F1 GP MALESIA: LE PAGELLE

Pubblicato: 27 marzo 2012 da Depailler on Tyrrell P34 in autosport, Autosprint, caterham, cosworth, dagli archivi, ferrari, fia, formula 1, FOTA, Lotus, mazzoniadi, McLaren, MERCEDES, pirelli, rai, REDBULL, renault, SAUBER, segnalazioni, Senna, williams
Tag:,

pagelle malesiane di depailler on tyrrell p34 e peppe191181

Vettel 4: lamentarsi della radio non serve…fino al 1985 non l’avevano in auto eppure le gare le facevano comunque

Webber 6: ne carne ne pesce

Button 5: il professore degli anni 2000è da mandare a ripetizione questa volta

Hamilton 7: partire dalla pole come in Korea ed australia non gli porta poi molta fortuna…artiglia un terzo posto che gli risulterà utile verso fine campionato secondo me

Alonso8: vince da far suo,come lui sa fare. Penso avesse un assetto misto già deciso al sabato perchè nel bagnato andava veramente forte

Massa 2: come detto dopo il gran premio di melbourne qualcuno gli spieghi che per mantenere la famiglia esistono anche altre categorie

Rosberg 5: mi sa che la sindrome di Amon si è impadronita di lui

Schumacher 5: consiglio di rivedersi le sue 18vittorie nel bagnato….come dite? Ah si non guidava la mercedes…questa mercedes

Raikkonen6,5: prima gara sull’acqua della nuova era affrontata senza problema

Grosjean 3: vuoi vedere che se Briatore lo aveva silurato era perchè…Le occasioni sprecate sono 2su 2…e si sa non c’è il due senza il tre…mentre il quarto…

Kobayashi 6,5: oggi sovrastato da perez ma autore di ottimi sorpassi. Da capire se in sauber hanno differenziato le tattiche ed a lui è capitata la peggiore

Perez: vorrei dargli10….ma anche3 perchè con un auto superiore di un secondo al giro devi dire al tuo ingegnere di tacere che tanto con il drs in rettilineo fai tempo a bere un bicchiere d’acqua mentre sorpassi il tuo avversario senza rischiare chissà che…A meno che non sia partito qualche ordine di squadra come purtroppo quel team radio inopportuno  fa pensare.

Di resta6,5: raccoglie il massimo

Hulkenberg 6,5: idem come sopra con questa force india di più non si può

Ricciardo 7: che fantastici sorpassi all’esterno

Vergne 7: la bandiera rossa gli stravolge una gara che stava gestendo con saggezza ma raccoglie comunaue i primi punti della carriera…Buemi chi?!

Maldonado 6,5: altri punti persi,ma stavolta non per colpa sua

Lalli Senna8: quando ce vo ce vo….e oggi ci sta. Grandissima rimonta.

Kovalainen5 : naviga nella mediocrità

Petrov 5: idem come sopra. Ad un certo punto ha staccato la ferrari,pensava di essere tornato allo scorso anno quando era più avanti…poi si è reso conto che era quello dietro di lui era  massa

Glock sv: ditemi che voto dovrei dargli

Pic sv: c’è chi gioca alla f1 con la ps3 e chi con18milioni di euro con la marussia

Kartikeyan9: è quello che ci ha rimesso di più con l’interruzzione…Perdere l’opportunità  in pista di gestire e difendere il risultato che si era costruito è ingiusto.Poi la pista si asciuga e ciao…

De la rosa sv:

Vettel: 5. In qualifica è ancora dietro a Webber, seppure con le dure. In gara non è il Vettel che abbiamo ammirato sul bagnato in altre occasioni. L’incidente con Karthikeyan (per il quale il pilota indiano viene sanzionato) lo priva comunque di punti buoni in ottica campionato.

Webber: 6.5. Finalmente non perde posizioni al via. Durante tutto il week end,sia sull’asciutto che sul bagnato, le sue prestazioni sono a livello di quelle del più titolato compagno di squadra, se non addirittura migliori. Peccato che la RedBull non sia più l’astronave del 2011.

Button: 4. Siamo severi con lui perchè queste sono le sue gare e invece butta via punti preziosi in un contatto con Karthikeyan dove stavolta la colpa è tutta dell’inglese. Ancora dietro ad Hamilton in qualifica (seppur di poco), appare sorprendentemente in difficoltà anche nella seconda parte di gara.

Hamilton: 7.5. Bicchiere mezzo pieno: è ancora sul podio e guadagna terreno su Button e Vettel.

Bicchiere mezzo vuoto: non è riuscito ancora a vincere nonostante 2 pole e una macchina estremamente competitiva. Certo ieri ha pagato anche gli errori del box (leggi soste troppo lunghe).

Alonso: 9.5. Dopo 2 gare è in testa al mondiale guidando una Ferrari che a stento riesce ad entrare in Q3. Non durerà, d’accordo. Ma intanto il merito è tutto suo. Veloce, grintoso ed esente ad errori nonchè coadiuvato perfettamente dai box (finalmente!) . Ringrazia l’errore di Perez e porta a casa un successo insperato. Adesso tocca alla Ferrari dargli una macchina degna del suo talento.

