Sprint Cup – Arriverà la terza vittoria a sorpresa al Daytona International Speedway?

Pubblicato: 26 febbraio 2012 da Giannazzo in nascar
Tag:, , , , , , ,

Credit: Chris Graythen/Getty Images for NASCAR

Dopo le sorprese riservateci dalla Camping World Truck Series e dalla Nationwide Series, ci aspetta un atro vincitore inatteso nella 500 miglia di Daytona? Possibile? Quasi probabile.

IL CIRCUITO

Daytona rappresenta per le stock-cars il centro del mondo, con le sue 2,5 miglia di asfalto costruite vicino alla spiaggia di Daytona Beach, per volerer di Bill France, che hanno l’inizio ufficiale dell’epopea della NASCAR e, non a caso, occupano un posto molto speciale nel cuore degli appassionati di motori americani.

Le storie che circondano il superspeedway inaugurato nel 1959, ma ben presente nelle idee del fondatore Bill France già dal ’53, sono moltissime: una di queste racconta che France, a corto di fondi per terminare il circuito, si rivolse alla Coca-cola per ottenere un sostegno economico, che gli fu negato. Big Bill passò allora all’attacco presso la Pepsi-Cola, riuscendo a completare l’opera. Proprio in vistù di quell’accordo, fino al 2008 a Daytona non si è venduta nemmeno una bottiglia di Coca-Cola.

Il circuito è un triovale gigante, con curve da 31 gradi i banking, un backstretch da 3.000 piedi inclinato di 2 gradi e un frontstretch da 3.800 piedi inclinato di 18 gradi. Vi si disputano due gare: la Daytona 500 e la Coke Zero 400.

Lavelocità media raggiunta da Carl Edwards durante le qualifiche per la Daytona 500 di quest’anno (194.738 mph) è stata la più alta dal 1999, quando Jeff Gordon passò le 195 miglia orarie.

Negli ultimi tempi la Ford sembra avere un discreto predominio in Florida, tanto che entrambe le gare dello scorso anno sono andate ad alfieri del Roush Fenway Racing, Trevor Bayne e David Ragan, e la prima fila della Daytona 500 2012 è monopolizzata dalla casa dell’ovale blu.

Richard Petty guida la classifica dei pluri-vittoriosi sul circuito con 10 successi, seguito da  Cale Yarborough (9), Davide Paerson (8), Fireball Robert (7) Bobby Allison e il primo dei piloti in attività, Jeff Gordon (6).

IL SETUP

Il Daytona International Speedway si percorre con l’acceleratore piantato a fondo corsa per tutta la sua lunghezza, anche a causa dei restrictor plates che vengono utilizzati per limitare la potenza delle vetture dopo il terrificante volo di Bobby Allison nelle reti di contenimento di Talladega del 1987 . La scia è sempre stata determinante e ora, dopo la riasfaltatura avvenuta nell’inverno tra il 2010 e il 2011, è diventato molto vantaggioso trovare un partner con cui fare coppia e formare il cosiddetto tandem-draft.

Tra il 2011 e il 2012 la NASCAR è corsa ai ripari per cercare di limitare l’utilizzo del tandem drafting, lavorando sull’impianto di raffreddamento e sull’aerodinamica delle vetture. La 500 miglia di oggi è la prima vera prova con 43 vetture in pista e possiamo aspettarci un mix tra pack e tandem drafting, con una prevalenza del secondo nelle fasi finali di gara.

LA STRATEGIA

Stare alla larga dai guai, avere molta fortuna, trovarsi nel posto giusto nel finale e magari ritrovarsi un partner forte, avere molta fortuna, attaccare al momento giusto, avere molta fortuna.

Oltre a questo, potrebbe giocare un ruolo determinante effettuare l’ultimo rifornimento al momento giusto, in modo da avere carburante a sufficienza in caso di green-white-checkered.

I FAVORITI (MA CE NE SONO?)

Verrebbe da dire “tutti e nessuno”, perché davvero chiunque può avere una chance e la gara non è finita finchè non sventola la bandiera a scacchi, e a volte non basta nemmeno quello.

