John Harrelson, Getty Images for NASCAR

La stagione che inizierà il prossimo fine settimana con il Budweiser Shootout si preannuncia molto combattuta e foriera di sorprese. Alcuni grandi team come il Roush Fenway Racing e il Richard Childress Racing hanno dovuto ridurre il proprio impegno, passando da quattro vetture a tre, a causa dell’abbandono di diversi sponsor, come UPS, che hanno preferito puntare su un impegno ridotto su una vettura vincente, piuttosto che sponsorizzare per un’intera stagione un team da metà schieramento.

Questa situazione apre diversi spiragli per alcune organizzazioni che hanno deciso di puntare al top, come il Michael Waltrip Racing, che è passato da due a tre vetture con l’arrivo di Clint Bowyer, il Phoenix Racing, che ha ingaggiato Kurt Busch, o il Tommy Baldwin Racing, che ha messo David Ragan al volante della Ford #34.

In questa serie di preview andremo ad analizzare la situazione dei maggiori team della Sprint Cup in vista della nuova stagione.

Earnhardt Ganassi Racing with Felix Sabates (Chevrolet) ***

#1 Jamie McMurray – Bass Pro Shops/McDonald’s
#42 Juan Pablo Montoya – Target

Dopo una stagione decisamente al di sotto delle attese, il team di Chip Ganassi deve necessariamente ritrovare il bandolo della matassa, specialmente con Juan Pablo Montoya, che nel 2011 ha iniziato la stagione in modo positivo ma si è subito perso, preda di continui errori ed intemperanze. Il pilota colombiano sarà affiancato dal nuovo crew chief Chris Heroy, nella speranza che l’ennesimo cambiamento possa giovare al team della Chevy #42. Il team non può certo accontentarsi nuovamente di 3 pole position, 4 top-5 e 12 top-10 complessive. Una terza vettura potrebbe essere schierata con il numero #41 in alcune gare, ma non si conoscono né piloti né eventuali sponsor.

FAS Lane Racing (Ford) *

#32 Ken Schrader/Terry Labonte? – Federated Auto Parts/?

Programma ridotto per il team di Frank Stoddard, che nel 2011 ha schierato un totale di 8 piloti, presentando la #32 al via di tutte le gare della Sprint Cup e assicurandosi il 34esimo posto nella classifica Owners. Quest’anno invece solo Schrader è sicuro di avere un volante, tra l’altro a partire da Las Vegas, almeno per 9 gare. Ci sono contatti in corso anche con Terry Labonte, ma niente di definitivo. I punti Owners sono stati passati alla #55 del MWR per dare un posto garantito a Mark Martin per Daytona, visto che se corresse Labonte potrebbe essere al via in qualità di ex-campione della Sprint Cup.

Front Row Motorsports (Ford) **

#34 David Ragan – Maximum Human Performance/?
#38 David Gilliland – ModSpace/Maximum Human Performance/?

Il team di Bob Jenkins farà leva sui buoni risultati ottenuti da David Gilland nel 2011 per provare il salto di qualità in questa stagione. Per farlo ha aggiunto alla lineup del team David Ragan, in cerca di un rilancio dopo il disastroso 2011, e con lui il “peso” di Jack Roush, che aveva lasciato libero Ragan di inseguire un posto in Penske, ma lo ha poi appoggiato una volta sfumato il volante della #22. Gilliland ha offerto ottime prestazioni sui superspeedway nel 2011, quindi il team sarà da tenere d’occhio già a Daytona.

Furniture Row Racing (Chevrolet) ***

#78 Regan Smith – Furniture Row/Farm Bureau Car of the Heartland

L’unico team della Sprint Cup con sede in Colorado è reduce da un’annata memorabile, resa tale dal successo di Regan Smith a Darlington, in una delle gare più prestigiose del calendario NASCAR. A differenza di molte altre compagini, il Furniture Row ha vissuto un inverno piuttosto tranquillo e punterà a consolidare quanto ottenuto. Un’altra vittoria è forse sperare troppo, ma migliorare il record di 2 top-5 e 5 top-10 non è oltre la portata di Smith & Company. Il 28enne di Cato è migliorato in tutte le statistiche fondamentali e ha conservato il suo approccio molto modesto, per cui aspettiamoci una stagione solida.

Germain Racing (Ford) *

#13 Casey Mears – Geico

Mears ha conquistato un posto fra i primi 35 della classifica Owners, pur saltando la 500 miglia di Daytona e collezionando 8 ritiri, grazie ad una posizione media al traguardo di 28,8. L’obiettivo per il 2012 sarà confermare la posizione ottenuta anche dopo il passaggio da Toyota a Ford

Hendrick Motorsports (Chevrolet) *****

#5 Kasey Kahne – Farmers Insurance/Quaker State Oil/Hendrickcars.com
#24 Jeff Gordon – Drive to End Hunger/Dupont/Pepsi
#48 Jimmie Johnson – Lowe’s Home Improvement/Kobalt Tools
#88 Dale Earnhardt Jr –  Army National Guard/Diet Mountain Dew

