NASCAR – Intervista esclusiva al leader della classifica della K&N Pro Series East, Darrell Wallace Jr.

Pubblicato: 19 aprile 2012 da Giannazzo in nascar
Tag:, , , , ,

credits: Getty Images For NASCAR

Dopo lo splendido successo nella seconda prova di campionato, Darrell Wallace Jr. è il principale candidato alla vittoria della K&N Pro Series East ed uno dei più brillanti talenti che stanno emergendo dalle serie regionali della NASCAR.

Il 18enne di Mobile, Alabama, ha iniziato a correre a nove anni e nel 2006 ha vinto la bellezza di 11 gare sulle 38 disputate nella categoria Bandolero, impreziosendole con 34 top-5.

Nel 2007 e passato alle Late Model e nel 2008 è stato il più giovane vincitore di una gara della categoria al Franklin County Speedway. Dopo aver vinto il titolo di Rookie Of The Year nella serie UARA, con tre successi e 11 top-5, è passato alla K&N Pro Series East, rampa di lancio ideale per puntare alle serie top della NASCAR.

Wallace ha conquistato il primo successo nella serie al Greenville-Pickens Speedway nel 2010, diventando, con i suoi 16 anni, 5 mesi e 19 giorni, nonché il primo pilota afro-americano ad imporsi nella K&N Pro Series.

Fino ad ora ha totalizzato 6 successi e 11 top-5 in appena due stagioni, cogliendo nel 2011 anche il secondo posto nella classifica generale.

Nel corso della sua giovane carriera, Wallace è anche entrato a far parte del programma di promozione di giovani talenti “Drive For Diversity”, organizzato dalla NASCAR per dare un’occasione anche a piloti di culture ed etnie che difficilmente riescono ad emergere, ed ora è inserito nel programma di sviluppo del Joe Gibbs Racing, con cui ha svolto diversi test, nel corso dell’inverno, su una vettura Nationwide.

In questa stagione dovrebbe affrontare 4 gare della Nationwide Series, con la prospettiva di ben figurare e attrarre sponsorizzazioni in vista di un maggior impegno futuro.

credits: nascarhometracks.com

Come è  iniziata la tua passione per il motorsport? Come hai scelto di correre nelle stock-cars?

“La mia passione per il motorsport è cominciata quando mio padre ha comprato una Harley Davidson. Ha comprato la sua moto in un negozio il cui proprietario, Chris Rogers, guidava anche Go-Kart e ha invitato me e mio padre a vederlo correre. Ne momento in cui ho visto quei kart girare in pista ho saputo che quello era ciò che desideravo fare.” 

Come sei entrato nel programma di sviluppo del Joe Gibbs Racing?

“Ho ricevuto una telefonata dal programma di sviluppo del JGR nel 2008, dopo aver vinto il titolo di Rookie Of The Year nella serie UARA per Late Models. Sono stato il più giovane vincitore nella serie, a 14 anni.”

Cosa ti piace di più delle gare per stock-cars?

“Adoro andare su piste nuove ed essere veloce”

Al di là del lavoro, sei un fan del motorsport? Segui serie tipicamente europee come la Formula 1?

“Decisamente sono un fan del motorsport. Non conosco molto bene i campionati di stampo europeo, ma mi piace parecchio la fidanzata di Lewis Hamilton!”

Abbiamo letto che hai fatto diversi test con una vettura di Nationwide Series durante l’inverno. Quali differenze ci sono rispetto ad una Late Model della K&N Pro Series?

“La differenza principale tra una vettura Nationwide e ua K&N è che quest’ultima ha 600 cavalli circa, mentre la Nationwide arriva a 700 cavalli. La K&N è semplicemente la versione precedente della Nationwide (prima delle COT, ndr). Un’altra differenza sta nel peso.”

Qual è la tua pista preferita e perché?

“La mia pista preferita è Dover, per le alte velocità e la forza G che si percepisce.”

Come si svolge la tua settimana tipo, a campionato in corso?

“Durante il campionato, di solito passo la settimana alla sede del team, a preparare la vettura per la gara successiva.”

Hai appena ottenuto la tua prima vittoria della stagione con una prestazione dominante a Greenville. Quali pensi che siano i tuoi principali avversari per il titolo?