Partire dalla pole position in genere non conta praticamente nulla, tanto che sono solo 17 le gare vinte dalla prima posizione in griglia sulle 106 disputate.

Durante le Speedweeks si sono viste delle Ford decisamente in palla e un Tony Stewart in grado di resistere al rientro di un paio di tandem senza avere un partner, ma è difficile capire altro, se non che davvero non è mai detta l’ultima parola, come hanno dimostrato John King e James Buescher, vincitori in Camping World Truck Series e Nationwide Series.

L’appuntamento è per le 19 italiane circa, con la Daytona 500.

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia

commenti
  1. RN80 scrive:

    Da noi trasmette qualcuno? Sportitalia è saltata?

  2. mfabio83 scrive:

    che peccato… mi tocca davvero guardarmi tutte le gare con una settimana di ritardo… solo oggi son riuscito a recuperare i video della Shootout di domenica scorse e delle due Gatorade Duell di fine settimana.
    speravo di concludere la domenica con la 500.

    comunque di fortuna ce ne vuole molta, Kyle Busch ne ha avuta molta nella Shootout (ma anche un gran manico nel tenere la Camry per ben due volte passando dal banking alla parte piana come se nulla fosse)… un po’ meno Danica Patrick, jella all’ultimo giro e gran botto.

  3. Fangio43 scrive:

    Beh, se hai (abbiamo) accattato i Duel in tempo ragionevole…… perchè pensare di non riuscire a beccare anche la gara? Hai notato, durante le chiacchiere, la promozione di Car Warriors? Non mi vergogno di ammettere che ho scatenato una piccola caccia….. tanto la mia immagine non ha niente da perdere! Io sono una che, negli anni d’oro, si è seguita tutto il Wrestling…. e mi sono fatta una fugace che sia una cosa equivalente!
    E poi (resti tra noi tanto Giannazzo “non vede”) basterebbe evitare il blog per un paio di giorni in modo di non sapere i risultati! Io all’inizio lo facevo ma siccome non sono ancora riuscita a decidere per chi fare il tifo (stesso problema in Indy) perchè mi piacciono proprio TUTTI non prendo più nessuna precauzione!

    • mfabio83 scrive:

      lo scorso anno stavo lontano dai blog per il V8 supercars e il BTCC proprio per non sapere in anticipo il risultato, ma alla fine a volte i tempi per la pubblicazione dei video si allungavano e ho poi abbandonato quella abitudine guardando i video sapendo +/- i risultati. Con la NASCAR, almeno la Sprint Cup, vedo che la pubblicazione su youtube avviene in tempi abbastanza brevi…
      Alla fine, sapendo l’inglese così così e non conoscendo bene la categoria, è meglio, almeno per me, continuare a leggere gli articoli con la gara ancora da vedere… intanto mi faccio un po’ di cultura statunitense oltre alla serie Indy.
      Il tifo? idem anche io… per brand andrei sulle Dodge, ma è ancora tutto da rivedere… per ora mi son goduto due bei recuperi di Kyle Busch. aspetto di vedere altri in opera su casi estremi (oltre a quelli che per ora per ignoranza mia ignoro…) per poter scegliere il mio idolo!!

      buona 500 a chi la sta vedendo… o l’ha appena vista.

    • Giannazzo scrive:

      Ehi! Come sarebbe a dire “evitare il blog per un paio di giorni”???🙂

      Io Car Warriors ho provato a vederlo ma non mi è piaciuto un granché:-/

  4. […] più letti Sprint Cup – Arriverà la terza vittoria a sorpresa al Daytona International Speedway?Nationwide Series – Dal caos dell'ultimo giro spunta James BuescherF1, Ecco la nuova Ferrari […]

  5. Fangio43 scrive:

    Da come me lo immagino io (appellandomi alla mia “fantasia” bacata) potrebbe essere così TRUCIDO da appagare i miei bassi istinti! Una tantum, però…… come per i DIRT! SE mi capita, non gli negherò un’occhiata curiosa.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...