La corazzata di Rick Hendrick è l’unica che sembra non risentire della situazione economica generale e continuerà con 4 vetture, aggiungendo anche diverse sponsorizzazioni attraverso il marchio Hendrickcars.com. Partito Mark Martin alla volta del Michael Waltrip Racing, all’HMS è arrivato Kasey Kahne, accompagnato dal crew chief Kenny Francis. Kahne è ora atteso al varco, proprio in virtù del sedile importante che andrà ad occupare dopo essere tornato su buoni livelli al Red Bull Racing. I cambiamenti interni apportati prima della stagione 2011 hanno dato i loro frutti: Jeff Gordon è finalmente tornato alla vittoria insieme ad Alan Gustafson e ora punta al quinto titolo. Per farlo dovrà necessariamente imparare dagli errori commessi nella Chase. Dale earnhardt Jr, anch’egli molto migliorato lo scorso anno, ha come obiettivo confermare la propria presenza ai playoffs e soprattutto interrompere la lunghissima striscia negativa che lo vede assente dalla victory lane da un’eternità. Jimmie Johnson ha visto finire il suo dominio sulla Sprint Cup, conquistando la peggior posizione in classifica generale dai tempi del suo esordio e tornerà in pista moto agguerrito, posizionandosi tra i favoriti assoluti, tanto per cambiare.

Joe Gibbs Racing (Toyota) ****

#11 Denny Hamlin – FedEx
#18 Kyle Busch – M&M’s/Snickers/Combos/Pedigree/Double Mint Gum
#20 Joey Logano – Home Depot/Dollar General

Nonostante i grattacapi che Kyle Busch ha dato a coach Joe Gibbs, gli sponsor della #11 non sono fuggiti e si sono accontentati di una riduzione degli impegni di Kyle al di fuori della Sprint Cup. Meno gare in NNS e NCWTS dovrebbero significare meno occasioni di fare cose di cui pentirsi e soprattutto una maggior concentrazione del pilota di Las Vegas sulla Sprint Cup, traguardo che ancora gli sfugge, nonostante il grande talento e le molte vittorie parziali. Il team della Toyota Camry #18 ha tutti i mezzi per puntare al titolo, così come quello della #11 di Denny Hamlin, che deve risolvere i suoi conflitti con le coperture Goodyear per tornare ai livelli del 2010. Discorso a parte per Joey Logano, che affronta una stagione cruciale in una condizione che peggiore non potrebbe essere. Lo sponsor Home Depot è stato trattenuto in qualche modo, pur con una riduzione dell’impegno, Greg Zipadelli è partito alla volta dello Stewart-Haas Racing e Joey dovrà rispondere ad un 2011 pessimo ripartendo praticamente da zero. In bocca al lupo.

JTG/Daugherty Racing (Toyota) **

#47 Bobby Labonte – Kingsford/Clorox/Scott Products/ Bush’s Beans

Il campione della Sprint Cup del 2000 è stato confermato al volante della Toyota #47 per un calendario completo. Il team tornerà ad avere una propria sede, dopo aver usufruito degli spazi del Michael Waltrip Racing nel 2011 e conquistato una top-5, il quarto posto nella Daytona 500, e 2 top-10. Se il team risponderà bene al cambiamento, l’esperto Labonte potrebbe portarlo nuovamente nella top-35 della classifica Owners.

Leavine Family Racing (Ford) *

#95 Scott Speed – WRL General Contractors

Al suo secondo anno di attività in Sprint Cup, il team della famiglia Leavine punta ad acquisire esperienza, disputando 15 gare con Scott Speed al volante della Ford Fusion #95. L’intenzione è quella di non parcheggiare la vettura pochi giri dopo il via, vedremo se sarà rispettata.

Michael Waltrip Racing (Toyota) ***

#15 Clint Bowyer – 5-hour ENERGY
#55 Mark Martin/Michael Waltrip – Aaron’s Dream Machine
#56  Martin Truex Jr. – NAPA AUTO PARTS

Il team di Michael Waltrip e Robert Kauffman è tra quelli che più sperano di guadagnare dalla diminuzione delle vetture di Roush e Childress. Proprio dal Richard Childress Racing è arrivato Clint Bowyer, con lo sponsor 5-Hour Energy, che sarà affiancato da Brian Pattie nel ruolo di crew chief. Il pilota di Emporia, Kansas, che nel 2011 ha mancato la qualificazione alla Chase a causa di ben 6 ritiri ed ha vinto la gara autunnale di Talladega, spera di portare molto in alto il team e sarà coadiuvato dal vecchio volpone Mark Martin, reduce da un’annata tutt’altro che esaltante all’Hendrick Motorsports. Martin correrà un programma parziale, dividendo la vettura con Michael Waltrip. Lasciato a piedi David Reutimann, è stato confermato invece Martin Truex Jr., che nella scorsa stagione è riuscito ad incappare in sfortuna ed errori proprio nelle gare in cui stava facendo cose discrete, salvo poi imbroccare quattro to-10 consecutive nelle ultime gare.

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia

commenti
  1. […] Seconda parte della carrellata sui principali team che prenderanno parte alla Sprint Cup 2012 con programmi completi o parziali. Per chi volesse, qui trovate la prima parte della preview. […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...