….E allora sai che ti dico: W la RAI !

Pubblicato: 27 gennaio 2012 da peppe1981 in formula 1
Tag:, , , , , , , , , , , , , ,

No,caro lettore,questo non è l’ennesimo spot che ti ricorda di pagare il canone…con questo post voglio lanciare una provocazione e proprio in senso provocatorio va intesa l’enfasi del titolo.
I limiti del modo in cui la tv di Stato gestisce la F1 sono sotto gli occhi di tutti, il nostro “depaillerontyrrellp34” non a caso ne ha tratto una fortunata rubrica, le ormai famose “Mazzoniadi”, nella quale più volte ha sottolineato la sconcertante impreparazione di alcuni (vedi le penose interviste di Stella Bruno, incapace non solo di formulare domande “intelligenti”, ma perfino di parlare un inglese decente nonostante ormai occupi quel ruolo da oltre 10 anni), il pressappochismo di altri (vedi lo stesso Mazzoni incapace di distinguere piloti e monoposto o di seguire in maniera attenta e puntuale le fasi di corsa, ma in compenso sempre ferratissimo sul gossip),la scarsa o nulla attenzione verso i piloti italiani come pure l’eccessiva partigianeria ferrarista dei personaggi in questione (per la serie tutto il mondo è paese,comunque, mi è capitato di ascoltare la telecronaca inglese del Gp del Brasile 2007 nella quale Allen e Brundle tifavano apertamente per uno scontro tra Rosberg e Kubica cosicchè Hamilton potesse vincere quel mondiale: non proprio un esempio di atteggiamento sportivo e super partes!).
La RAI, dunque, con uno sforzo di volontà e senza costi aggiuntivi (accedendo,cioè, alle sue stesse risorse interne: mi rifiuto di credere che nella redazione di Raisport non ci sia qualcuno meglio,ad esempio, di Stella Bruno…) potrebbe offrire un servizio di qualità decisamente migliore, inoltre facendo un ulteriore sforzo economico potrebbe acquistare anche i diritti delle prove libere, tanto più che con il digitale terrestre e la nascita dei nuovi canali (tra i quali RaiSport1 e 2) c’è tutto lo spazio in palinsesto per mandarle in onda (del resto l’investimento sarebbe ripagato dagli ottimi ascolti che la F1 registra sempre nel nostro paese, perfino quando la Ferrari va male).
Premesso tutto questo, volevo fare una considerazione partendo da due notizie: in Inghilterra la tv pubblica, cioè la BBC, si è vista costretta ad acquistare un pacchetto ridotto di gare, per cui mentre Sky trasmetterà (a pagamento) in diretta tutti i Gran Premi, solo una parte di essi sarà visibile live in chiaro sulla rete pubblica, in Spagna, poi, l’emittente La Sexta, che si era aggiudicata la trasmissione della F1 fino al 2013, ha rinunciato ai diritti stessi perchè non riesce a coprirne il costo, per cui per il momento e sino a nuova asta in Spagna la F1 non è coperta.
Attenzione stiamo parlando di due paesi come Inghilterra e Spagna entrambi di fortissima tradizione motoristica (più antica quella inglese, relativamente più recente quella spagnola ma molto radicata anche nel motociclismo),paesi che in F1 oggi vantano top driver (Button,Hamilton,Alonso) e team storici (McLaren,Williams).
Se in questi paesi si verificano questi problemi in merito ai diritti della F1 significa che la crisi è forte e fa sentire i suoi effetti e che probabilmente il costo dei diritti stessi (almeno quelli per la trasmissione in chiaro), pattuiti in un contesto economico-finanziario diverso, sono diventati oggi insostenibili proprio per il mutato quadro di riferimento.
E allora, da un certo punto di vista, mi sento di riabilitare parzialmente la RAI: certo ci dobbiamo sorbire la banda Mazzoni, però ci vediamo in chiaro (e senza costi aggiuntivi visto che il canone lo si deve pagare comunque) la F1 con pause pubblicitarie tutto sommato sopportabili (brevi e non molto frequenti, altro che lunghe interruzioni col “riquadrino” della Moto Gp o della Superbike), ci vediamo tutte e due le gare della Gp2 e in casi eccezionali riusciamo pure a vedere le prove libere…è già qualcosa! Non tutti in Europa possono dire altrettanto….

commenti
  1. bomber75 scrive:

    Un gp di F1 dura una ora e mezza e se ci perdiamo 1 giro (sommando il tempo delle 2-3 pause pubblicitarie) è pure troppo, la motogp dura 45 minuti e ci sorbiamo almeno 3 minuti a ogni pausa pubblicitaria ( e ce ne sono almeno 2).

