Archivio dell'autore

Credits: Getty Images For NASCAR

La Capital City 400 , disputatasi Richmond International Raceway, ha continuato il trend delle ultime gare, che hanno visto la bandiera gialla sventolare per poche volte. Eppure il RIR, storicamente, è un circuito dove le bandiere gialle non si sono mai fatte attendere. In questa edizione della gara primaverile, solamente cinque volte abbiamo visto la pacecar in pista.  Alla fine, Kyle Busch ha vinto, chiudendo un weekend magico per lui, che lo ha visto vincitore anche nella gara Nationwide , la sera prima, anche se indirettamente. Dietro di lui,  si sono piazzati, rispettivamente secondo e terzo,  Dale Earnhardt Jr e Tony Stewart. Vediamo cosa hanno avuto da dire riguardo la gara svoltasi sabato scorso. (altro…)

Annunci

Getty Images For NASCAR

SPRINT CUP SERIES

Dopo la riasfaltatura, si va più veloci a Pocono: Quando la Sprint Cup tornerà, a giugno, a Pocono, tutti si aspettano che venga battuto il record del circuito. Secondo i piloti, che stanno testando in questi giorni, proprio a Pocono, ci sono tutti i presupposti perché il record del circuito da 2.5 miglia venga stracciato.  Addirittura, Kasey Kahne ha girato, in media, per un numero consistente di giri,  di 2 miglia orarie più veloce di sé stesso quando ha stabilito , nel 2004, il record in qualifica del circuito della Pennsylvania alla velocità di 172.533 miglia all’ora, mentre Jamie McMurray è stato colui che ha stabilito le velocità di punta maggiori.  Tutto ciò è avvenuto in condizioni meteo davvero ottime con temperature non troppo calde, meno di 20 gradi mercoledì mattina, e con un asfalto che , a detta di Kahne, ha un grip formidabile. (altro…)

Credits: Getty Images For NASCAR

Come lo scorso weekend , in Texas, la STP 400 ,al Kansas Speedway,  si è rivelata una gara con pochissime bandiere gialle , tre, mai così poche per il circuito del Kansas,  ma con tanti duelli in pista. Alla fine l’ha spuntata Denny Hamlin, già vincitore a Phoenix,  dopo aver combattuto per la leadership con Martin Truex Jr, a secco invece da 174 gare. Jimmie Johnson, vincitore proprio al Kansas Speedway lo scorso autunno,  che ha dato l’ultima vittoria a Hendrick, la 199esima, si è piazzato terzo, penalizzato sicuramente dalle soste in pit road non troppo veloci e da una strategia non azzeccata in pieno. Proprio Truex e Jimmie ripercorrono la gara attraverso questa intervista. (altro…)

credits: Getty Images For NASCAR

La Samsung Mobile 500 del 2012 verrà ricordata negli annali  come la gara più veloce mai svolta al Texas Motor Speedway con una media di circa 160 miglia orarie, cioè 500 miglia in poco più di 3 ore.  Solo due bandiere gialle nei primi 100 giri,  poi solo green flag racing. Biffle ha vinto ma ha dovuto scontrarsi con Jimmie Johnson , che ha disputato un ottima gara, piazzandosi al secondo posto. Altro protagonista è stato Mark Martin, piazzatosi terzo, dopo una gara solida e costante nella top 10. Proprio Johnson e Martin, ex compagni di squadra all’Hendrick Motorsports, ci raccontano la gara dal loro punto di vista. (altro…)

Ci siamo finalmente! I lavori per le modifiche al Bristol Motor Speedway, tanto attese e volute dai fan, sono finalmente partiti.  Lo Speedway ha annunciato mercoledì che Bruton Smith, presidente di Speedway Motorsports Inc., società proprietaria del Bristol Motor Speedway, terrà una conferenza stampa, il 25 aprile, con cui ufficializzerà l’inizio delle operazioni di cantiere che accenderanno i riflettori  sullo Speedway da mezzo miglio del Tennessee.

