Sprint Cup – Brad Keselowksi la spunta tra gli incidenti grazie a una mossa inusuale ai danni di Kyle Busch

Pubblicato: 7 maggio 2012 da Giannazzo in nascar
Tag:, , , , , , , , , , , , ,

credits: Getty Images For NASCAR

Grazie ad una spinta all’ultimo giro da parte di Kyle Busch, Brad Keselowski ha trionfato nella Aaron’s 499 sul circuito di Talladega, dopo una gara ricca di colpi di scena ed incidenti.

Il secondo successo stagionale del pilota del Penske Racing è arrivato in regime di Green-White-Checkered, dopo una gara in perfetto “Talladega style”, caratterizzata da una prima fase di studio e da un finale flagellato da una serie di incidenti, che hanno portato al classico sprint finale. 

Fin dal via si sono alternati al comando diversi piloti e tutto il gruppo ha cercato di adattarsi al meglio alle condizioni di gara, tenendo costantemente d’occhio le temperature di esercizio del motore, che con le modifiche regolamentari, introdotte a partire da Daytona, viaggia costantemente al limite del surriscaldamento, specie con le temperature ambientali più alte di maggio.

Solo una bandiera gialla ha interrotto i primi 144 giri di gara, causata dalla rottura del motore della Chevrolet #78 di Regan Smith, ma non sono mancate altre sorprese, come la rottura della pompa dell’olio che ha messo fine alla gara di Ryan Newman e Jimmie Johnson, causando una certa preoccupazione a tutti i motorizzati Chevrolet/Hendrick. Quello del cinque volte campione poi, è stato il suo primo ritiro per rottura del motore da più di 140 gare a questa parte.

credits: Getty Images For NASCAR

Anche il consumo di carburante ha causato non pochi grattacapi e molti piloti si sono ritrovati a secco con qualche giro di anticipo su quanto preventivato, tanto che al giro 144 sia Harvick che Kenseth si sono ritrovati a procedere lentamente in pista, così come Kurt Busch. Proprio in quel momento però, Dave Blaney ha toccato al posteriore Aric Almirola, che era rimasto senza benzina e stava scendendo sotto la doppia riga gialla, innescando il primo big one della giornata, in cui sono rimasti coinvolti anche  Martin Truex Jr, Juan Pablo Montoya, Carl Edwards e Jeff Gordon, il quale ha anche definito “decisamente comica” la dinamica dell’incidente.

Marcos Ambrose, Casey Mears e Trevor Bayne sono stati protagonisti della bandiera gialla del giro 182, che ha visto Kevin Harvick usufruire del Lucky Dog, mentre una toccata di Brad Keselowski ha mandato in testacoda Kurt Busch, ottimo fino a quel momento, al giro 182, mettendo fine alle speranze di ben figurare del pilota di Las Vegas.

L’ultima delle 5 gialle della giornata è arrivata immediatamente dopo, quando in fase di restart Denny Hamlin ha deciso di spostarsi dalla traiettoria più esterna verso quella centrale ed AJ Allmendinger, preoccupato di restare isolato, ha tentato di chiudere la porta, andando a colpire l’anteriore della Toyota #11 e innescando un altro big one, che ha tolto di scena, tra gli altri, anche Tony Stewart, Kevin Harvick, Michael Waltrip, Paul Menard e Joey Logano.

Le gare sui superspeedway sono sempre una questione di opportunità, tempismo e fortuna, oltre che di bravura, e la Aaron’s 499 non ha fatto eccezione: all’ultimo restart Matt Kenseth e Greg Biffle, apparsi per lunghi tratti i più in forma, hanno portato il loro attacco immediatamente, guadagnando un buon margine, ma esponendosi così al ritorno degli avversari. Il tandem formato da Brad Keselowski e Kyle Busch li ha superati a tutta velocità all’esterno andando a prendersi un vantaggio sufficiente a giocarsi tra loro.

E qui è arrivato il capolavoro di Keselowski, che ha guidato il tandem in un’entrata alta in curva 3, per poi buttarsi verso l’apron in curva 4, sfruttando l’elevato banking per guadagnare velocità e scollarsi dal paraurti Kyle Busch, che non è più riuscito a farsi sotto per provare la mossa, anch’essa un classico, che ha regalato la vittoria a Joey Logano nella gara della Nationwide Series di sabato, tagliando il traguardo a tre decimi di secondo dalla Dodge Charger #2.

“Me l’ero studiata in caso mi fossi trovato al comando all’ultimo giro” ha detto Keselowski. “Ci ho pensato e ripensato e, quando in curva 3 ci siamo trovati solo io e Busch, sapevo cosa fare. Sono entrato alto in curva 3 e mi sono buttato all’interno, rompendo il tandem. Questo mi ha permesso di arrivare senza problemi alla bandiera a scacchi. Non è stato facile convincere me stesso a provarci, ma è stata la mossa giusta. Sono contento che abbia funzionato”

Alle loro spalle, Kenseth a regolato il gruppo dei superstiti, precedendo Kasey Kahne, GregBiffle, Clint Bowyer, David Ragan, Trevor Bayne, Dale Earnhardt Jr. e Jeff Burton.

Come detto, per Keselowski si è trattato della seconda vittoria stagionale, la seconda in carriera a Talladega e la sesta su 99 presenze in Sprint Cup. E’ stata anche al prima vittoria di una Dodge a Talladega dal 1976.

La classifica generale  vede sempre al comando Biffle, con 378 punti. Al secondo posto sale Kenseth (371), che scavalca Earnhardt Jr. (369). Un po’ più staccato troviamo Hamlin (351), seguito da Harvick (333), Truex (332), Stewart (328), Johnson (324), Kyle Busch 308 e Bowyer (302). Precipita fuori dalla top-10 Edwards (300), che in questo momento sarebbe fuori dalla Chase, a vantaggio di Keselowski e Newman, che detengono le due wild card.

