Sprint Cup – Positive le reazioni ai test di Daytona volti a limitare il tandem drafting

Pubblicato: 16 novembre 2011 da Giannazzo in nascar
Tag:, , , , , , , , , , , , ,

fonte: account twitter Daytona International Speedway

Il Daytona International Speedway è stato teatro martedì di una sessione di test, volta a definire il pacchetto aerodinamico per le vetture che scenderanno in pista in Florida dal 12 al 14 gennaio 2012, in occasione delle tradizionali prove denominate “Preseason Thunder”.

Hanno preso parte al test: Dale Earnhardt Jr. ed Aric Almirola per l’HEndrick Motorsports, David Ragan e Marcos Ambrose per il Roush Fenway Racing, Joey Logano per il Joe Gibbs Racing, Martin Truex Jr. per il Michael Waltrip Racing e Joe Nemecheck per NEMCO Motporsports.

Il tempo è stato inclemente nella mattinata, ed ha obbligato gli organizzatori ad asciugare la pista, per permettere ai 7 piloti presenti di scendere in pista a partire dalle 11:45 e provare diverse soluzioni, principalmente aerodinamiche, per ridurre la resistenza all’avanzamento delle vetture, pur mantenendo un buon livello di stabilità, rendendo quindi meno vantaggioso viaggiare in tandem. Le vetture hanno girato inizialmente con la configurazione adottata per la gara di luglio a Daytona (restrictor plate da 29/32esimi di pollice, spoiler alto 4 pollici e ½, largo 63 pollici), per arrivare a fine giornata a montare uno spoiler alto 3 pollici e largo 62.

Inoltre i teams hanno potuto testare anche l’iniezione elettronica e fare qualche esperimento con dimensioni dei restrictor plates molto maggiorate, arrivando, nel caso di Joe Nemecheck, a girare a oltre 203 miglia orarie in solitaria.

Credit: Jerry Markland, Getty Images for NASCAR

La NASCAR è piuttosto preoccupata per i pareri negativi in merito allo spettacolo, raccolti tra i tifosi durante la gara di luglio, ma l’obiettivo dichiarato non è tanto quello, irraggiungibile, di eliminare completamente i tandem, quanto quello di renderli possibili per uno o due giri, riportando le gare di Daytona e Talladega allo stato di 5 o 6 anni fa.

“La risposta è nella storia di questo sport” ha detto Dale Earnhardt. “Ho sentito qualcuno dire che il tandem drafting c’è sempre stato, che ci è solo voluto del tempo per capirlo. Non è vero. Non ci si poteva agganciare nel 1998 o nel 2004. Si faceva bump-drafting, ma quando in entrata di curva si sarebbe finiti in testacoda rimanendo attaccati. Dobbiamo tornare a quel punto, in qualche modo. Sarà difficle con questo asfalto con così tanta aderenza. Non ci aiuta per niente. Dobbiamo capire come togliere un po’ di grip alle vetture in modo che il pilota torni a lavorare e chi è davanti non voglia nessuno a spingerlo. [..] Non mi aspettavo di venire qui e trovare una soluzione per magia. NOn penso che torneremo ad avere gruppi più veloci dei tandem. Fisicamente non funziona. […] C’è decisamente bisogno di uno spoiler più piccolo al posteriore. E’ un passo nella direzione giusta. Da quello che si è visto oggi però, non è la risposta definitiva. […] Sono ottimista e credo che quello che abbiamo fatto qui oggi sia importante”.

Interessanti anche le dichiarazioni di Truex, che ha evidenziato come rimangano alcuni aspetti che non si possono simulare in un test: “Quando sei in un tandem e ti avvicini a un gruppo di sei o più vetture, la macchina si comporta diversamente da quanto abbiamo visto oggi, con due macchine in pista. Quindi ci sono ancora alcune soluzioni di cui non conosciamo l’effetto in condizioni di gara. E’ qualcosa di cui parlami continuamente con queste macchine. Sono così dipendenti dall’aerodinamica. Quando sei in gara, la macchina cambia comportamento solo per il fatto che ci sono più auto in pista. E’ qualcosa che non si può testare. L’unico modo di prepararsi è fare esperienza e cercare di indovinare. […] Sembra che possiamo andare molto più veloci di così ed avere ancora un’auto stabile, ma questo potrebbe cambiare molto con più auto in pista e quindi meno carico all’anteriore, piuttosto che levando tutto i carico dal posteriore della macchina.[…] Secondo me ci sono solo due modi per eliminare il tandem drafting. Uno è levare il paraurti posteriore in modo che non si possa spingere, oppure fare in modo che il motore surriscaldi prima. Sono le due opzioni migliori. Rendere le macchine meno stabili non è il modo migliore, perché penso che con il nuovo asfalto, qui e a Talladega, si debba andare a 220 miglia orarie per renderle instabili”.

Credit: Jerry Markland, Getty Images for NASCAR

John Darby, direttore della Sprint Cup, ha escluso eventuali modifiche ai paraurti, ma ha anche sottolineato la complessità degli aggiustamenti da apportare, che riguarderebbero anche il sistema di raffreddamento: “Abbiamo valutato un sacco di idee molto, molto differenti per ridurre carico aerodinamico e resistenza all’avanzamento sulle vetture e capire come la cosa influisca su ciò che i pioti possono o non possono fare in pista” ha detto. “Penso che il nostro obiettivo sia ridurre la differenza tra un tandem e quello che consideriamo un modo più normale di correre. Forse invece di avere una differenza di 7 miglia orarie possiamo arrivare una o due miglia, in modo da dare più opzioni a tutti i piloti per approcciare la Daytona 500. […] Dovremo considerare i sistemi di raffreddamento, i restrictor plates, gli spoiler, le prese d’aria, Sarà una combinazione di soluzioni che alla fine ci aiuterà a ridurre la differenza. […] I paraurti non c’entrano. Se guardate i trucks, dove i paraurti sono sfalsati di 8 pollici, si spingono usando le prese d’aria. I paraurti fanno parte dell’auto, l’unico ruolo che hanno è che sono il punto di contatto. Se non si toccassero a livello dei paraurti, lo farebbero con qualcos’altro”.

Stay Tuned!

commenti
  1. […] se verranno varate altre modifiche, questa volta al regolamento tecnico, basate sui risultati dei recenti test di Daytona. Tra le possibili misure ci sono l’adozione di uno spoiler più piccolo ed interventi sul […]

  2. […] variazioni sono una diretta conseguenza degli ultimi test svolti a Daytona nel mese di novembre e verrano ulteriormente testate durante il Daytona Preseason Thunder test, in […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...