCAR

IL CIRCUITO

Il Talladega Superspeedway è un gigante di asfalto adagiato tra i boschi dell’Alabama, una cinquantina di miglia a est di Birmingham e un centinaio di miglia a ovest di Atlanta.

Costruito negli anni 60 dalla famiglia France sul terreno dove sorgeva un vecchio aeroporto, con la voglia di creare qualcosa di ancora più maestoso ed estremo di Daytona, il circuito dell’Alabama ha centrato tutti gli obiettivi, ospitando alcune delle gare più imprevedibili e controverse della storia della NASCAR, davanti al pubblico più affezionato degli States.

Ogni anno, eccezion fatta per il debutto del 1969, Talladega ospita due appuntamenti della Sprint Cup su un triovale lungo 2.66 miglia, in cui le curve hanno un banking di 33 gradi. La semicurva che costituisce il rettilineo principale è lunga 4300 piedi ed ha un’inclinazione di 16,5 gradi, mentre il backstretch misura 400o piedi ed ha un’inclinazione di 2 gradi.

Il record del circuito risale all’epoca pre-restrictor plates ed è stato stabilito il 30 aprile 1987 da Bill Elliott alla media di 212.809 miglia orarie.

L’albo d’oro riporta per ben 10 volte il nome di Dale Earnhardt, seguito a quota 6 successi da Jeff Gordon e a 5 da Dale Earnhardt Jr., mentre le gare più recenti sono andate a Jimmie Johnson (2011), Clint Bowyer (2010), Kevin Harvick (2010), Jamie McMurray (2009) e Brad Keselowski (2009), che qui ha conquistato la sua prima vittoria in carriera mandando letteralmente per aria Carl Edwards sul rettilineo d’arrivo.

IL SETUP

Il Talladega Superspeedway si percorre senza mai alzare il piede dall’acceleratore, ragion per cui è importantissimo avere un’auto molto performante da un punto di vista del motore e con la massima penetrazione aerodinamica possibile. Fino al 2009 le gare a Talladega sono sempre state delle vere e proprie partite a scacchi, con i piloti intenti a nascondersi il più possibile, pur evitando di rimanere coinvolti in qualche incidente a centro gruppo. Da un paio d’anni invece gli studi condotti dai teams hanno individuato il “tandem drafting” come il modo più veloce di girare sul tracciato. Due piloti viaggiano perennemente incolla

I recenti cambi regolamentari, atti a ridurre l’impiego del tandem drafting, sembrano non aver sortito gli effetti voluti e dovrebbe essere possibile per i piloti viaggiare in tandem. L’aspetto più critico per il pilota diventa quindi il coordinamento con il proprio partner, visto che il pilota che “spinge” non può vedere dove va e deve di tanto in tanto spostarsi lateralmente per far raffreddare il proprio motore, movimento reso più ostico dal divieto di cospargere i paraurti di lubrificante imposto dalla NASCAR qualche settimana fa.

grazie all’utente Megagordonfan24 per aver caricato il video

LA STRATEGIA

I possibili approcci alle gare di Talladega sono essenzialmente due: correre in testa al gruppo fino agli ultimi 20 giri per evitare incidenti, oppure correre in coda al gruppo fino agli ultimi 20 giri per evitare incidenti. Nel mezzo, visto che in un gruppo di 43 vetture è difficile isolarsi, ci sono un sacco di opportunità per finire la propria corsa contro le barriere.

Molta attenzione deve essere posta anche nelle situazioni di restart, quando ogni pilota cercherà di ricongiungersi con il proprio partner di drafting abituale, rischiando magari qualcosa di troppo o creando dei “buchi” che potrebbero avvantaggiare gli avversari.

La scelta di tempo per portare il proprio attacco nelle fasi finali di corsa è il fattore su cui in questo momento stanno ragionando tutti i crew chiefs: attaccare troppo presto può voler dire esporsi al ritorno degli avversari, attaccare troppo tardi può significare perdere il momento giusto, veder chiudersi lo spiraglio per passare al comando. Naturalmente tutti questi discorsi possono essere vanificati da una bandiera gialla al momento sbagliato o da un errore ai box, ragion per cui la fortuna giocherà un ruolo di primissimo piano.

I FAVORITI

Non ci sono piloti che possano dirsi favoriti a Talladega. Specialmente con l’attuale situazione regolamentare può vincere davvero chiunque. Se vogliamo fare qualche nome, potremmo dire che le Chevrolet del team Hendrick sono state molto veloci in qualifica e partiranno tutte vicine, in prima, seconda, quinta e sesta posizione, con l’opportunità di schierarsi subito in tandem. Nelle libere Martin, Johnson, Earnhardt e Gordon hanno anche provato a girare tutti e quattro “uniti”, ma a detta di Dale Jr. l’esperimento non ha dato esiti particolari. Chissà che non si ripeta in gara.

Dovrebbero andare molto forte anche le Ford del Roush Fenway Racing, mentre potrebbero correre in difesa gli alfieri del Joe Gibbs Racing, non particolarmente brillanti nelle libere e in qualifica.

Come detto, però, Talladega è davvero “anybody’s race”.

Stay Tuned!

commenti
  1. Gimmo scrive:

    Quando si corre?
    Ragazzi quando presentate le corse per piacere mettere le date e gli orari😀
    PS: continuate cosi’! blog semplicemente SUPERBO

    • Giannazzo scrive:

      Ciao Gimmo, grazie per l’apprezzamento, continua a seguirci🙂

      Di solito mettiamo un post il mercoledì con le gare NASCAR del weekend, ma dalla prossima preview aggiungerò comunque giorno e ora della gara per chi non avesse visto il post del mercoledì.

      La gara di Talladega si è corsa ieri sera. Non so se Sportitalia l’ha data in diretta, in differita o deve ancora passarla. Comuqnue sto scrivendo ora il report🙂

  2. Gimmo scrive:

    Grazie Giannazzo, ottima idea quella di segnalare l’ora😀 così la prossima volta vedo le corse in diretta.
    Mi sono appassionato da poco alle bellissime gare sugli ovali, e il vostro blog ha il giusto apporto di tecnica, cronaca, e passione.
    Per la corsa, ho trovato un forum dove un appassionato americano uppa le gare, cosi’ posso recuperarla.
    Complimenti ancora per il blog, sulla scena italiana mancava, e serviva.
    Io diffondo il verbo, continuate cosi’!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...