    Possiamo criticare tutto quello che volete ma in Italia siamo fortunati e, nonostante sia incrdibilie, i colleghi delle tv estere stimano i colleghi Rai per il loro lavoro (anche quello di Stella Bruno che la tv tedesca ha più volte rimarcato). La Rai è stata fra le poche tv collegate a seguire totalmente le qualifiche del Gp del Giappone non disputatesi per la pioggia torrenziale. Altre tv avevano già chiuso le trasmissioni.

  2. bomber75 scrive:

    L’accordo fatto in Gran Bretagna fra Sky e la Fom non piace molto ai team che vorrebbero, ove possibile, solo le tv pubbliche o almeno quelle commerciali non a pagamento a trasmettere i gp, per poter avere il maggior audience possibile.

  3. Fangio43 scrive:

    So di dire una cosa ovvia……ma tutti noi abbiamo il tasto del “muto” nel telecomando! In più, basta evitare le chiacchiere del PRIMA e DOPO gara!
    Parte la gara…..ON, finisce la gara…….OFF! Per i commenti ognuno sceglie la sua testata preferita su internet o dove caspita gli pare…. !TUTTI VINCONO E NESSUNO PERDE (anche la salute ne guadagna) oltre al fatto che non ci si invischia in polemiche, spesso anche molto volgari, che comunque non fanno cambiare idea a nessuno…anzi! Benchè io ammetta che ho giurato di non commentare MAI e poi MAI la F1 in questo blog…..è evidente che qui abbiamo a che fare con commentatori equilibrati ed essenzialmente in buona fede! Io non lo sarei affatto ed è per questo che mi tengo alla larga! Qui, per mia grande soddisfazione, solo NASCAR – INDY – STARS and STRIPES……for ever!
    PS – Beh, certo, durante la gara qualche pericolo si corre……nessuna teoria è mai stata perfetta!

  4. tylermets scrive:

    la colpa della rai è di avere a libro paga solo dei raccomandati amici di amici. tranne capelli, la banda della f1 è assolutamente inadeguata e li non per meriti.

    è così in tutti gli uffici, sinceramente mi sorprenderei se la f1 fosse l’eccezione.

    in inghilterra hanno la possibilità di scelta, paghi e hai la bbc con gente competente (eddie jordan e david coulthard per dirne due…) 10 gare live e 8 con ogni probabilità quelle orari diversi dalle canoniche 14 e ZERO interruzuini durante prima e dopo, oppure se paghi di più hai tutto live, ma paghi.

    qui in italia paghiamo per avere un servizio fatto da raccomandati incompetenti con una marea di pubblicità tra prima e dopo, e addirittura qualcosa anche durante. abbiamo cambi di canale per lasciare spazio alla messa, o ad altro se la gara di prolunga in modo anomalo.

    tutto questo senza la possibilità di scelta.

    io, come sempre, sono per la libertà di scelta. quindi prima di dire w la rai ci penso bene e invidio ancora una volta la perfida albione che si dimostra migliore ancora una volta.

  5. peppe1981 scrive:

