Sprint Cup – Daytona Preseason Testing day 2, si rivede il gruppone e crescono le velocità

Pubblicato: 14 gennaio 2012 da Giannazzo in nascar
Tag:, , , , , , , , , , ,

Credit: Jerry Markland/Getty Images for NASCAR

La seconda giornata di test sul Daytona International Speedway è stata caratterizzata da ulteriori aggiustamenti regolamentari e dal primo tentativo di girare in gruppo. I risultati hanno soddisfatto la NASCAR, che sembra convinta di aver ridotto l’efficacia del tandem drafting.

Le novità tecniche della seconda giornata del Daytona Preseason Thunder hanno riguardato restrictor plates e impianto di raffreddamento. I team hanno montato plates con fori maggiorati di 1/32esimo di pollice, portando il diametro complessivo di ciascuna apertura a 15/16 di pollice e “restituendo” ai V8 25 cavalli circa. La valvola di sfogo dell’impianto di raffreddamento è stata tarata per entrare in funzione a 25psi, contro i 30 precedenti, mentre la superficie della presa d’aria anteriore è stata ulteriormente ridotta.

L’aumento di potenza e la riduzione dell’efficacia del radiatore ha fatto sì che le velocità crescessero ulteriormente rispetto a giovedì, ma che i tandem potessero durare meno giri, obbligando i piloti ad effettuare lo “switch” più spesso. Martin Truex Jr. e Clint Bowyer hanno portato le loro Toyota a 204,722 miglia orarie nella sessione mattutina.

Credit: Jerry Markland/Getty Images for NASCAR

Dopo l’interruzione di mezzogiorno, la NASCAR ha caldamente invitato i team a partecipare ad un draft di gruppo, per testare l’efficacia delle modifiche anche con un congruo numero di vetture in pista. Le 17 stock cars che hanno preso parte al run hanno regalato al pubblico uno spettacolo che in Florida non si vedeva da un po’, ma gli aspetti più importanti da valutare sono stati i riscontri cronometrici e la guidabilità delle vetture.

I ritocchi alla configurazione aerodinamica hanno reso le vetture meno “facili”, ma a parte qualche piccola incertezza, una delle quali ha costretto Dale Earnhardt Jr ad abbandonare il draft, i piloti si sono detti soddisfatti del risultato ottenuto. Anche dal punto di vista velocistico i sorrisi non sono mancati.

Dopo appena 3 giri di draft, Kevin Harvick ha raggiunto il tempo fatto siglare da Truex in mattinata, mentre dopo sedici minuti Kyle Busch, con quattro vetture alle spalle, ha girato a 205,813 mph. Poco importa se più tardi è stato ancora un tandem, quello formato da Kurt Busch e Regan Smith, a balzare davanti a tutti con 206, 058 mph. La volontà degli organizzatori era quella di ridurre il divario tra i tandem e il gruppone, rendendo i primi utili solo a guadagnare posizioni o a lanciarsi in uno sprint nel finale.

“Un tandem vincerà comunque la gara” ha dichiarato Dale Earnhardt Jr.

“Penso che nel finale di gara sarà comunque un tandem a vincere” ha detto Kyle Busch. “Il gruppo sembra ancora qualche decimo più lento, mediamente, e se ti trovi tre tandem davanti e un quarto in rimonta, quest’ultimo probabilmente andrà ancora più forte di così. E’ solo una questione di quanto ‘facili’ saranno le vetture a queste velocità”.

Brad Keselowksi ha gradito molto la maggior prontezza delle vetture: “Siamo piloti, penso che dovremmo andare velocemente. Penso che siamo vicini a fare a meno del tandem drafting”.

Le velocità però sono schizzate oltre le 206 miglia ed è probabile che uno o due tandem non troppo distanti tra loro possano andare anche più forte, per cui la NASCAR apporterà ulteriori aggiustamenti, da provare nella giornata conclusiva di sabato. L’obiettivo è capire se sia possibile ridurre leggermente le velocità pur continuando a sfavorire i tandem. La presa d’aria anteriore verrà ulteriormente ristretta e la pressione del radiatore verrà ridotta, mentre si tornerà ai restrictor plates da 29/32esimi di pollice.

“La nostra responsabilità e il nostro obiettivo sono di prendere decisioni affinché la gara sia bella come tutti si aspettano per la Daytona 500, o anche meglio” ha dichiarato il presidente della NASCAR, Mike Helton. “Siamo attenti alle velocità e tutti sanno che c’è un equilibrio da trovare per cui tutti ci sentiamo a posto”.

“Continueremo a lavorare sul pacchetto aerodinamico e sui restrittori e su altri aspetti da oggi fino al giorno in cui torneremo a Daytona” ha dichiarato il Vice President of Competition Robin Pemberton,

Stay Tuned!

commenti
  1. Fangio 43 scrive:

    Io sono già un po’ agitata…. ma sto covando un’idea per un portafortuna adeguato! Please….ricordami esattamente il giorno fatidico dell’inizio delle “danze”……………..!

  2. mfabio83 scrive:

    se non dico cavolate (facile dopo la giornata di oggi) la prima gara è fissata per il weekend del 25/26 febbraio sempre a Daytona… correggetemi se sbaglio…

  3. Giannazzo scrive:

    Eccomi🙂

    La 500 miglia di Daytona è il 26 febbraio, ma il 18, sempre a Daytona, c’è già lo shootout (75 giri, fuori campionato) e il 23 i Duels (gare di qualificazione alla 500 miglia).

    Questo per la Sprint Cup. Poi, ancora a Daytona, il 25 c’è la gara Nationwide e il 24 quella di Camping World Truck Series

    Fangio43, facciamo gli scongiuri, forse è la volta buona… e speriamo che li lascino correre con i restrictor plates di venerdì. 206 miglia orarie, SBAV!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...