Sprint Cup – Kurt Busch guiderà la Chevrolet #51 del Phoenix Racing

Pubblicato: 22 dicembre 2011 da Giannazzo in nascar
Tag:, , , , ,

Jamie Squire/Getty Images

Kurt Busch ha finalmente trovato una sistemazione per la prossima stagione: sarà al volante della Chevrolet #51 del Phoenix Racing, team che nel 2011 si è classificato al 30esimo posto della classifica Owners.

Il maggiore dei fratelli Busch, 11esimo nell’ultima Chase e scaricato dal Penske Racing a causa delle sue intemperanze fuori e dentro la vettura, era dato come possibile pilota della Ford #43 del Richard Petty Motorsports, ma sulle trattative ha probabilmente pesato un veto di Jack Roush, la cui organizzazione fornisce il materiale tecnico alla squadra di “The King”. Roush aveva già avuto alle proprie dipendenze il 33enne di Las Vegas fino al 2005, quando i due si separarono in malo modo sempre a causa del “caratterino” di Kurt, che nel corso della carriera ha vinto molto, ma si è anche fatto molti nemici.

Per il team di proprietà di James Finch, imprenditore nel settore delle costruzioni e specializzato nella realizzazione di aeroporti, l’ingaggio di Busch costituisce un passo molto importante, visto che alzerà decisamente la posta in gioco, permettendo di raccogliere maggiori risorse, ma al contempo richiedendo un salto di qualità a tutta l’organizzazione, che schiera vetture acquistate dall’Hendrick Motorsports. Busch entra dunque nell’orbita del team più ricco della NASCAR:

Il Phoenix Racing può vantare un successo su 191 presenze in Sprint Cup, ottenuto nel 2009 a Talladega grazie a Brad Keselowski, che vinse a volante della Dodge Charger #09 con un sorpasso all’ultimo giro ai danni di Carl Edwards, condito anche da un pauroso volo della Ford #99, terminato nelle reti di protezione. Nel 2011 la vettura di Sprint Cup schierata dal team ha cambiato numero, passando al #51 ed ha visto alternarsi al volante Bill Elliott, Landon Cassill, Boris Said e Mike Bliss, con Cassill a disputare il maggior numero di gare (29). I migliori risultati sono stati i due 12esimi posti conquistati da Elliott a Daytona e da Cassill in Michigan.

“Sono andato in ufficio e sull’albero di Natale c’era un cartello che diceva ‘tutto quello che vogliamo da Babbo Natale è un pilota vincente’” ha dichiarato Finch a Fox Sports. “Saremo ai test di Daytona il prossimo mese e cominceremo con lo Shootout. Ho detto a Kurt: ‘Non ti licenzierò e tu non te ne andrai. Faremo qualsiasi cosa serva per vincere, anche rotolarci nel fango’. Ho lavorato tutta la vita nelle costruzioni per poter correre e divertirmi. Ho lavorato con gente del settore siderurgico, ho lavorato con gente del settore edile, quindi lavorare con un pilota non dovrebbe essere un problema. Come ho detto prima, tutto quello che vogliamo è vincere”.

Busch per il momento ha commentato solo attraverso il suo account Twitter: “Sono impaziente di divertirmi e di correre con una persona vecchio stile come James Finch. Mi ha fatto un’offerta che non potevo rifiutare. Ho avuto molte offerte, ma correre con Finch è esattamente quello di cui ho bisogno. Quest’anno ho bisogno di divertirmi e di un’opportunità per lavorare su alcune cose a livello personale. Un team vecchio stampo era proprio quello che cercavo”.

Un altro risvolto interessante della vicenda, oltre all’aumento della ‘potenza di fuoco’ di Rick Hendrick in un momento in cui gli altri team sono costretti a ridurre le proprie forze, è quello che vede David Ragan in pole position per aggiudicarsi il volante della #43. Se l’accordo dovesse andare in porto, a piedi resterebbero ancora David Reutimann e lo stesso Landon Cassill, che al momento non ha rilasciato dichiarazioni.

Stay Tuned!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...