Smith  ha recentemente confermato che si comincerà rimuovendo le barriere SAFER ,  per poi concentrarsi  sulla sede stradale, completamente da modificare in modo da renderla più conforme possibile a quella pre-2007, anno in cui è stato modificato lo Speedway nello stato in cui è ora.  Smith ha deciso di riconfigurare ancora il Bristol Motor Speedway in seguito alla penuria di spettatori registrata, solo 102.000 spettatori “ufficiali”, ma a occhio sembravano molti di meno,  contro una capienza effettiva di 160.000,  in occasione della gara del 18 marzo scorso, la Food City 500.

Credit: Todd Davis, LAT USA

SPRINT CUP SERIES

Hendrick Motorsports ritira la macchina #48 di Daytona: Ricorderete tutti le proteste  che si sono sollevate  riguardo le presunte irregolarità che la macchina #48 di Johnson aveva avuto durante il weekend di Daytona , lo scorso febbraio, causando una temporanea penalizzazione del team di 25 punti e la sospensione per sei gare del crew-chief Chad Knaus.  Ebbene, l’Hendrick Motorsports ha deciso di ritirare quella macchina, che farà compagnia, nel cosiddetto cimitero delle macchine di Dale Earnhardt Jr., a Cleveland County, North Carolina, a quella di Montoya ,schiantatasi contro il jet-dryer , sempre a Daytona lo scorso febbraio ,  causando quella infinita bandiera rossa durata più di 2 ore e facendo finire la gara alle 7 del mattino ora italiana.  Rick Hendrick ha dichiarato che , ritirando la macchina #48 ,  finalmente finiranno gli incubi di quel famigerato mese (febbraio-marzo) quando il team si è  visto piovere addosso centinaia di critiche e l’attenzione di tutti i media sia sportivi  che non. Molti hanno subito sostenuto che, nel  ritirare la macchina incriminata, Hendrick ha  indirettamente  ammesso che la macchina fosse illegale nonostante la sentenza di  John Middlebrook che non ha ritenuto  colpevole l’Hendrick Motorsports.  Sembra che questa vicenda non conosca fine! (altro…)

credits: Getty Images For NASCAR

Domenica  abbiamo assistito ad un gara a dir poco incredibile. Martinsville si è riconfermato un tracciato dove la vittoria deve essere contesa fino agli ultimi giri e ne sanno qualcosa sicuramente Jeff Gordon e Jimmie Johnson che hanno dato vita a un duello davvero emozionante, degno di Martinsville.

Comunque, altri piloti hanno fatto una buona gara , a  partire da AJ Almendinger e Dale Jr ,  rispettivamente secondo e terzo al traguardo. entrambi rilasciano le proprie dichiarazioni riguardo la corsa disputata nello Short Track della Virginia. (altro…)

Photo by Justin Edmonds/Getty Images for NASCAR

Dopo i cambiamenti promessi da Bruton Smith, Presidente del Bristol Motor Speedway, entro la gara estiva di quest’anno, che si svolgerà ad agosto,  tutti si chiedono se lo Short Track del Tennessee tornerà come quello ante 2007 quando lo spettacolo era assicurato e il ‘bump and run‘ era uno stile di correre tipico del “World’s Fastest Half Mile”.  Negli ultimi giorni,  si è accesa una discussione riguardo quale sia, a tutt’oggi, lo short track predominante nella NASCAR. (altro…)

Robert Laberge/Getty Images for NASCAR

L’Auto Club 400 di domenica scorsa è stata una gara davvero particolare in tutti i sensi a causa dell’assenza di bandiere gialle prima dell’interruzione per pioggia, sfociata poi nella sospensione definitiva della quinta prova della Sprint Cup. Il punteggio, comunque, è stato pienamente attribuito, dato che la metà gara è stata raggiunta e passata abbondantemente. Infatti sono stati percorsi 129 giri su 200 cioè quasi due terzi di gara.
Due piloti che hanno fatto una buona impressione nella gara in Southern California, sono Kyle Busch e Dale Jr, i quali rilasciano le loro opinioni riguardo la gara. (altro…)

