Posts contrassegnato dai tag ‘darlington’

credits: Getty Images For NASCAR

La NASCAR ha prontamente comminato diverse multe per i fatti accaduti in pit road a Darlington, che hanno visto coinvolti Kurt Busch e la crew della Chevrolet #39 di Ryan Newman e dello Stewart-Haas Racing.

Dopo un incidente in pista, in cui Busch è andato in testacoda coinvolgendo indirettamente Newman, con il risultato di spedire entrambi contro le barriere interne del Darlington Raceway, il pilota di Las Vegas ha pensato bene di passare ad elevata velocità attraverso la piazzola del rivale, rischiando di travolgere meccanici e commissari. A gara finita, Busch ha poi tamponato Newman in pit road, scatenando le ire della crew avversaria, che si è scagliata verso la piazzola del Phoenix Racing, con il gasman Andrew Rueger a fare la parte del leone. (altro…)

credits: Getty Images For NASCAR

Il dopo gara di Darlington è stato animato da un’aspra polemica, sfociata in rissa, tra i meccanici del Phoenix Racing e quelli dello Stewart-Haas Racing. La causa dello screzio? Il comportamento di Kurt Busch.

Il pilota di Las Vegas, vincitore della Sprint Cup 2004, sta vivendo un inizio di stagione difficile con il Phoenix Racing di James Finch, team con un budget decisamente limitato che doveva segnare un nuovo corso per Busch, fatto di autocontrollo e di un comportamento in pista ineccepibile, dopo il licenziamento da parte del Penske Racing.

(altro…)

credits: Getty Images For NASCAR

Vittoria agrodolce a Darlington per Joey Logano, che ha conquistato il secondo successo stagionale in Nationwide Series dopo aver involontariamente rovinato la gara di Elliott Sadler.

Denny Hamlin ha scavalcato il poleman Ricky Stenhouse Jr. dopo nemmeno 20 giri e ha dominato per lunghi tratti la VFW Sport Clips Help a Hero 200, percorrendo anche il maggior numero di giri in testa (103). (altro…)

credits: Getty Images For NASCAR

Ad un anno dal successo a sorpresa di Regan Smith, la Sprint Cup torna a Darlington per la Southern 500, con diversi candidati alla vittoria, tra cui spiccano soprattutto Jeff Gordon, Greg Biffle e Denny Hamlin.

Il circuito

Darlington, una cittadina da nemmeno 7000 anime nella Carolina del sud, può contare su uno degli speedway più temuti dell’intero calendario della Sprint Cup. Soprannominata “the lady in black” (a causa del colore prevalente dei muretti dopo la gara) o “the track too tough to tame” (la pista troppo difficile da padroneggiare), la pista di Darlington deve la sua fama principalmente alla sua singolare forma “a uovo”, con due curve molto ampie da una parte e due decisamente più strette all’altra estremità. (altro…)

Jeff Zelevansky/Getty Images for NASCAR

Sprint Cup News

Ufficializzate le date di Richmond e Watkins Glen per il 2012 – Le due gare del Richmond International Raceway si svolgeranno il 28 aprile e l’ 8 settembre, mentre la Sprint Cup farà tappa al Watkins Glen International il 12 Agosto

Nessuna penalità per il Richard Childress Racing in seguito al “caso Menard” – Dopo le allusioni fatte da diversi piloti, soprattutto da Jeff Gordon, in merito al “provvidenziale” testacoda di Paul Menard nel finale della gara di Richmond, Mike Helton aveva annunciato che la NASCAR avrebbe aperto un’inchiesta ufficiale per appurare se il team RCR avesse orchestrato l’uscita di pista della Chevy #27 quando mancavano 15 giri alla bandiera a scacchi. Nonostante le comunicazioni radio in cui Menardchiedeva se c’era bisogno di una gialla, così come tutto il resto del dialogo con il crew chief Slugger Labbe fossero più che sospetti, nessuna azione disciplinare è stata presa dalla NASCAR. Molto probabilmente si è preferito, come è consuetudine dalle parti di Daytona, non intervenire su un risultato acquisito, ma mandare un messaggio a tutti i team perché fatti del genere non si ripetano e la competizione non degeneri, soprattutto in vista di una fase ricca di tensione come la Chase. La motivazione ufficiale per la mancata sanzione è che non ci sono prove per determinare con certezza che l’incidente sia stato volontario. Come si dice, parlare a nuora perché suocera intenda. (altro…)

Truex per prati a Daytona, fonte nascarmedia.com

Martin Truex Jr. – detto fatto, il misero ventisettesimo posto rimediato a Richmond dalla #56 del michael waltrip racing, causato da un errato fissaggio di una ruota ai box e da un eccesso di velocità in pit lane, ha sortito l’effetto minacciato via radio da un furioso Martin Truex. A darlington saranno 4 le facce nuove nella crew del pilota d del New Jersey. Eric Maycroft, Ricky Coleman, Daniel Rankin e Jake Bzozowski sono stati promossi dal programma Nationwide del team.

Trevor Bayne – il giovane vincitore della 500 miglia di Daytona é stato dimesso dall’ospedale di Rochester, Minnesota, dove era ricoverato per risolvere i continui problemi di salute, sorti all’inizio di aprile in coincidenza con il morso di un insetto. Bayne aveva già saltato la gara Nationwide di Richmond e salterà anche quella di Darlington. Dalle dichiarazioni dei medici che lo hanno curato, le condizioni del pilota del team Roush Fenway Racing non sono preoccupanti e sono tenute sotto continuo controllo. Il team é fiducioso riguardo un suo rientro in tempo per Dover.

Hylton vinse a Talladega nel 1972

James Hylton – settantaseseienne della Virginia, 601 gare in Sprint Cup tra il 1964 e il 1993 tra cui due vittorie, James hylton tenterà di stabilire un record per il pilota più anziano al via di una garze della nationwide Series. La sua presenza allo start di Darlington pare assicurata dal fatto che al momento si sono presentate solo 41 vetture. Se dovessero aggiungersene altre, Hylton sarebbe costretto a qualificarsi in base alla velocità. Hylton sarà al volante della stock numero #0 del JD motorsport.

I contratti di Montoya ed Edwards – mentre il pilota colombiano, almeno per il momento, non può dire nulla riguardo al suo contratto se non che ha parlato con Chip Ganassi e che attualmente si trova bene dove sta, in casa Roush Fenway Racing fervono i lavori per proporre un accordo di prolungamento a Carl Edwards. Il presidente del team, Steve Newmark, ha detto che i contatti proseguono per far incontrare le esigenze di pilota, sponsor (in particolare Aflac) e team. (altro…)