NICO ROSBERG…E’ VERA GLORIA?

Pubblicato: 13 novembre 2011 da Depailler on Tyrrell P34 in fia, formula 1, FOTA, gp2, pirelli, segnalazioni, williams
Tag:, , , , , , , ,

Il tempo passa, i pistoni girano, le gomme si consumano, le piste cambiano, ma la tanto attesa vittoria del predestinato Nico Rosberg tarda ormai ad arrivare. News fresca di questa settimana, Nico ha rinnovato il contratto con la Mercedes per due anni opzionando anche un terzo. Di certo è stata la scelta più sensata per il pilota tedesco/finnico/monegasco. Red Bull, Ferrari, e Mclaren sono blindate nel 2012 e altre scuderie non garantiscono quello che dovrebbe e potrebbe garantirgli la casa della stella a tre punte. Dal 2013 è vero molti scenari potrebbero cambiare, specialmente in Ferrrari e Red Bull, ma la Mercedes di certo per meno di un anno non avrebbe trattato il rinnovo contrattuale….e anche se i contratti sono fatti per essere interrotti, il futuro di Nico è legato a doppio filo con il futuro della casa tedesca. Entrambi hanno bisogno di risultati. La casa tedesca per dimostrare ai finanziatori che sono in F1 per un ritorno di immagine serio e positivo, e Nico per non rimanere l’eterna promessa. Nico è in bilico, sulla lama del coltello, tra l’essere un futuro campione, come indicato dagli esperti del settore, oppure un pilota che vivacchia un po’ per il nome e un po’ per i risultati discreti da prima parte di metà schieramento. Sono troppo duro? Forse. Ma di certo solo perchè dalla sua carriera ci si aspettava di più. Sarà anche stato sfortunato a scegliere le vetture sbagliate negli anni sbagliati…ma la capacità di un campione non si distingue anche da questo? Non si diceva questo di Fangio? Bravo a salire sull’auto vincente del momento? Fin qui cosa ha raccolto Rosberg di entusiasmante? Qualche podio con la ormai decaduta Williams, punti, una vittoria gettata al vento a Singapore e un anno da mazzuolatore di Schumacher…dopo 3anni che era fermo. Suvvia ragazzi, forse se non avesse questo cognome sarebbe un Sutil o un Hedfeld qualunque. Qui non mettiamo in dubbio

le sue capacità di guida, ma le sue capacità di diventare un giorno campione, leader di un team. Già quest’anno Schuamcher soprattutto in gara gli ha preso le misure. Se l’anno prossimo la Mercedes sarà competitiva, come auguro a loro, siamo sicuri che sarà il giovane Nico ad essere il leader o sarà il vecchio Michael a prevalere? Anche il giovane Prost era più veloce in qualifica di Lauda nel 1984, ma poi sappiamo tutti come è finita. Urge che Nico si ritrovi. Che decida quale direzione dare alla sua carriera…campione o vincitore di qualche tappa? Il circus è pieno di piloti che hanno vinto una tappa ma nonostante le grandi doti di guida poi alla fine non sono emersi dal gruppo. Sarebbe bello vedere in Nico la grinta del padre Keke, che nel 1982 con una Williams aspirata sconfisse le potentissime vetture turbo, certo erano altri anni…ma le F1 si guidano ancora con il cervello ed il piede destro.

Ovvio che senza vettura non si vince, e sarebbe ora che la Mercedes combinasse qualcosa di serio senza perdersi nel bluff della ex Honda vendutogli da Ross Brawn, ma pare mancare sempre quel guizzo, quel qualcosa che lo porti a livello dei primi. Il mio articolo vuole solo essere un augurio ed un grosso in bocca al lupo per Nico. Perchè è simpatico, schietto, sincero e solare…ma senza risultati la storia non la si fa…Scrivo questo sperando vivamente di sbagliarmi e di vederlo la davanti a lottare nel 2012.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...