GP2, Valsecchi in pole: talento che emerge o tutta esperienza?

Pubblicato: 23 marzo 2012 da Massimiliano Palumbo in formula 1

Cominciamo dalla nota positiva, dopo un grave incidente in Turchia al debutto nel 2008 che gli ha fatto saltare alcune gare e un ritorno condito dalla vittoria a Monza, anni di tribolazioni in vari teams e risultati altalenanti, finalmente Davide dimostra il suo talento e piazza una perentoria pole position in Malesia.

Una favola dal lieto fine, dopo un inverno in sordina, il sogno F.1 non concretizzato, Davide firma per il team Dams campione in carica e si presenta a Sepang in forma strepitosa. Secondo nelle libere, primo in qualifica. Però un dubbio sorge, questa pole e il campionato che si spera sia affrontato tutto al top, sono sintomo di un talento che finalmente riesce ad esprimersi al meglio o molto è dovuto al fatto di ripetere per l’ennesima volta la GP2? Perchè questo è il 5 anno che Davide affronta il campionato propedeutico  alla F.1.

Non è domanda da poco in questo motorsport che cerca babydriver subito vincenti, che vuole risultati e subito. Esempi ne sono Hamilton, Rosberg, Hulkenberg, Perez, Kobayashi, tutta gente che ha vinto o si è portata al top nel giro di 2 anni, quando non ha vinto il titolo al debutto, ed è stata catapultata in F.1. Certo c’è anche chi, come Maldonado e Grosjean, che ci ha messo più tempo, ma in pista hanno sempre dimostrato molto e avevano bei santi in paradiso alle spalle. L’esempio classico è Pantano. Giorgio è un talento puro, cristallino, riconosciuto. Ma per qualche motivo non è mai riuscito a concretizzare. Vuoi, si dice, per il carattere e qualche scelta infelice di manager, vuoi per il budget non stellare a disposizione. Giorgio ha vinto la Gp2 da senatore nel 2008, ma è stato l’unico campione a non trovare posto in F.1. Proprio perchè considerato vecchio, vincitore “facile” in quanto fin troppo esperto rispetto al resto dello schieramento, e quindi senza reale valore. Magari sul padovano ha pesato anche l’anno in Jordan finito anzitempo senza risultati, con un pingpong di colpe tra team e pilota. Ma così van le corse. Ma sempre Pantano dimostra che i risultati in pista, quando ottenuti “per tempo”,  aprono le porte in Formula 1: nel 2002 avrebbe vinto il campionato di F3000 (due anni dopo sarebbe diventato Gp2) se la FIA non si fosse inventata la cazziata alla Lola per non squalificare il team di Bourdais, poi campione. Quell’anno fini 2° una stagione con finale avvelenatissimo, ma quei risultati,e il successivo anno sempre ad alti livelli, gli consentirono poi  il debutto in F.1. Cosa che non si è verificata al titolo di GP2, che ha invece aperto le porte del mondiale a tutti gli altri campioni. Un pò lo stesso discorso che si può fare per Filippi, pilota fortissimo, ottima seconda parte di stagione 2011, ma senza i santi di paradiso di Grosjean (anche lui ripetente) per lui niente Formula 1.

Ritornando a Valsecchi, saprà farsi valere e dimostrare il suo talento o verrà bollato come il senatore che vince facile su una massa di debuttanti?

Con la moria di italiani in F.1 io spero tanto la prima, ma la storia recente mi porta ad avere più di qualche dubbio… Lietissimo di essere smentito.

twitter: @palumbo_max

commenti
  1. MastroRaf scrive:

    Giusto per fare una precisazione, il fattaccio di Monza, dove l’avversario di Pantano vince gara e titolo con alettone irregolare, riguardava Björn Wirdheim, non Bourdais.
    Bourdais nel 2003 stava gia’ facendo grandi cose negli USA.
    Altra precisazione (giusto per essere antipatico fino in fondo :-p) l’ultimo campionato di F3000 fu vinto da Vitantonio Liuzzi con il team Arden di Christian Horner (che poi diventera’ Red Bull Racing nel 2005) nel 2004.
    Insomma, Bourdais, Pantano e Liuzzi, un bel terzetto di piloti che dalla F1 non ha raccolto IMO quanto meritato. Björn Wirdheim, il “cattivo” oestamente non ricordo che fine abbia fatto :-s

    • palumbomax scrive:

      eheheh hai ragione, era whirdeim, onestamente sono andato a memoria…comincia a fare cilecca😛
      Grazie per la precisazione, sistemo🙂

      aspè, la stagione a cui mi riferisco io è la 2002, con bourdais e enge squalificato per doping, in pratica mi ricordo che c’erano sostanzialmente tre campioni: enge ma squalificato per doping, giorgio ma con cazziata alla lola perde il titolo, e bourdais alla fine vincitore ai punti.

