Posts contrassegnato dai tag ‘barber indycar 2012’

Continua il magic moment di Helio Castroneves: dopo la vittoria di St. Petersburg il brasiliano conquista la pole position a Barber. Prima fila anche per il sempre più convincente James Hinchcliffe, migliore della pattuglia del team Andretti, mentre Dixon, Conway, Hildebrand e Kanaan completano una Fast six che ha dato vita ad una lotta serratissima per la pole (i primi tre sono racchiusi in 52 millesimi). (altro…)

Annunci

La nebbia ha rovinato la terza e ultima sessione di libere dell’ Honda Indy Grand Prix of Alabama. Il fitto programma di gare che si disputeranno questo fine settimana sul tracciato di Barber (oltre all’Indycar anche Indy Lights, Star Mazda e GrandAm) ha portato gli organizzatori a fissare alle 8 del mattino l’orario d’inizio della sessione: mai scelta fu più infelice visto che a quell’ora la foschia mattutina non si era ancora diradata, impedendo all’elicottero di sicurezza di potersi levare in volo. (altro…)

La pioggia ha condizionato la seconda sessione di libere dell’Honda Indy Grand Prix of Alabama spingendo i piloti a girare poco o a non scendere affatto in pista (tra questi anche quelli del team Penske), visto che per il resto del fine settimana si prevedono meteo favorevole e asfalto asciutto.
Tra i piloti che hanno comunque deciso di cimentarsi in pista, il più veloce è risultato Takuma Sato, che ha percorso appena 3 giri, ma ha azzeccato il momento giusto dato che successivamente è aumentata l’intensità della pioggia. (altro…)

Ad appena una settimana dalla gara di apertura di St. Petersburg, l’ IndyCar scende di nuovo in pista questo week end per il secondo appuntamento della stagione 2012: l’ Honda Indy Grand Prix of Alabama.
Teatro della sfida è il Barber Motorsports Park di Birmingham, principale centro dello Stato dell’ Alabama nel sud-est degli Usa.
La pista, intitolata a George Barber, l’uomo che ne ha voluto la costruzione, sorge all’interno di un vasto parco e presenta numerose variazioni altimetriche che seguono l’andamento naturale del terreno, cosi’ come accadeva in generale per i circuiti old style.
Vista la grande passione di George Barber per le moto, all’interno del parco sorge un museo, il Barber Vintage Motorsport Museum, che si propone di ripercorrere la storia della produzione motociclistica (e non solo) mondiale: ospita più di 1200 tra macchine da corsa e moto ed è considerato il più grande museo motociclistico al mondo, nonchè la più grande collezione di macchine da corsa Lotus. (altro…)