    tylermets, per carità rispetto in pieno quello che dici, certamente la libertà di scelta è una bella cosa, ma la questione, a mio avviso, stà in termini un pò diversi da quelli che poni tu.
    Prima di tutto in Spagna al momento nessuna copertura è garantita, nè in chiaro, nè a pagamento, ci sono altre tv interessate a rilevare i diritti e sicuramente qualcuno li acquisterà (anche se i potenziali compratori hanno già messo le mani avanti dichiarando che aquisteranno solo a prezzi ragionevoli, tradotto vogliono forti sconti sennò …) in più chunque compri, trattandosi di tv private, molto verosimilmente proporrà molti spot per recuperare la spesa, ciò vuol dire più pause di DIVERSI MINUTI DURANTE IL GRAN PREMIO, a fronte delle quali i pochi spot,massimo 3, da 5 secondi ciascuno, trasmessi dalla RAI durante la corsa non sono veramente niente (anche il cambio di canale mi sembra davvero il minore dei problemi, del resto è ampiamente segnalato per tempo e si tratta di premere solo un tasto,inoltre per almeno 30 secondi, per agevolare il passaggio e non far perdere niente,il segnale è irradiato sia dal canale di provenienza che da quello di destinazione, quindi davvero non si perde neanche un secondo: ribadisco non credo sia questo un problema rilevante).
    Venendo poi all’Inghilterra e all’Italia, la possibilità di scelta che tu esalti in realtà non è una vera libertà di scelta o comunque non è una libertà totale di scelta.Mi spiego.
    Prima di tutto i servizi offerti da Sky e BBC sono diversi, se permetti 8 GP in differita è quasi la metà delle gare: non avere la diretta è un bell’handicap che ti fa perdere gran parte del gusto, con le innummerevoli fonti di notizie che esistono oggi,poi, il rischio di subire degli “spoiler”,cioè di venire a sapere, anche incidentalmente, il risultato della gara prima di poter accedere alla differita è altissimo (a meno di andarsi a rifugiare in un eremo distante dalla civiltà).
    Non so a te ma a me sapere già come va a finire rovina tutto il divertimento.
    Nè vale come consolazione che la differita riguarda solo le gare extra-europee, il problema rimane lo stesso, anzi in taluni casi peggiora addirittura la questione: per esempio il Gp del Canada a che ora lo mandano in onda, a mezzanotte?
    Un vero confronto, una vera libertà di scelta ci sarebbero se tutti i gp fossero trasmessi in diretta sia in chiaro che a pagamento (come accadeva in Italia quando la F1 era trasmessa sia da Sky che dalla RAI),invece la soluzione trovata in Inghilterra è troppo penalizzante per gli spettatori “free”.
    Senza contare,poi, l’aspetto economico. IL pagamento del canone è obbligario, non pagarlo è evasione, dunque ,F1 o meno, il canone lo si deve pagare comunque: non c’è nessuna libertà di scelta.
    A sua volta l’accesso alla tv a pagamento è fortemente condizionato dalle possibilità economiche, che, specie in tempi di crisi, non è detto assolutamente siano tali da consentire a tutti di potersi permettere questo servizio: anche qui, dunque, la libertà di scelta è molto teorica….
    Quindi se prendiamo in considerazione lo spettatore che non può permettersi la tv a pagamento: l’italiano si vede tutti i Gp in diretta, l’inglese se ne vede in diretta solo 10, chi va meglio? Dal mio punto di vista stà messo decisamente meglio l’italiano, e qui stà il senso della provocazione del titolo.
    Certo se poi uno pensa: “io i soldi per Sky ce li ho, che mi frega degli altri,che si arrangino..” è chiaro che la prospettiva cambia……
    Infine non confondiamo causa ed effetto: voglio ricordare che se in Italia è venuta a mancare la libertà di scelta non è colpa della RAI, ma di Sky che ha deciso di non trasmettere più la F1!

  6. tylermets scrive:

    beh se la vogliamo vedere così allora la colpa è di bernie che vuole vendere i diritti a prezzi così elevati che tv che non propongono la pubblicità non possono permetterselo.

    la bbc ha deciso di vendere perchè non ci rienra con i costi, ed è normale che il servizio sia inferiore a quello di sky uk, altrimenti che senso avrebbe per sky uk comprare un evento che va sulla tv nazionale? lo stesso discorso che fa sky italia, o la rai fa un passo indietro oppure il gioco non vale la candela.

    da qui però ad essere felici che la rai non ha rivali nel nostro mercato e per questo ci offre un servizio mediocre, mi sembra eccessivo. la rai ha passato per un secolo il giro d’italia sulle proprie reti tranne un anno, in quell’anno di italia1, le dirette erano migliori, studi e approfondimenti che la rai nemmeno si sognava di fare, tgiro non esisteva prima di italia1, stessa cosa per la f1, italia1 ha insegnato in un anno solo come si valorizza un evento. tutte le notti rosse che la rai ha prodotto, e tutte le varie trasmissioni di contorno nate, si devono a quello split famoso e alla voglia di contrastare in maniera creativa la tv a pagamento che dieci anni dopo offriva lo stesso prodotto ad un livello qualitativo elevato.

