BRAVO LUCA, QUANDO CE VO’ CE VO’

Pubblicato: 23 dicembre 2011 da Depailler on Tyrrell P34 in autosport, ferrari, fia, formula 1, FOTA, italia da corsa, segnalazioni
Tag:, , ,

A volte,spesso,quasi sempre, non mi trovo in sintonia con quello che dice il presidente della Ferrari Luca Cordero di Montezzemolo e voi che seguite questo blog lo sapete bene cari amici. Ma su due cose,non ci piove, sono in sintonia con Luca Cordero…uno che i test in F1 devono tornare, magari meno di un tempo, ma comunque devono tornare, anche per dare la possibilità di fare girare i giovani piloti (Luca guarda anche ai nostri italiani per favore). L’altra cosa che mi trova in sintonia con lui è la dichiarazione rilasciata ad autosport sul fatto che la F1 non deve perdere le sue radici Europe, per la storia e perchè di circuiti belli fuori Europa, di quelli nuovi, non ce ne sono. Solo8 delle 20gare il prossimo anno saranno nel vecchio continente…un pò pochine. Il rischio è di rimanere solo con Monza,Montecarlo,Silverstone,Germania e si spera Spa, è alto. Ecco l’articolo intervista di Montezzemolo apparso su Autosport:

Ferrari president Luca di Montezemolo has warned Formula 1 not to forsake its European heartland. Only eight of the 20 races on the 2012 calendar will be held in Europe, which as a percentage is the lowest in the history of the world championship. F1 supremo Bernie Ecclestone recently suggested that the number could dwindle to just five in the future. But di Montezemolo insists that if the sport fails to preserve its races in Europe, it could weaken F1. “Maintaining the importance of Europe in Formula 1 is very important,” he said. “It’s good to see F1 in India, in Russia, in Korea, in the Middle East and of course in the United States, but we must not lose our tradition and history in Europe, particularly when we see that some of the new circuits are not as good as Spa, for example. “We have to be careful not to dilute the image of Formula 1.” Despite urging caution, di Montezemolo welcomed the planned return of F1 to the United States in 2012 after a four-season absence. He admitted that he was puzzled that a higher priority was not given to running races in the USA with so many other countries joining the calendar in recent years. “I’m very happy about the possibility of going to the United States finally,” he said. “It was strange that F1 went to many countries, but not to the largest car market in the world.”

fonte autosport.

 

 

 

commenti
  1. bomber75 scrive:

    in Italia dopo 20 anni al comando è sempre bene cambiare, Luca ci fai un grosso favore se te ne vai.

  2. depaillerontyrrellp34 scrive:

    quello è un altro discorso…io penso che rimmarrà alla ferrari ed entrerà in politica

  3. Fangio43 scrive:

    Meno male che ho settant’anni e, se sono fortunata, qualche cosa me la perdo!

  4. Stew scrive:

    Purtroppo è un bravissimo manager, ma di automobilismo moderno ci capisce quanto di poltrone in pelle, non per demeriti propri ma perchè impegnato in tremila attività. Ferrari faceva solo una cosa, macchine da corsa, e una regola come quella della abolizione dei test invernali non l’avrebbe mai fatta passare. Montezemolo forse è stato consigliato male all’epoca, ma è stata una fregatura colossale sia per la Ferrari che probabilmente per le tante scuderie minori che si sono trovate a provare le nuove soluzioni tecniche durante i gp, con conseguenze anche di sicurezza immaginabili. E’ una cosa comunque fuori di senso, sarebbe come fare le olimpiadi senza permettere agli atleti di allenarsi prima…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...