Ordine d’arrivo della Aaron’s 499

1 13 2 Brad Keselowski Miller Lite Dodge 194 47 4 120.1 $305,745 Running 2 10
2 21 18 Kyle Busch M&M’s Toyota 194 43 1 106.2 $263,298 Running 1 1
3 10 17 Matt Kenseth Best Buy Ford 194 43 2 128.5 $225,701 Running 7 73
4 5 5 Kasey Kahne Farmers Insurance Chevrolet 194 41 1 88.4 $155,090 Running 2 11
5 6 16 Greg Biffle 3M/O’Reilly Auto Parts Ford 194 40 1 118.4 $143,540 Running 3 15
6 24 15 Clint Bowyer Aaron’s/Alabama National Championship Toyota 194 38 82.9 $146,554 Running
7 32 34 David Ragan Front Row Motorsports Ford 194 37 85.6 $137,723 Running
8 11 21 Trevor Bayne(i) Motorcraft/Quick Lane Tire & Auto Center Ford 194 0 87.8 $110,565 Running
9 18 88 Dale Earnhardt Jr. National Guard/Diet Mountain Dew Chevrolet 194 36 1 88.4 $120,765 Running 1 10
10 29 31 Jeff Burton Caterpillar Chevrolet 194 35 1 83.3 $143,640 Running 2 3
11 23 1 Jamie McMurray Bass Pro Shops/Tracker Boats Chevrolet 194 33 71.6 $133,013 Running
12 4 43 Aric Almirola VeriFone Sail Ford 194 32 95.3 $137,716 Running
13 26 38 David Gilliland Taco Bell Ford 194 31 73.8 $115,688 Running
14 3 9 Marcos Ambrose Stanley Ford 194 30 97.4 $126,613 Running
15 2 22 AJ Allmendinger Shell Pennzoil/AAA Dodge 194 29 86.6 $139,305 Running
16 41 93 Travis Kvapil Burger King/Dr. Pepper Toyota 194 29 1 56.3 $125,063 Running 1 1
17 17 27 Paul Menard Menards/Turtle Wax Chevrolet 194 28 1 67.9 $103,330 Running 3 10
18 25 13 Casey Mears GEICO Ford 194 27 1 73.6 $106,138 Running 1 2
19 9 55 Michael Waltrip Aaron’s Color Your Way Toyota 194 26 1 97.7 $93,680 Running 1 21
20 33 51 Kurt Busch Phoenix Construction Services Inc. Chevrolet 193 25 1 96.6 $111,602 Running 2 4
21 42 47 Bobby Labonte Bush’s Beans Toyota 192 23 56.0 $100,105 Running
22 34 10 David Reutimann Tommy Baldwin Racing Chevrolet 192 22 52.7 $91,380 Running
23 22 11 Denny Hamlin FedEx Express Toyota 192 22 1 66.9 $132,771 Running 3 8
24 8 14 Tony Stewart Office Depot/Mobil 1 Chevrolet 190 21 1 88.6 $140,180 Running 1 16
25 20 29 Kevin Harvick Rheem Chevrolet 184 20 1 55.7 $136,016 Accident 1 1
26 30 20 Joey Logano Dollar General Toyota 184 18 62.3 $96,955 Accident
27 39 23 Robert Richardson Jr.(i) North TX Pipe Toyota 182 0 44.8 $85,405 Accident
28 15 56 Martin Truex Jr. NAPA Auto Parts Toyota 166 16 53.1 $114,569 Accident
29 28 32 Terry Labonte C&J Energy Ford 143 15 48.8 $92,655 Accident
30 38 36 Dave Blaney Golden Corral Chevrolet 142 14 68.2 $85,955 Accident
31 7 99 Carl Edwards Fastenal Ford 142 13 66.1 $130,546 Accident
32 12 42 Juan Pablo Montoya Target/Kraft Chevrolet 142 13 1 67.4 $114,146 Accident 2 3
33 1 24 Jeff Gordon DuPont Chevrolet 142 11 66.1 $137,866 Accident
34 40 83 Landon Cassill Burger King/Dr. Pepper Toyota 141 10 73.4 $110,250 Accident
35 19 48 Jimmie Johnson Lowe’s Chevrolet 61 10 1 76.2 $130,691 Engine 1 5
36 14 39 Ryan Newman Bass Pro Shops/Tracker Boats Chevrolet 42 8 35.9 $127,763 Engine
37 36 97 Bill Elliott NEMCO Motorsports Toyota 37 7 31.0 $83,430 Electrical
38 43 33 Tony Raines Little Joe’s Autos Chevrolet 32 6 28.4 $91,082 Engine
39 27 30 David Stremme Stock Car Steel and Aluminum Toyota 30 5 32.5 $79,550 Transmission
40 31 78 Regan Smith Furniture Row Chevrolet 15 4 36.0 $87,275 Engine
41 37 87 Joe Nemechek(i) AM/FM Energy Wood & Pellet Stoves Toyota 7 0 28.4 $79,025 Vibration
42 16 26 Josh Wise # Morristown Driver’s Service Ford 5 2 29.8 $79,355 Rear Gear
43 35 98 Michael McDowell Curb Records Ford 2 1 26.3 $78,681 Vibration

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia
twitter: gian_138

commenti
  1. […] Se avete evitato il report della gara per non sapere in anticipo chi ha vinto, ora potete leggerlo andando qui […]

  2. […] Se avete evitato il report della gara per non sapere in anticipo chi ha vinto, ora potete leggerlo andando qui […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...