credits: Getty Images for NASCAR

Sprint Cup

Ancora poche settimane al rilascio dei dati dell’EFI: John Darby, direttore della Sprint Cup Series, ha dichiarato che tra poche settimane verranno rilasciati i dati riguardanti l’EFI (il sistema elettronico di pescaggio della benzina). Darby però è un pò scettico su questi dati perché pensa che i pilotin on ne trarranno grandi vantaggi in restart. Lo stesso Darby ha dichiarato: “Non importa cosa fa un pilota durante un restart con l’acceleratore ma, al contrario, è molto importante mettere a punto le fuel map e la strategia del carburante prima e durante la gara. [….] Una volta ottenuti i dati, potremo usarli a nostro piacimento e renderli noti ad ogni gara”. Darby ha inoltre detto che ci sono stati piccolo inconvenienti con l’EFI durante le prime tre gare ma ha subito chiarito che la situazione era già sotto controllo. Il problema che Brad Keselowski ha avuto al Las Vegas Motor Speedway, non era altro che un guasto alla pompa elettrica del carburante, situata nel bagagliaio. Staremo a vedere nelle prossime settimane come la situazione evolverà, una volta che l’EFI sarà operativo al cento per cento, potremo dire che la NASCAR ha fatto un importante progresso per stare al passo con la tecnologia. (altro…)

Photo by Geoff Burke/Getty Images for NASCAR

La Food City 500 di domenica è stata una gara in cui lo spettacolo non è certo mancato. Questa corsa verrà ricordata per il duello infinito tra Brad Keselowski, il vincitore, e Matt Kenseth, arrivato secondo, che ha infiammato una gara con poche bandiere gialle, una rarità per Bristol, diventata abitudine dopo il reconfig del 2007. Sarà proprio Matt Kenseth a dare la sua versione della gara esprimendo le sue impressioni. (altro…)

credit: Getty Images for NASCAR

credit: Getty Images for NASCAR

NASCAR SPRINT CUP

Il presidente del Media Group, Brooks, lascierà la NASCAR a maggio: Paul Brooks, il senior vice-president della NASCAR e presidente del NASCAR Media Group, lascierà la NASCAR il 4 maggio 2012 per concentrarsi meglio su altri affari sia personali che non. Brooks, che è stato con la NASCAR per 19 anni, continuerà a dare un contributo nelle aree chiave come i rapporti con le TV e la strategia con gli stessi media. Uno dei suoi contributi più importanti è stato, senza dubbio, la firma dei contratti stipulati tra i vari network televisivi ( FOX, FX, NBC, Turner e SPEED,) e in seguito anche con ABC/ESPN. Brooks ha avuto anche il merito di essere tra quelli che hanno lanciato una stazione radio, in onda 24 ore su 24, che fosse esclusivamente dedicata alla NASCAR. Quindi, insomma, Brooks è stato senza dubbio uno degli uomini che ha permesso alla NASCAR di essere oggi uno sport diffuso a livello planetario. (altro…)

Tom Pennington/Getty Images for NASCAR

La Kobalt Tools 400, terza prova della Sprint Cup, ha sancito un cambio di leadership in campionato. Arrivando a Las Vegas, al primo posto c’era Denny Hamlin, scavalcato da Greg Biffle, terzo sul traguardo di Las Vegas.

Domanda: Greg, sei il leader del campionato dopo 3 gare e, senza dubbio, hai fatto un buon inizio di stagione, cosa ne pensi?

Risposta: “Si, certamente abbiamo fatto un buon inizio di stagione e per questo devo ringraziare Matt Puccia, il mio crew chief, che ci ha dato competitività. Questo team aveva bisogno di un leader che prendesse in mano la situazione e fino ad ora Matt ci è riuscito pienamente. Siamo partiti noni e arrivati terzi quindi, tutto sommato, un buon weekend. Eravamo un po’ più veloci l’anno scorso qui e, comunque, sapevamo che sarebbe stata una battaglia dura oggi competere per la leadership. Sapevamo che c’erano macchine più veloci della nostra e ,quindi in definitiva, abbiamo cercato di conservare la nostra posizione ed è cio che è successo oggi, Era chiaro che Tony e Jimmie erano più veloci di noi e che Kenseth era un pò meglio messo di noi, quindi, sai, non mi lamento della terza posizione. Ma, comunque, lavoreremo duramente perchè vogliamo vincere come Tony ha fatto oggi”. (altro…)