Sprint Cup – Kasey Kahne a tutto campo in vista del debutto al volante della Chevrolet dell’Hendrick Motorsports

Pubblicato: 8 febbraio 2012 da Giannazzo in nascar
Tag:, , , , , , , ,

Jerry Markland/Getty Images for NASCAR

Quella che sta per iniziare sarà una stagione cruciale per Kasey Kahne, che ha finalmente l’occasione di guidare per l’Hendrick Motorsports. Il 31enne di Enumclaw, tra le promesse della NASCAR fin dagli esordi, era stato messo sotto contratto da Rick Hendrick già nel 2010, ma è stato “parcheggiato” per un anno al Red Bull Racing, in attesa della scadenza del contratto di Mark Martin.

Alla fine della scorsa stagione, Kahne ha mostrato ottime prestazioni al volante della Toyota Camry #4, andando a vincere d’autorità la prova di novembre a Phoenix nell’annata che ha segnato la chiusura del team Red Bull, ed ora che Martin è passato al Michael Waltrip Racing, potrà andare ad occupare il sedile della Impala #5, una grandissima opportunità, ma anche un ruolo carico di aspettative, visto che potrà realisticamente puntare alla Chase fin da subito.

Kahne si è detto entusiasta di poter far parte dell’organizzazione più dominante degli ultimi anni. “Direi che l’attesa per me è stata grande” ha dichiarato. “Ho trascorso un anno cercando di non pensarci troppo, perché stavo cercando di dare il meglio per la squadra in cui mi trovavo, ma non vedevo l’ora di salire sulla #5, di lavorare con i ragazzi del Team Hendrick. Probabilmente il test di Daytona è stato i primo momento in cui mi sono sentito davvero parte del team, ed è stato davvero bello. Finora le mie aspettative sono state rispettate in pieno”.

Jared C. Tilton/Getty Images for NASCAR

Ad affiancarlo, nel ruolo di crew-chief, ci sarà, come ormai d’abitudine dal 2006, Kenny Francis: “Credo che Kenny sia stato parecchio eccitato ultimamente. Si capiva, nelle ultime gare della scorsa stagione, che era decisamente contento, come se si immaginasse il nostro futuro, dove saremmo andati. Per di più andavamo forte. Secondo me ci siamo ambientati bene. Ha avuto molto da fare per capire come lavorano all’Hendrick Motorsports e come costruiscono le vetture. Ci sono molte persone coinvolte, quindi entrare al meglio nel meccanismo richiede un po’ di tempo, ma lui sta facendo davvero un buon lavoro ed è decisamente felice della situazione e del lavoro che sta facendo”.

La struttura dell team Hendrick prevede una stretta collaborazione tra le quattro squadre ed una cooperazione ancora più profonda tra Jeff Gordon e Kasey Kahne, che divideranno lo stesso “capannone” nella sede del team, come accade per Jimmie Johnson e Dale Earnhardt Jr. “E’ stato divertente parlare con Jeff e cercare di capire come ragiona su certe cose. Anche il fatto che la vediamo diversamente su alcune cose sarà utile. Gli darò un punto di vista diverso ogni tanto e magari potrà servire perché lui è in questo sport da tanto tempo e forse è abituato ad affrontare le cose in un certo modo. Ha vinto moltissimo, per cui lavorare con lui è un’opportunità grandiosa per me”.

Jared C. Tilton/Getty Images for NASCAR

Kahne ha anche fatto parte del gruppo di piloti che hanno testato per la prima volta i prototipi delle quattro vetture che animeranno la Sprint Cup 2013. Il test, rigorosamente a porte chiuse, si è svolto il 1 febbraio all’Homestead Miami Speedway e Kasey si è detto favorevolmente impressionato dalla prima presa di contatto con la nuova Impala, che non è ancora stata presentata al pubblico, a differenza della Ford Fusion.

“Si capisce che hanno investito molto nel progetto perché l’auto si guida molto bene ed è molto molto bella, Penso che tutte le vetture presenti al test fossero molto belle. Penso che sarà molto divertente per i fans, che potranno distinguere la marca dell’auto al volo. All’inizio abbiamo fatto qualche giro da soli, per vedere come si comporta l’auto, in che modo si fanno sentire la downforce e le forze laterali, come va in curva e siamo rimasti molto soddisfatti. Poi abbiamo deciso di girare in quattro tutti insieme in gruppo in modo da poter provare diverse condizioni simili a quelle di gara, con piloti subito dietro o all’interno, ed è andato tutto molto bene. L’auto ha avuto sempre un comportamento molto costante. Sono finito di traverso qualche volta, ma per quello che abbiamo provato, la macchina è stata costante e divertente da guidare”.

Non resta che aspettare la 500 miglia di Daytona dunque, una gara da cui Kahne si aspetta molto, vista la caratura del team. “Penso che sarò molto carico dovunque, ma Daytona, con la grandezza della 500 miglia, una gara che tutti vogliono davvero vincere, sarà il massimo. Esserci con l’Hendrick Motorsports, un team che ha vinto la gara, è semplicemente fantastico. Di solito non mi entusiasmo per le qualifiche, ma la #5 ha fatto due pole position l’anno scorso con i restrictor plates, mentre io ero intorno alla 20esima o 30esima posizione, quindi sono eccitato all’idea di dare l’assalto alla prima fila. Sarà decisamente una settimana grandiosa e non vedo l’ora di scendere in pista”.

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...