F1 teams sotto la lente: Williams e Lotus…ormai Caterham

Pubblicato: 14 gennaio 2012 da Depailler on Tyrrell P34 in formula 1
Tag:, , , , , , , , ,

Williams: annata disastrosa: scende dal sesto al nono posto nel costruttori (con tutte le perdite economiche che ciò comporta in termini di minori introiti andando a peggiorare la situazione di un team già non molto florido), conseguisce appena 5 punti contro i 69 dello scorso anno (circa 14 volte in meno), va a punti solo 3 volte contro le 17 del 2010, circa 6 volte in meno), ottiene come miglior risultato in gara il nono posto (lo scorso anno aveva ottenuto un quarto), come migliore qualifica un settimo posto (lo scorso anno c’era stata una pole), è entrata nella top ten in qualifica solo 3 volte (a fronte delle 21 dello scorso anno: 7 volte in meno), è stata eliminata in q3 6 volte mentre nel 2010 non era mai successo, aumentano i ririri che passano da 6 a 9 (cioè aumentano di un terzo).

Barrichello: ottiene solo 4 punti a fronte dei 47 dell’anno scorso (circa 12 volte in meno), anche se contribuisce all’80% al bottino totale del team (lo scorso anno lo aveva fatto per il 68.12%), vince 10 a 9 il confronto in qualifica con Maldonado, ma  a differenza del compagno non arriva mai in q1.

Maldonado: stagione d’esordio: porta 1 solo punto al team (20% del totale, Hulkenberg lo scorso anno aveva contribuito per il 31.88%), entra 3 volte in qualifica in q1, l’incidente di Montecarlo lo priva di punti preziosi.

Lotus: 0 punti come nel 2010 e ancora decimo posto nei costruttori (l’ultimo che prende i soldi da Ecclestone) in virtù di un tredicesimo posto come risultato migliore –risultato ottenuto 3 volte-(l’anno scorso il miglior risultato in gara era stato un dodicesimo posto) , in qualifica ottiene un quindicesimo posto come risultato migliore (come nel 2010) e supera la q3 3 volte contro le 2 del 2010 (+33.33%).
Per verificare eventuali progressi  rispetto alle vecchie squadre calcoliamo il distacco medio del suo pilota meglio piazzato in q3 rispetto all’ultimo pilota piazzato in q2 in 4 gp esemplificativi (Montercarlo,la  pista più lenta, Monza, la pista più veloce, Australia,la  prima o una delle prime gare dell’anno, e Abu dhabi,l’ ultima o una delle ultime gare dell’anno) nel 2010 e poi nel 2011: nel 2010 questo distacco medio era 1.725 secondi, nel 2011 questo distacco medio era di 1.706 secondi, quindi sostanzialmente inalterato.
Per verificare eventuali progressi  rispetto alle squadre di vertice  calcoliamo il distacco medio del suo pilota
meglio piazzato in q3 rispetto alla pole sempre negli stessi 4 gp prima nel 2010 e poi nel 2011: nel 2010 questo distacco medio era di 3.962 secondi, mentre nel 2011 è stato di 4.596 secondi: oltre sei decimi in più.
Se l’obiettivo del 2011 era fare un salto di qualità in modo da poter battagliare nel gruppone delle squadre di seconda fascia, beh è stato fallito.

Trulli si piazza meglio in classifica in virtù di migliori piazzamenti, ma perde nettamente il confronto in qualifica 16 a 2 (lo scorso anno il confronto era stato molto più equilibrato terminando 10 a 9 per Jarno).
Impresentabile Chandock che nell’unica gara effettuata si è preso due giri di distacco da Kovalainen e uno dalle Virgin.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...