    quindi essere felici di un prodotto mediocre solo perchè c’è no grazie. è da quando avevo 5 anni che segui la f1 in tv, sono passato attraverso il già citato split dei GP con il mitico “vai Guido la classifica” e “derapage” sono passato attraverso D+ formula1 poi telepiùF1 poi ancora sky italia. ho trascorso estati in giro per l’europa e mi sono sorbito gp su rtl, e altre varie tv, ho visto gp sulla bbc e su itv, ho anche seguito un gp dalla tv svizzera. ho anche visto gp su speed con la loro grafica personalizzata. ero davanti alla tv quando veniva scritto “vuelta mas rapida” o “milleur tour” so di cosa parlo, il servizio della rai è appena sufficiente.

    viviamo in italia e dobbiamo sottostare al volere della chiesa e quindi i gp in oriente ce li becchiamo a metà tra due canali, perchè la santa messa del papa ha la precedenza, non una cosa insuperabile, anche perchè sul canale HD quest’anno non c’era il salto. ma anche le magagne, gli approfondimenti non erano in hd, le trasmissioni di basso livello, e gli inviati improponibili. per non parlare delle qualifiche su rai tre dove nemmeno venivano fatti vedere gli ultimi decisivi minuti in caso di bandiera rossa per dare spazio al tg regione!!!

    solo perchè la rai trasmette un evento non si può esserne grati o sentirsi più fortunati di altri.

    siamo fortunati che la f1 sia ancora in diretta perchè qui da noi la nostra paytv ha deciso di puntare tutto su olimpiadi e mondiali di calcio e rugby. la rai non ha altro e allora può permettersi di pagare bernie i soldi che vuole e fregarsene di fare un servizio scarso.

    in inghilterra invece hanno le olimpiadi 2012 a londra e la bbc ha scelto, sono sicuro che se le olimpiadi fossero state in germania la F1 non sarebbe stata sacrificata…

    la bbc ha dovuto scendere a compromessi essendo i soldi non infiniti. ma questo non qualifica il nostro servizio pubblico.

    gli inglesi sono tutti arrabbiati, come del resto lo saremo noi, anzi lo siamo stati quando sky ha comprato i mondiali di calcio e la rai aveva le briciole, e la rai nemmeno si degnava di fare differite delle partite non trasmesse… almeno la bbc copre tutto, so che non è la stessa cosa, che nell’era di internet è impossibile non venire a conoscenza dell’ordine di arrivo capita spesso che la sintesi differita del gp di australia su rai 2 alle 14 sia seguita tanto quanto la diretta della mattina, (adesso che bernie fa partire il gp a orari assurdi, quando il gp partiva alle 14 locali la differita faceva più ascolti che la diretta in italia…) la stessa rai non copriva il mondiale per intero 3 decadi fa… e non c’era nemmeno la possibilità di dirette a pagamento ai tempi.

    in sostanza la rai fa il minimo indispensabile, se si aspettano un grazie da me solo perchè vanno i diretta con la f1 beh no.

    • peppe1981 scrive:

      Tra qualche anno magari la F1 sara’ data in diretta solo a pagamento anche in Italia e l’utente che non avra’ i soldi per l’abbonamento a SKY (e magari non ha neanche la tv hd) chissa’ forse rimpiangera’ la F1 sulla Rai, per la serie le cose si apprezzano solo quando si perdono…

  7. tylermets scrive:

    i mondiali di calcio sono a pagamento, le olimpiadi sono a pagamento, la serie a è a pagamento la champions league è a pagamento. non mi sembra che chi non ha vari abbonamenti sia tagliato fuori dal mondo. basta ingegnarsi un pò. andare da un amico a fare due chiacchere durante la partita, al bar insieme a molte altre persone, ci sono circoli e club che offrono questo servizio.

    se la rai perderà le dirette è solo per una loro politica aziendale, non certo per carenza di ascolti.

    e se i telespettatori non avranno dirette sulla rai ci saranno altri modi per vedere.

    tra l’altro io vivo sull’appennino e non ho un buon segnale ddt della rai l’immagine si frizza e l’audio scopare spesso, il canale HD lo vedo solo a casa di amici, e sul satellite per un motivo di purò egoismo e idiozia la rai E’ CRIPTATA. quindi non viviamo nell’ eden.

    ad ogni modo è una polemica inutile per me, mi dispiace per i tifosi inglesi che ho letto si lamentano davvero molto per questa politica della BBC.

    tra l’altro la BBC ha avuto anche una notevole polemica a dicembre per un documentario sugli orsi che gli ha fatto perdere credibilità nel campo dei documentari, campo dove sono leader mondiali e traggono molti introiti dalla vendita all’estero dei diritti… magari i mancati introiti centrano qualcosa…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...