F1, Webber non proprio un ragazzo coi piedi per terra…

Pubblicato: 15 aprile 2012 da Massimiliano Palumbo in ACO, back to the future, dagli archivi, endurance, formula 1, LE MANS, youtube motorsportrants
Tag:, , , , , , ,

Quando pensi al motorsport in pista, pensi ad auto incollate all’asfalto, grip mostruosi, aderenze stratosferiche. La Formula 1 poi… Sigillate all’asfalto!! Ma c’è un pilota, sempre lo stesso, che riesce a dimostrare il contrario. Un “aviatore” dei tempi moderni, uno che proprio non riesce a rimanere incollato all’asfalto! C’è qualcosa lassù che lo ispira proprio tanto! E così, ogni tanto, ci prova, ad andare lassù. Con ottimi risultati peraltro.

Oggi altro tentativo, il volo non è riuscito granchè, ma lo spettacolo c’è stato tutto! Fra qualche anno potrà dire ai suoi nipoti di essere stato l’unico pilota capace di impennare con un Formula 1… Una Penna da far impallidire anche Valentino Rossi!

Allora scopriamo chi è, questo aviatore denojaltri! Ma ovviamente è lui: Mark Webber! Vediamo oggi cosa ha combinato…

Ma un paio di volte gli era riuscita molto meglio…

Valencia 2010 con la RedBull

ma sopratutto Le Mans 99 con la Mercedes!

Noi ci ridiamo su perchè, ovviamente, ogni volta non si è fatto sostanzialmente nulla🙂

twitter: @Palumbo_Max

commenti
  1. Dany_M scrive:

    RedBull ti mette le aaaaliiiii

  2. Fangio43 scrive:

    Dany M sei sempre uno dei miei preferiti!

    • Dany_M scrive:

      Ahah grazie.

      Cmq dio benedica Webber, mi ha tenuto sveglio ieri mattina.
      Non solo per questo ma anche per le belle battaglie in pista. Lui e pochi altri, altrimenti sarebbe stata l’ennesima noia

  3. 27rosso scrive:

    Il secondo video riguarda il volo di Dumbreck e non di Webber che volò durante il warm-up.
    Webber volò sul rettilineo delle Hunaudieres dopo la seconda chicane in cima al dosso, prima della curva di Mulsanne.

    Non ci sono video del volo di Webber a Le Mans ma solo una immagine della Mercedes rovesciata in pista e con il pilota che sta uscendo dall’auto

    • Dany_M scrive:

      Io non li posso vedere i video(sempre per quelle cause di forza maggiore) ma mi ricordo bene il volo di Webber a Le Mans. Mi ricordo però che avevo visto il video su youtube qualche anno fa, magari non è più disponibile.
      Gli è andata bene che ha picchiato al suolo con la parte posteriore della vettura se no erano guai seri. Ha pure rischiato di finire in mezzo al bosco… spero per lui che la fortuna non lo abbandoni mai

  4. Mick83 scrive:

    Vero il secondo video riguarda Dumbreck.
    Quello di webber è questo

  5. RN80 scrive:

    Ecco il volo di Webber a LM, mi ricordavo di averlo visto da qualche parte!
    Cmq a Dumbreck gli è andata bene, almeno Webber è rimasto in pista!http://www.motorsportblog.it/post/3329/lo-scatto-in-corsa-indimenticabile

  6. Dany_M scrive:

    Scusate ma quanti ne ha fatti?
    Io mi ricordavo questo

  7. RN80 scrive:

    Riassumendo a LM nel 99 ci furono due decolli della Mercedes. Il primo durante le prove (di Webber), di cui non c’e’ il video ma solo la parte finale postata da MICK83 e le foto sul mio link. S i riconosce xche’ la macchina dopo il botto e’ in pista. Il secondo fu di Dumbrek al sabato pomeriggio/sera durante la corsa e si riconosce xché la macchina usci dalla pista schiantandosi nel boschetto. Certo che uscire 2km prima e sarebbe atterrato nel ristorante che e’ di fianco all’henaudieres!!

    • PalumboMax scrive:

      Ok, facciamo un po di chiarezza… Webber è volato due volte, giovedì sera e sabato mattina. Ma di questi due voli ci sono praticamente nessuna immagine, Dumbrek invece è quello ripreso ed è stato in gara sabato sera. Dopo di che, mercedes ha deciso di ritirare le vetture

      Da wikipedia

      Tre CLR vengono iscritte alla 24 Ore di Le Mans
      1999, durante le prove di qualifica del giovedi
      suona il primo campanello d’allarme, la Mercedes
      pilotata da Mark Webber sta affrontando il
      dosso che precede la curva Indianapolis a circa
      320 km/h, improvvisamente decolla e compie un
      doppio tonneau per poi ricadere sulle ruote. La
      vettura viene riparata e si ripresenta
      regolarmente nel warm-up di sabato mattina
      delle ore 9.00, al primo giro di pista sempre con
      Mark Webber alla guida, la CLR decolla
      nuovamente questa volta sul dosso di Mulsanne
      [1] a circa 340 km/h, inizialmente si impenna
      poi ricade sul tetto, macchina semidistrutta e
      pilota indenne ma sotto shock.
      Sale la preoccupazione e la tensione nei box
      della Mercedes, ma alla fine si decide di
      prendere il via, le due vetture vengono
      assettate in modo meno rigido e con più carico
      aerodinamico, per precauzione la CLR di Webber
      non viene schierata. Poco prima delle ore 21.00
      la CLR condotta da Peter Dumbreck mentre è in
      scia ad una Toyota GT-One sul dosso prima della
      curva Indianapolis decolla come un aereo,
      compiendo una serie di flip per poi atterrare
      nel bosco a 30 metri dalla pista; il pilota è illeso
      ma sotto shock, mentre la vettura è distrutta.
      Immediatamente viene fermata via radio anche
      l’ultima CLR in gara e la squadra Mercedes si
      ritira dalla corsa.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...