Nationwide Series – La Ford 300 va a Brad Keselowski, davanti a Ricky Stenhouse Jr, che si aggiudica il titolo

Pubblicato: 20 novembre 2011 da Giannazzo in nascar
Tag:, , , , , , , , , , , , , ,

Credit: By Tom Pennington, Getty Images for NASCAR

Il campione uscente della Nationwide Series, Brad Keselowski, ha centrato il successo nella Ford 300, ultimo appuntamento del calendario, contenendo in un finale molto tirato il ritorno di Ricky Stenhouse Jr, il quale si è aggiudicato il titolo piloti 2011.

La classifica owners è andata a Jack Roush, grazie al terzo posto di Carl Edwards, al volante della Mustang #60, mentre il Rookie of The Year è Timmy Hill, 18enne di Port Tobacco, Maryland, 21esimo a Homestead al volante della Ford #15 del Rick Ware Racing.

Per Keselowski, che non ha difeso il titolo 2010 a causa della regola che ha imposto a ciascun pilota di scegliere il campionato in cui prendere punti, ha ottenuto in Florida la quinta vittoria di questa stagione, la 17esima su 168 partenze in Nationwide Series.

L’ovale da 1,5 miglia di Miami ha offerto una gara tirata, con una lotta serrata tra diversi protagonisti. I cambi al vertice sono stati 17 tra 9 vetture, mentre le bandiere gialle sono state 9, di cui una già prevista dalla NASCAR, per un totale di 36 giri in regime di neutralizzazione.

Il lotto delle Ford è stato sicuramente quello dominante, con Carl Edwards che è stato in testa per 87 dei 200 giri percorsi e Ricky Stenhouse, che ha avuto la certezza matematica del titolo al giro 28, quando i ritiri nelle retrovie gli hanno garantito almeno un 37esimo posto, potendo quindi pensare solo al successo parziale. Trevor Bayne, anch’egli molto veloce, ha avuto qualche guaio quando ha dato una toccata a muro a causa di un problema alla posteriore destra, ma è riuscito a chiudere comunque in 11esima posizione.

Credit: By Tom Pennington, Getty Images for NASCAR

Tra le Dodge, a contendere la vittoria alle Mustang sono stati Keselowski e Sam Hornish Jr, buon settimo sotto la bandiera a scacchi, mentre tra le Chevrolet si sono messi in evidenza soprattuto Clint Bowyer, quarto al traguardo ed in testa per 9 giri, ed un ottimo Elliott Sadler, che ha fatto di tutto per chiudere la stagione in bellezza dopo che l’incidente di Phoenix che posto fine alle sue speranze in campionato. Il pilota della Impala #2 è stato molto efficace in pista, ma ha dovuto recuperare da due penalità, una per un dado di fissaggio mancante dopo un pit-stop (giro 37) e l’altra per aver superato il limite di velocità in uscita dalla pit road (giro 136). Nonostante ciò, Sadler ha comunque portato a casa il sesto posto in gara.

In un finale piuttosto concitato, caratterizzato da 3 bandiere gialle negli ultimi 25 giri, che hanno visto coinvolta anche Danica Patrick, a muro in seguito ad un improvviso sovrasterzo al giro 189, Carl Edwards e Brad Keselowski si sono scambiati la leadership in un paio di occasioni, ma è stato Keselowski a fare la mossa decisiva in restart a 6 giri dal traguardo.

Il pilota della Dodge Charger #22 è riuscito a contenere gli attacchi prima di Carl Edwards e poi di Ricky Stenhouse Jr, che ha passato il compagno di team sotto la bandiera bianca ma non ha avuto modo di affiancare Keselowksi, finendo con l’uscire in pieno sovrasterzo dall’ultima curva.

Hanno completato la top-10 Clint Bowyer, Denny Hamlin, Elliott Sadler, Sam Hornish, Aric Almirola, Brian Scott e Joey Logano.

Credit: By Todd Warshaw, Getty Images for NASCAR

“E’ stato un anno di alti e bassi ed è un bene chiuderlo in positivo” ha detto Keselowksi. “All’ultimo restar, pensavo di poter andar via, ma Carl Edwards ha lottato fino alla fine e siamo stati fortunati a portare a casa la vittoria. Questa Dodge ha parecchia potenza. Per tutto l’anno le Ford e il loro motore molto leggero sono state difficili da batter. Avevamo potenza per andar via in restart, ma non la maneggevolezza per stare davanti. Chiudevo tutte le porte alla fine per vincere. […] Congratulazioni a Ricky. So come ci si sente ad essere il vincitore”

“Vincere il campionato significa molto per me” ha dichiarato Stenhouse. “Il mio obiettivo era vincere il titolo piloti e quello owners. Siamo andati forte tutto l’anno, Abbiamo battuto Brad e Carl e ce la siamo giocata con Kyle Busch. Come pilota e come team, penso che siamo forti come tutti gli altri. Competere con loro e batterli rende questo campionato più importante”.

Carl Edwards invece ha detto di essersi divertito molto: “Volevo prendere Brad alla fine. Stavamo lottando e  l’ho toccato sperando di causargli sovrasterzo, invece ho avuto sottosterzo io. Ha fatto un gran lavoro ed è stato divertente. E’ stato parecchio eccitante alla fine. Ho dovuto ripetermi ‘Hey, non mandare tutto a monte’, poi Brad ha cominciato a bloccarmi un po’ e ho pensato, ‘Beh, se mi blocca lo tampono’, l’ho fatto e la cosa ha aiutato lui e danneggiato me. Penso che tutti abbiano corso aggressivamente, come non vedevo da un po’, ma che siano stati tutti molto rispettosi”.

La classifica finale del campionato vede Stenhouse precedere Sadler di 45 punti e Allgaier di 117.

Stay Tuned!

commenti
  1. […] – Johnny Sauter vince un gara interrotta dalla pioggia, Austin Dillon si aggiudica il campionatoNationwide Series – La Ford 300 va a Brad Keselowski, davanti a Ricky Stenhouse Jr, che si aggiudica…CIAO ELIO – 25 anni fa,ma sempre nel nostro cuoreSprint Cup – Carl Edwards e Tony Stewart pronti a […]

  2. […] Ricky Stenhouse Jr. e Austin Dillon hanno vinto il titolo assoluto in Nationwide Series e Camping World Truck Series nel 2011, dopo aver ottenuto il premio come Rookie Of The Year nel 2010. Si tratta della prima volta in cui entrambi i vincitori del ROTY si affermano poi nella generale. […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...