F1, Una risposta a James Allen.

Pubblicato: 24 gennaio 2012 da peppe1981 in ferrari, formula 1
Tag:, ,

Gli appassionati di motori più attenti sicuramente conoscono James Allen, giornalista e commentatore inglese, per molti anni telecronista dei Gp di F1 per l’emittente ITV e autore di un blog molto seguito e molto ben curato.
In un articolo ivi pubblicato Allen, dopo aver riportato varie indiscrezioni riguardanti la nuova Ferrari, conclude dicendo “Last year there was a lot of imagery around the launch of the pride of Italy, celebrating its 150th Anniversary.
Although the political tone might be lower this year, the team and particularly Montezemolo, will be well aware that Italy needs something to be proud of at this difficult time, with the economy in crisis and the recent sinking of one of its cruise ships another embarrassing episode for the country.” ovvero “Lo scorso anno c’è stata molta retorica intorno al lancio dell’orgoglio dell’ Italia che celebrava i suoi 150 anni (la 150 Italia n.d.r). Sebbene il tono politico quest’anno potrebbe essere minore, la squadra e in particolare Montezemolo, saranno ben consci che l’Italia ha bisogno di aver qualcosa di cui essere fiera,con l’economia in crisi e con il recente naufragio di una delle sue navi da crociera, un altro imbarazzante episodio per la nazione”.
Sinceramente a livello personale ho trovato la frase infelice e pregna di errori, qualunquismo e collegamenti fuori luogo, perfino in un certo senso offensiva, ma andiamo con ordine.
1) Per quanto la Ferrari sia uno dei simboli italiani più conosciuti nel mondo e la maggioranza degli italiani tifi per la Ferrari,l’equazione Italia uguale Ferrari non stà in piedi sia perchè la Rossa raccoglie un numero di sostenitori invidiabile anche all’estero e sia perchè,nello stesso tempo, molti in Italia, giustamente e legittimamente, NON tifano per la Ferrari.

2) Da italiano e da tifoso ferrarista (ebbene si confesso la “colpa”) non ho bisogno di una Ferrari vincente per avere un motivo di essere orgoglioso di essere italiano.
Io ho mille ragioni di essere fiero di essere italiano.
Sono fiero di esserlo per la nostra storia, per la nostra cultura, per il nostro patrimonio artistico e paesaggistico senza eguali nel mondo, per il nostro genio e la nostra creatività,per le nostre tradizioni, per l’impegno, l’onestà, la dignità, il coraggio che contraddistingue la stragrande maggioranza degli italiani anche in momenti cosi difficili, perchè l’Italia e gli Italiani sono meglio delle rappresentazioni macchiettistiche e stereotipate cosi’ tanto diffuse.
I tanti problemi che affliggono, a vari livelli e in diversi campi, il nostro paese, e dei quali sono ben conscio, non mi impediscono di essere fiero di essere italiano e di emozionarmi ogni volta che ascolto il nostro inno.
D’altro canto se Allen pensa che basti una Ferrari vincente per distrarre l’opinione pubblica dai problemi del paese offende la nostra intelligenza.

3) Strumentalizzare un episodio tragico quale quello del naufragio della Costa Concordia e metterlo sullo stesso piano di vicende e questioni che nulla vi hanno a che fare è qualcosa di veramente sgradevole oltre che intellettualmente sbagliato.
In primo luogo si tratta di un fatto riguardante una compagnia privata, non una nave della marina italiana.
In secundis,una volta accertate tutte le responsabilità, il fatto sarà un motivo di imbarazzo per i responsabili, non per l’Italia o per gli Italiani, perchè una persona (o più persone se i colpevoli saranno più di uno) non possono essere confusi con una nazione o con un popolo.
Farlo sarebbe cadere in una grave forma di qualunquismo e in una generalizzazione inaccettabile.
Infine nella tragedia del Giglio in mezzo ad errori e comportamenti irresponsabili, ci sono stati anche atti di coraggio, altruismo, solidarietà e senso del dovere da parte di molte persone: isolani, soccorritori, personale della nave e passeggeri stessi.
Tra queste persone, caro Allen, c’erano molti italiani.

commenti
  1. attix scrive:

    A parte il fatto che la Costa Crociere e’ di un gruppo americano.
    La solita spocchia inglese.

  2. FANGIO43 scrive:

    Peppe….se davvero credi a tutto quello che hai scritto al punto 2 e non ho ragione di pensare il contrario…. mi viene il dubbio che io vivo in in’altra Italia perchè, quando apro la finestra o scendo per strada, non riesco a vedere nessuna delle cose che hai così ben descritto! Però, se mi sforzo, mi ricordo vagamente quant’era bella Milano (e i milanesi) quando ho deciso che questa era assolutamente la città italiana in cui volevo vivere quarant’anni fa! Oltre al fatto che anche all’Autodromo di Monza sembrava di stare in un posto civile e, se le tribune e i box erano certamente un po’ stropicciati, l’atmosfera era perfetta come la stragrande maggioranza dei suoi frequentatori.

  3. tylermets scrive:

    non so cosa pensare, gli inglesi hanno sempre qualcosa da ridire, siamo andati a vincere a silverstone quest’anno e non la hanno ancora digerita… cercano sempre dei modi per sminuire o screditare.

    poi che la ferrari ci rappresenti nel mondo per me è vero, come ci rappresentano altri mille marchi del made in italy.

    io sono fiero di essere italiano perchè mi comporto correttamente con me stesso e con gli altri, rispetto le file e pago le tasse, ma sono uno dei pochi che fa così, possiamo raccontarcela quanto vogliamo, ci sono un miliardo di esempi da citare che mi fanno vergognare di essere italiano e sinceramente se potessi andrei in canada domani, ma questo non toglie che sono italiano e fiero di esserlo, e in quanto italiano in diritto di parlare male dell’italia o bene se voglio, non accetto critiche da altre nazioni che hanno magagne come le nostre se non più grandi.

    detto questo vorrei ricordare giusto perchè il signor allen lo ha fatto che la BP è un’azienda inglese e il disastro che la coinvolge credo sia peggio di quello della costa…

    tornando a fatti più motoristici mi piace ricordare che se domani dovessi mai decidere di comprare una vettura inglese non potrei perchè ormai i fenomeni d’oltremanica non hanno più un costruttore di vetture di serie o sbaglio? la 150 italia non era un gran che? ok ma come già detto ha vinto proprio a silverstone… parlando male dei team inglesi potrei citare lo scandalo della mclaren che ruba i progetti della ferrari? oppure di quando il loro pilota di punta LH è stato costretto a mentire davanti alla fia sotto consiglio di un altro inglese?

    sarebbe bello che la gente collegasse il cervello prima di parlare no?

  4. depailler on tyrrell p34 scrive:

    “noi si costruiva strade ed acquedotti mentre voi avevate ancora l’anello al naso.”
    alberto sordi

  5. FANGIO43 scrive:

    Fammi un favore personale…. visualizza Sordi mentre pronuncia questa frase storica e anche tutte le altre di tutti gli altri suoi film! Questa è esattamente l’immagine che rappresenta gli italiani nel mondo……. non so se ci facciamo un grande affare! Può aver fatto divertire tutti noi quando ci riconoscevamo le nostre magagne…. ma, visto da fuori, può aver divertito in modo negativo!

  6. RN80 scrive:

    Io a pranzo mangio sempre gli spaghetti e a cena la pizza e prima di dormire mi rilasso suonando il mandolino.
    Allen ma vaffanculo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...