Sprint Cup -E’ finita l’avventura in NASCAR del team Red Bull Racing

Pubblicato: 8 dicembre 2011 da Giannazzo in nascar
Tag:, , , , ,

Mike Ehrmann/Getty Images for NASCAR

Gli ultimi dei 150 dipendenti del Red Bull Racing verranno licenziati il 9 dicembre, ponendo fine ad un’avventura durata 5 anni e costellata da 2 vittorie ed una Chase For The Cup, raggiunta da Brian Vickers nel 2009.

A nulla sono valsi gli sforzi di Jay Frye, volti a trovare finanziatori che consentissero di disputare almeno una stagione di transizione, né tantomeno si sono presentati acquirenti disposti a rilevare il team dalle mani di Dietrich Mateschitz, nonostante le ottime prestazioni sfoderate nell’ultimo terzo di campionato da Kasey Kahne e dalla crew della Toyota Camry #4.

Dopo aver debuttato ufficialmente in Sprint Cup nel 2007, il Red Bull Racing ha vissuto la sua stagione migliore nel 2009, anno in cui Brian Vickers ha conquistato una vittoria, al Michigan International Speedway, e ha ottenuto l’accesso alla Chase For The Cup.

Nel 2010 la sfortuna ci ha messo del suo, costringendo Vickers ad una lunga assenza per motivi di salute e lasciando la squadra senza un pilota esperto, mentre Scott Speed, che aveva iniziato positivamente la stagione, finiva col perdere la bussola.

L’arrivo di Kasey Kahne, sebbene a scadenza, visto che  il 31enne di Enumclaw era già sotto contratto con l’Hendrick Motorsports, e il ritorno di Brian Vickers hanno rimesso un po’ di equilibrio nel 2011, tanto che Kahne ha conseguito 7 top-10 nelle ultime 10 gare dell’anno, prendendosi anche una meritatissima vittoria a Phoenix.

Ciononostante mamma Red Bull ha staccato la spina, anche a causa di uno scarso appeal dell’immagine della squadra sul pubblico più giovane. Si era parlato di un coinvolgimento di Mark Martin a livello di proprietà, più che altro in virtù dell’amicizia che lo lega a Frye, ma non c’è stato un impegno concreto e Martin ha preferito continuare a fare esclusivamente il pilota, accasandosi al Michael Waltrip Racing, così come hanno potuto fare alcuni meccanici.

Brian Vickers sta ancora cercando un sedile per il 2012 e potrebbe finire a Front Row Motorsport, così come rimpiazzare Kurt Busch al Penske Racing, anche se questa opzione pare più remota.

Cole Whitt, pilota Red Bull nella Camping World Truck Series, continuerà invece a ricevere il supporto del colosso degli energy-drink.

Stay tuned!

commenti
  1. tylermets scrive:

    mi dispiace molto, e sinceramente non capisco bene il motivo, praticamente red bull sponsorizza di tutto e di più. forse gestire completamente un team è troppo, o forse tutti i soldi li mettono per sforare il cap in F1

    • Giannazzo scrive:

      Hanno mollato pure la FOTA, così possono spendere e spandere come vogliono?

      Credo che abbia a che fare più che altro con il target demografico di Red Bull, anche se sinceramente abbiano mollato un po’ troppo presto.

      • tylermets scrive:

        anche per me hanno mollato troppo presto, anche perchè fino a quest’anno con kaine non hanno nemmeno avuto un top driver, perchè secondo me vikers non è un gran che, per di più quest’anno si è reso ridicolo con quella faida contro harvick.

        magari redbull vede la nascar uno sport da anziani e non adatto ai giovani per via della lunghezza o chissa cosa altro, e forse non è del tutto sbagliato.

        ragionando vedo nel motocross impegnati a piene forze red bull, monster energy, rockstar energy. quindi sicuramente una categoria attraente sia in europa che in usa. mentre se non sbaglio in nascar di energy drink rimane solo AMP sulla vettura di dale jr come mail sponsor, oltretutto a metà con la guardia nazionale. e AMP e tutti i suoi marchi sono prettamente americani e non disponibili in tutto il mondo come redbull. non mi pare di vedere nella cup monster energy e rockstar ma potrei sbagliare.

        quindi forse gli austriaci hanno fatto il passo più lungo della gamba volendo un team intero e non essendo solo una semplice sponsorizzazione.

  2. […] 28enne di Thomasville, North Carolina, appiedato dalla chiusura del team Red Bull, era rimasto alla finestra in attesa di un’occasione, che è arrivata quando il team di […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...