Massa: 2. Cosa dire? Gli danno un telaio tutto nuovo per fugare qualsiasi dubbio (o alibi?).  E’ contento se prende “solo” 3-4 decimi da Alonso, segno della sua inesorabile involuzione e di una manifesta ammissione di inferiorità. Semplicemente impresentabile in gara dove solo la bandiera a scacchi lo salva dal doppiaggio. Urge cambiamento.

Rosberg: 5. Ancora una volta battuto da Schumacher in qualifica e ancora una volta alle prese con i cronici problemi di  gomme della Mercedes in gara. Ma Schumacher, che era precipitato in fondo dopo il contatto con Grojean, gli arriva davanti!

Schumacher: 6.5. Il voto è la media tra la grande qualifica e una gara un pò cosi’: certo si ritrova indietro per colpe non sue e alla fine artiglia pure il piazzamento a punti, ma lo Schumacher che eravamo abituati a vedere sul bagnato era un’altra cosa.

Raikkonen: 8.5. Ottima qualifica e gara molto convincente. Iceman è tornato e lo conferma con quella che era la sua specialità: il giro più veloce in gara.

Grosjean: 4. Sembra tornato il primo Grosjean, quello irruento e facile all’errore. In qualifica era rientrato un pò nei ranghi dopo l’exploit dell’ Australia.  Colleziona zero punti in due gare non riuscendo a capitalizzare una Lotus competitiva. Ha, però, il potenziale per riscattarsi.

Kobayashi: 6.  E’ costretto al ritiro in una gara dove si era ben comportato. Il problema, però, è che Perez ha fatto vedere ben altro. Dietro al compagno sia in qualifica (asciutto) che in gara (bagnato poi umido): a questo punto non credo che i due avessero assetti opposti.

Perez: 9.5. Gli avrei dato il massimo se avesse vinto, cosa che era ampiamente nelle sue possibilità senza quell’errore, a meno che non vogliamo entrare nel campo delle ipotesi….L’unica certezza che ho è che la sua gara rimane in ogni caso superba.

Di resta:7.5. Davanti al compagno di squadra sia in qualifica che in gara che nella lista dei giri più veloci. Ancora nella top ten dopo l’Australia, ma qui il bottino è più sostanzioso.

Hulkenberg: 6.5. Dopo l’incolpevole ritiro di Melbourne, chiude a punti a Sepang (nono) una gara positiva, prende un voto in meno rispetto a Di Resta perchè perde il confronto interno. Di poco,ma lo perde.

Ricciardo: 6.5. A tratti è velocissimo passando all’esterno chiunque gli si pari davanti, ma arriva fuori dai punti, come si spiega? Fa 4 soste contro le 2 del compagno di squadra e in gare come queste la strategia conta a volte più della velocità.

Vergne:7.5 In qualifica è ancora dietro a Ricciardo, ma in gara raccoglie i primi punti della carriera (ottavo) in una gara dalle condizioni molto difficili, soprattutto se sei al secondo Gp della tua carriera in F1.

Maldonado: 6. In qualifica è ancora (molto) avanti a Senna, ma senza un errore poteva accedere in Q3.  Costretto al ritiro in gara quando è in zona punti,meriterebbe una multa per aver cosparso d’olio mezza pista per raggiungere i box, anzichè parcheggiare la vettura nella via di fuga più vicina.

Lalli Senna: 8. Prima della bandiera rossa ha fatto già due pit stop in pochi giri segno di idee non proprio chiarissime. Ma quando la corsa riprende azzecca tutte le mosse e soprattutto ha un gran ritmo, tanto che il suo giro più veloce è migliore di quelli di Hamilton e Alonso. Maldonado sembra più veloce (almeno in condizioni normali), ma i primi –pesantissimi- punti alla Williams li porta lui.

Kovalainen: 5. Queste gare sono l’unica occasione credibile per i nuovi team di sperare di raccogliere punti. Lui,invece, arriva dietro a Petrov.

Petrov: 6. Lontano dalla zona punti, si toglie comunque la soddisfazione di precedere il più quotato Kovalainen in una gara dalle condizioni difficili.

Glock: 7. Gli và riconosciuto l’impegno e l’abnegazione che ci mette. La Marussia è meno competitiva della Caterham, ma nella lotta per il decimo posto tra i costruttori la scuderia russa è davanti proprio grazie al quattordicesimo posto in Australia di Glock, che a Sepang si mette dietro Kovalainen.

Pic: 5.5. Per un debuttante non fare errori e vedere il traguardo in questo tipo di gare è già qualcosa, ma lui prende quasi un giro da Glock. Troppo.

Kartikeyan: 5.  Si trova in zona punti al momento dell’interruzione perchè è tra i pochissimi che non si è mai fermato ai box. La sua unica speranza è che la corsa non riprenda: sarebbe l’unica opportunità di conservare la posizione e prendere mezzo punto, risultato che darebbe alla squadra forti chance di precedere a fine anno Caterham e Marussia, ottenendo l’ultimo posto disponibile per la spartizione dei diritti. Per sfortuna sua e della squadra la gara riprende e lo passano tutti com’è normale che sia, anzi Button nel tentativo lo tampona pure. Nel contatto con Vettel la colpa invece è tutta dell’indiano.

De la rosa: 5. Per un pilota della sua esperienza concludere la gara davanti a Kartikeyan per appena 6 secondi non può essere una soddisfazione.

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...