Sprint Cup – Tony Stewart vince ancora e si porta a 3 punti da Carl Edwards

Pubblicato: 7 novembre 2011 da Giannazzo in nascar
Tag:, , , , , , , , , , , ,

Credit: Jerry Markland/Getty Images for NASCAR

Ancora una vittoria, questa volta al Texas Motor Speedway, per Tony Stewart, che domina su un circuito teoricamente favorevole alle Ford, precedendo Carl Edwards e portando così a 3 soli punti il suo distacco in classifica generale.

Per Tony si tratta della quarta vittoria della stagione, tutte ottenute nella Chase For The Cup, la 43esima su 462 presenze nella Sprint Cup.

La AAA Texas 500 si è disputata davanti ad un pubblico di 151.000 spettatori, ha visto alternarsi al comando 10 piloti per 23 sorpassi al vertice ed è stata interrotta da 5 bandiere gialla (due per detriti in pista), per un totale di 21 giri dietro la pace-car.

Fin dalle prime fasi di gara è apparso chiaro che l’unico a potersi giocare la vittoria con le Ford del Roush Fenway Racing sarebbe stato Tony Stewart, passato per la prima volta al comando dopo 43 tornate e autore del maggior numero di giri in testa, 173 sui 334 giri di gara. La corsa, dopo i fuochi artificiali della scorsa settimana, ha avuto uno svolgimento decisamente lineare e, come è ormai caratteristico gli speedway da 1,5 miglia, ha visto alcuni piloti scommettere sul consumo di carburante per cercare di acciuffare la vittoria.

Mentre i migliori hanno effettuato l’ultima sosta in regime di bandiera verde, Ryan Newman e Jeff Burton, che avevano pianificato diversamente la propria strategia, sono rimasti in pista cercando di arrivare fino al traguardo. Newman ha però coinvolto Burton in una lunga lotta per la testa della gara ed entrambi si sono dovuti fermare per un rabbocco di benzina.

L’ultimo a cedere è stato Burton, che è rimasto a secco a 4 tornate dalla bandiera a scacchi ed ha restituito la leadership a Tony Stewart, che ha gestito il proprio vantaggio ed ha tagliato il traguardo con un secondo di vantaggio su Carl Edwards.

Alle spalle dei due contendenti per il titolo si sono piazzati un ottimo Kasey Kahne, Matt Kenseth, Greg Biffle, Jeff Gordon, Dale Earnhardt, Jr., Martin Truex, Jr., Clint Bowyer ed AJ Allmendinger.

Credit: Chris Graythen/Getty Images

Il grande assente, Kyle Busch, sospeso dalla NASCAR in seguito all’incidente causato in Truck Series, è stato sostituito da Michael  McDowell, che ha lamentato per tutta la gara un pesante sottosterzo e, aggiungendo qualche errore di suo, ha portato la Toyota #18 del Joe Gibbs Racing al 33esimo posto finale.

Stewart, che ha tenuto fede alle promesse bellicose di Martinsville, ha dichiarato: “Ve l’avevo detto la scorsa settimana, nessuno mi ascoltà più quando parlo. Abbiamo un obiettivo, andrà così. Non sottovalutateci, abbiamo fatto tutto quello che potevamo oggi. Penso che non ci sia niente da dire. Penso che la nostra prestazione di oggi dica tutto. Lui (Edwards, ndr.) sa che siamo qui, credetemi. Carl ci ha fatto mantenere la promessa qui. Con i punti bonus e la vittoria, abbiamo guadagnato più di quello che ci serviva in media. Non occorre molto ora. Basta una posizione se vinciamo una gara. Stiamo facendo esattamente quello che ci serve. Sono molto fiducioso al momento”.

“Ci sarebbe piaciuto vincere oggi” ha detto Edwards. “Ma nonostante ciò, essere tre punti avanti ed avere ulteriormente staccato il terzo e il quarto fa sì che la vittoria si decida tra me e tony e sarà davvero divertente”.

La situazione in campionato si fa incandescente: con la vittoria ed i punti bonus accumulati in Texas, Stewart si porta a 3 soli punti da Edwards quando rimango appena due gare da disputare. Tutti gli altri sono tagliati fuori, a meno di miracoli, a partire da Kevin Harvick, terzo a 33 lunghezze. Al quarto posto sale Matt Kenseth (-38), seguito da Brad Keselowski (-49), Jimmie Johnson (-55), Dale Earnhardt Jr. (-79), Jeff Gordon (-81), Kurt Busch (-87), Denny Hamlin (-99), Kyle Busch (-100) e Ryan Newman (-103).

Fuori dalla Chase, Clint Bowyer conserva 18 punti di vantaggio su Kasey Kahne nella lotta per il 13esimo posto.

Stay Tuned!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...