      A sto punto non mi ricordo il 2003😀 Ma su per giù sarà stata un’annata “normale”

      Ps
      Wirdeim “Nel 2004 è stato collaudatore e pilota di riserva della Jaguar Racing in Formula 1. Nella stagione 2005 ha corso nel campionato Champ Car in America con il team HVM di Keith Wiggins, lasciandolo dopo 11 gare.”

  2. MastroRaf scrive:

    Ricontrollo anch’io
    In effetti avevo in mente Enge. Non tanto per il doping, quanto per il fatto che aveva corso a Monza con l’ala posteriore irregolare, e che poi aveva evitato la squalifica portando via il campionato a Pantano con non so piu’ quale artificio regolamentare

    • palumbomax scrive:

      Garda, vado a memoria. Se non erro aveva l’ala posteriore montata al contrario o quasi. Nel regolamento o nei suggerimenti della Lola non vi era scritto nulla a riguardo. E quindi invece che penalizzare il team, hanno “cazziato ” la Lola e addio titolo meritatissimo

  3. peppe1981 scrive:

    A me sembra che il pilota pescato a Monza con un’ irregolarità tecnica all’alettone posteriore era Pizzonia,che era arrivato secondo e fu squalificato.
    Quanto a Valsecchi, non sarebbe corretto a mio avviso dire che ottiene risultati solo perchè è il senatore che vince facile in mezzo ai debuttanti.
    Valsecchi in Gp2 ha fatto bene anche quando non era il senatore, ha vinto gare e il campionato della Gp2 Asia, lo stesso titolo che ha contribuito a portare in F1 2 piloti che non più tardi di settimana scorsa tutti hanno elogiato come Kobayashi e Grosjean.
    Solo che il giapponese dopo aver vinto quel titolo (e aver fatto una stagione anonima nella Gp2 Main Series) fu portato in F1 dalla Toyota avendo l’opportunità di mettersi in luce e di far vedere il suo talento, al pari di Grosjean che dopo quel campionato vinto (e una mezza stagione nella Main Series) fu portato in F1 dalla Renault .
    Nel caso di Valsecchi,invece, a quella vittoria non segui’ una reale opportunità in F1 perchè non aveva un costruttore alle spalle o sponsor importanti.
    Eppure quando Davide successivamente ha girato con l’attuale Caterham ha fatto bene, guadagnandosi la stima del team e degli ingegneri (non il posto in squadra perchè ovviamente non ha i soldi di Petrov).
    Negli altri paesi sono molto bravi a sostenere i loro piloti, li “pompano” anche quando non lo meritano, noi i nostri dobbiamo imparare a supportarli molto meglio, specie quando sono bravi come Valsecchi. Già in F1 non ne abbiamo e in Gp2 sono pochi…
    Oggi Autosport, attenzione ho detto Autosport, parla bene di Valsecchi, sosteniamolo anche noi in Italia!

    • palumbomax scrive:

      peppe lo so che può sembrare un discorso antipatriottico, specie con sti chiari di luna. ed è anche vero che altri paesi spingono fortissimo per piloti tutt’altro che irresistibili. da questo punto di vista è vero, dobbiamo, devo, fare molto ancora.

      però parlando obbiettivamente il dubbio viene…la mia paura è che valsecchi domini, e poi faccia la fine di pantano…e non vorrei…già ci siamo giocati pantano, filippi e mortara. Bruni, Bobbi Toccacielo e tanti altri spediti nelle GT…

      il cuore spera che lui, onidi, ceccon, marciello, rigon, bortolotti ed anche mortara arrivino un giorno in f1, ma guardando la realtà…aggiungici che non abbiamo l’appogio di gravity o della mclaren, i soldi redbull, o gli appogli di maldondo, senna e kobayashi… e manco la Csai che mouve un dito. Valsecchi è come se fosse un “vorrei ma non posso”, ottime prestazioni ma sul campionato alla lunga si perde.

      tornando a monza, Coloni fece ricorso sulle due Arden di Björn Wirdheim e Tomáš Enge, ma senza fortuna…

  4. Denis 68 scrive:

    Forza Valsecchi (GRINTA DAVIDE GRINTA) quest e il tuo anno. Chi sono bravissimi piloti Italiani come Valsecchi, Bortolotti, Ceccon e Mortara ma quelli in rosso non ne vogliano sapere di Italiani.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...