Sprint Cup – “Wild Thing” Kyle Busch vince lo Shootout dopo due salvataggi spettacolari

Pubblicato: 19 febbraio 2012 da Giannazzo in nascar
Tag:, , , , , , , , , , ,

fonte immagine: account twitter @NASCAR

Il primo appuntamento ufficiale della stagione 2012 è andato a Kyle Busch, che ha superato Tony Stewart sul traguardo grazie ad una mossa dell’ultimo secondo, al termine di una gara emozionante e caratterizzata da ben tre big-one.

Il draft di gruppo è decisamente tornato dalle parti di Daytona, grazie alle modifiche regolamentari apportate dalla NASCAR, ma lo spoiler posteriore molto ridotto, in combinazione con la pinna longitudinale sul tetto delle vetture, ha reso praticamente impossibile colpire, anche leggermente, un’altra stock-car al posteriore sinistro senza mandarla in testacoda.

I piloti della Sprint Cup lo hanno sperimentato sulla loro pelle nel corso del Budweiser Shootout, al punto che i 75 giri di gara, divisi in due segmenti da 25 e 50 tornate, sono stati interrotti da ben 5 bandiere gialle, per un totale di 22 giri, di cui tre dovute a quelli che gli americani chiamano “big-ones”, ovvero incidenti con molte vetture coinvolte.

Credit: Jamie Squire/Getty Images

Il primo big-one è avvenuto al giro 9, quando David Ragan ha mandato in spin Paul Menard, coinvolgendo anche Kasey Kahne, Denny Hamlin, Juan Pablo Montoya, Jeff Burton, Michael Waltrip e Jeff Gordon. All 54esima tornata è stato invece Martin Truex Jr. a causare la carambola, mandando in testacoda Marcos Ambrose e coinvolgendo anche Matt Kenseth, Joey Logano, Kevin Harvick e Dale Earnhardt Jr.

L’ultima gialla della serata è arrivata alla 74esima tornata, grazie ad un contatto tra Jeff Gordon e e Kyle Busch, che ha visto lo stesso Gordon procedere per 300 metri con la vettura ribaltata e messo fuori gioco AJ Allmendinger, Jimmie Johnson, Carl Edwards e Kurt Busch.

La gara è quindi finita in regime di green-white checkered e al restart Kyle Busch, autore in precedenza di due salvataggi spettacolari, con la vettura intraversata ad oltre 190 miglia orarie, si è incollato al paraurti di Stewart, spingendolo fino a un margine sufficiente a giocarsi la gara in due.

Credit: Matthew Stockman/Getty Images

Sul rettilineo finale, subito dopo che Steve Addington aveva avvisato via radio Stewart che Busch ci avrebbe sicuramente provato, il pilota di Las Vegas ha messo in pratica la più classica delle mosse da Superspeedway: si è sfilato dal posteriore della Chevrolet #14, destabilizzandola a sufficienza per rallentarla leggermente, e ha superato il campione in carica della Sprint Cup all’esterno con un tempismo perfetto. 13 millesimi di secondo è il margine con cui Kyle si è imposto, il più risicato della storia del Budweiser Shootout.

“Ragazzi, è stato eccitante dal mio punto di vista. Non posso ringraziare abbastanza questi ragazzi, che mi hanno dato una vettura di scorta (la macchina ufficiale è rimasta danneggiata nelle libere, ndr.) per vincere questa gara.” ha detto Busch. “La prima volta sono stato fortunato. Per la seconda posso dire che si è trattato di abilità. Stavo sterzando, frenando, accelerando, tutto nel tentativo di raddrizzarla e riprenderne il controllo[…]E’ stata una gara divertente. Siamo tornati a correre in gruppo. C’è una grande tensione. Non è come dal 2000 al 2005, in cui non ci si poteva fare bump drafting perché non si riusciva ad avvicinarsi all’auto davanti. E’ stato intenso. C’erano piloti che spingevano tutto il tempo e il posteriore dell’auto è davvero leggero. Dal mio sedile è stata una grande gara, spero lo sia stata anche per tutti gli altri”.

Sorridente anche Tony Stewart, nonostante la sconfitta. “Non so cosa avrei potuto fare per difendermi” ha dichiarato. “Sono tornato a divertirmi correndo a Daytona, cosa che non mi succedeva da un po’. Questo (modo di correre) è sicuramente meglio che stare a guardare uno spoiler posteriore per 500 miglia”.

Per Busch si è trattato della prima vittoria nel classico evento pre-stagionale, la prima anche per Toyota. Gli avvicendamenti al vertice sono stati 26, tra 13 piloti diversi, a testimonianza di una gara decisamente vivace.

Stay Tuned!

commenti
  1. Fangio43 scrive:

    Meno male che almeno si sono divertiti!

  2. Fangio43 scrive:

    Però sarei più tranquilla se potessi dare un’occhiata alla cartella clinica di Jeff Gordon….. almeno un mal di testa se lo deve essere procurato!

    • Giannazzo scrive:

      Il buon Jeff era sorridente dopo il botto e ha detto:

      “The roll was pretty soft and pretty easy,” Gordon said. “The protection we have inside these cars are amazing because I didn’t even hardly feel any of it. The toughest part was when you are laying upside-down and you can’t get out of the car. The roof was caved in a little bit, so that was no fun.”

      Domenica comunque dovrebbero darsi una calmata, visto che avranno girato parecchio e la gara è lunga🙂

  3. AleXio scrive:

    Spettacolo! Settimana prossima ne vedremo delle belle (p.s. sapete dove sarà possibile vederla in chiaro?)

    • Giannazzo scrive:

      Purtroppo non so nulla di trasmissioni in chiaro in italia. Se non sbagli la danno su satellite su MotorsTV, oppure bisognerà ricorrere al solito streaming, tipo il “sito del cartellino rosso immediato”🙂

  4. […] F2012.Vicky Piria in Gp3! Girl Power!L'affaire Trulli? Facciamolo diventare un punto di ripartenza!Sprint Cup – "Wild Thing" Kyle Busch vince lo Shootout dopo due salvataggi spettacolari Sprint Cup – Martin Truex partirà dalla Pole per il Budweiser Shootout, confiscati due pezzi […]

  5. Fangio43 scrive:

    Meno male…ero un po’ in ansia! Ma perchè, visto che queste macchine sono evidentemente progettate per una massima sicurezza, dobbiamo sempre sorbirci la favoletta che gli americani comprano il biglietto solo per vedere il “sangue” e, se non arriva al più presto se ne vanno ancora prima della fine? So per certo che il biglietto “costa un botto” e che anche gli americani “più trucidi” (quelli della leggenda) tendono a soffrire per la crisi economica per cui, se fossi loro e credo di esserlo anche se abusivamente, farei fruttare la spesa fino all’ultimo cent!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...