“I miei rivali per il titolo della K&N Pro Series East sono Corey Lajoie, Sergio Pena e Brett Moffitt”

Quanto è difficile per un giovane pilota trovare nuovi sponsor, farli felici e salire la scala della NASCAR con la situazione economica attuale? Il programma Drive For Diversity della NASCAR ti è di aiuto?

“E’ molto difficile trovare sponsor per un pilota giovane, specialmente in questo momento economicamente non facile. Questo è anche il motivo per cui correrò solo quattro gare in Nationwide e non tutta la stagione. In ogni caso sono fortunato ad avere questa opportunità. Spero di far bene in quelle poche gare e attrarre l’attenzione di qualche sponsor. I programma Drive For Diversity mi è stato molto utile. Ho avuto molta esposizione mediatica durante i ‘provini’ e le riprese del reality Changing Lanes. Non faccio più parte del programma, ma penso che sia un buon modo per far acquisire a giovani piloti l’esperienza e le conoscenze che altrimenti non potrebbero ottenere. E’ un ottimo modo di mostrare il proprio talento. La partnership con la NASCAR è fondamentale sotto ogni aspetto, da quello finanziario a quello degli sponsor etc.”

Vuoi dire qualcosa ai fan italiani?

“Vorrei ringraziare tutti i fan italiani miei e della NASCAR per il loro supporto. Magari un giorno potrò visitare il vostro bellissimo paese!!”

per chi volesse approfondire:

Sito ufficiale di Darrell Wallace Jr.
Pagina Fan su Facebook
Account Twitter ufficiale 

credits: Getty Images For NASCAR

English Version

Here’s the english version of the interview with Darrell Wallace Jr., for those willing to enjoy his exact words🙂

How did your passion for motorsports start? How did you choose to race stock cars?

“My passion for motorsports began when my father bought a Harley Davidson motorcycle. He took his bike to this motorcycle shop and the owner Chris Rogers was driving Go-karts and invited me and my dad to watch him race. The moment I saw those Karts going around the track I knew that’s what I wanted to do.”

How did you enter the JGR development program?

“I got a call from JGR development program in 2008 after winning the Rookie of the Year Title in the UARA late model series. I was the youngest winner in the series at just 14 years old.”

What do you like most in stock-car racing?

“What I like most about stock-car racing is going to new tracks and going fast!”

Outside of your work, are you a motorsport fan? Do you like european-centered series such as Formula1?

“Outside of work I am definitely a motorsports fan. I don’t have a lot of knowledge about the European Series, however I do like Lewis Hamilton’s girlfriend!”

We read you tested a Nationwide car several times this winter, what are main difference between that car and the late model you drive in the K&N Series?

“The main difference between a Nationwide car and a K&N car is the East car has 600 HP and the Nationwide car has 700 HP, the K&N car is simply the old style Nationwide car. Other differences is the weight of the cars.”

What’s your favorite track and why?

“My favorite track is Dover because of the speed and the G-forces!!”

What’s your typical week like during the racing season?

“My typical week during race season consist of working at the shop getting my car ready for the race on the weekend.”

You just earned your first K&N win of the year with a dominant performance at Greenville. Who will be your main rival for the K&N East Title?

“My main rivals for the K&N East Title are Corey Lajoie, Sergio Pena, and Brett Moffett”

How tough is for a young driver to find sponsor, keep them happy and move up on the NASCAR ladder with the actual economic situation? Is the Drive for Diversity program helping you?

“It is very difficult for young drivers to find sponsorship, especially during these hard economic times. That is the reason why I am only racing in 4 Nationwide races and not a full season due to lack of sponsorship. However I am very blessed to get this opportunity. Hopefully I will do well in these few races to catch the eyes of a sponsor out there. The Drive for Diversity Program was very beneficial for me. I gained a lot of exposure during the combine (tryouts for the program) and the filming of the reality show “Changing Lanes”. However I am no longer a part of the D4D program, but I think it is a good way for young drivers to gain the knowledge and experience they would not otherwise be able to. It is always a great way to show case your talent. The partnership with Nascar is critical from all aspects, financially, sponsorship, etc….”

Do you want to say something to the italian NASCAR fans?

“I would like to thank all of my Italian Nascar fans for their continued support. Perhaps one day I will be able to visit your beautiful country!!.”

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia
twitter: gian_138

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...