Posts contrassegnato dai tag ‘Hendrick Motorsports’

credits: Getty Images For NASCAR

Jimmie Johnson ha sfoderato una prestazione dominante a Darlington, imponendosi nell’11esima prova della Sprint Cup e marcando la 200esima vittoria per l’Hendrick Motorsports.

Il pilota della Chevrolet Impala #48 ha interrotto un digiuno che durava dal’ottobre del 2011, liquidando in restart, in regime di green-white-checkered, la minaccia di un arrembante Tony Stewart e di un consistente Denny Hamlin, nonostante la preoccupazione per la quantità di benzina rimasta nel serbatoio, ed ha colto il suo secondo alloro a Darlington, il 56esimo in carriera su 374 presenze in Sprint Cup, tutte con lo squadrone di Rick Hendrick. (altro…)

Annunci

Jeff Bottari/Getty Images for NASCAR

A partire dalla gara di Talladega del 6 maggio prossimo, la NASCAR introdurrà un nuovo template per la verifica dei montanti posteriori delle vetture, in modo da evitare vicende analoghe a quelle che hanno visto coinvolto il team Hendrick e la vettura di Jimmie Johnson. (altro…)

Credit: Todd Davis, LAT USA

SPRINT CUP SERIES

Hendrick Motorsports ritira la macchina #48 di Daytona: Ricorderete tutti le proteste  che si sono sollevate  riguardo le presunte irregolarità che la macchina #48 di Johnson aveva avuto durante il weekend di Daytona , lo scorso febbraio, causando una temporanea penalizzazione del team di 25 punti e la sospensione per sei gare del crew-chief Chad Knaus.  Ebbene, l’Hendrick Motorsports ha deciso di ritirare quella macchina, che farà compagnia, nel cosiddetto cimitero delle macchine di Dale Earnhardt Jr., a Cleveland County, North Carolina, a quella di Montoya ,schiantatasi contro il jet-dryer , sempre a Daytona lo scorso febbraio ,  causando quella infinita bandiera rossa durata più di 2 ore e facendo finire la gara alle 7 del mattino ora italiana.  Rick Hendrick ha dichiarato che , ritirando la macchina #48 ,  finalmente finiranno gli incubi di quel famigerato mese (febbraio-marzo) quando il team si è  visto piovere addosso centinaia di critiche e l’attenzione di tutti i media sia sportivi  che non. Molti hanno subito sostenuto che, nel  ritirare la macchina incriminata, Hendrick ha  indirettamente  ammesso che la macchina fosse illegale nonostante la sentenza di  John Middlebrook che non ha ritenuto  colpevole l’Hendrick Motorsports.  Sembra che questa vicenda non conosca fine! (altro…)

Credit: Jared C. Tilton/Getty Images

Ryan Newman ha regalato allo Stewart-Haas Racing il terzo successo stagionale andando a vincere la Goody’s Fast Relief 500 a Martinsville e portandosi a casa il “Grandfather’s Clock”, tradizionale premio della gara della Virginia.

“Rocket Man” l’ha spuntata su AJ Allmendinger e Dale Earnhardt Jr. in un finale in regime di Green-White-Checkered, dopo che tutta la gara era stata dominata dalle vetture dell’Hendrick Motorsports ed in particolare da Jeff Gordon e Jimmie Johnson, 9 titoli assoluti e 13 vittorie a Martinsville in due, 328 giri in testa il primo, 112 il secondo. (altro…)

fonte immagine: profilo ufficiale del team Lowes

Si è conclusa, presso l’R&D Center della NASCAR a Concord, North Carolina, l’ultima udienza per  l’appello del team Hendrick contro le sanzioni imposte a Jimmie Johnson, Chad Knaus e Ron Malec dopo i fatti di Daytona. (altro…)

Streeter Lecka/Getty Images

Il National Stock Car Racing Panel ha confermato le penalità e le sanzioni pecuniarie inflitte dai commissari all’indomani della 500 miglia di Daytona a Jimmie Johnson, Chad Knaus e al team della Chevrolet #48.

Il comitato, composto da John Capels, Leo Mehl e Dale Pinills, si è riunito  presso l’R&D Center della NASCAR, a Concord, North Carolina, mentre una discreto numero di fans e giornalisti si assiepavano al di fuori della struttura, in attesa dell’esito dell’appello.  (altro…)

Streeter Lecka/Getty Images

La NASCAR ha usato la mano pesante con il team di Jimmie Johnson in seguito alle irregolarità riscontrate nelle carenature dei montanti posteriori della Chevrolet Impala #48 durante le verifiche preliminari per la Daytona 500.

Chad Knaus e la squadra sono stati riconosciuti colpevoli di aver infranto i paragrafi 12-1 (azioni a detrimento delle gare per stock cars), 12-4j (equipaggiamento non conforme al regolamento e/o non approvato in precedenza dalla NASCAR stessa) e 20-2.1E (modifiche non approvate dalla NASCAR che possono arrecare un vantaggio aerodinamico). (altro…)

Credit: Jerry Markland/Getty Images for NASCAR

Sarà Martin Truex Jr. a scattare dalla prima posizione questa notte per il Budweiser Shootout, gara di apertura, fuori campionato, della stagione 2012.

La griglia di partenza è stata stabilita con un sorteggio e il pilota del Michael Waltrip Racing è stato il più fortunato. Accanto alla Toyota Camry #56, dalla prima fila scatterà Kyle Busch, mentre dalla terza e dalla quarta piazza partiranno rispettivamente Brad Keselowski e Jamie McMurray. (altro…)

Jerry Markland/Getty Images for NASCAR

Quella che sta per iniziare sarà una stagione cruciale per Kasey Kahne, che ha finalmente l’occasione di guidare per l’Hendrick Motorsports. Il 31enne di Enumclaw, tra le promesse della NASCAR fin dagli esordi, era stato messo sotto contratto da Rick Hendrick già nel 2010, ma è stato “parcheggiato” per un anno al Red Bull Racing, in attesa della scadenza del contratto di Mark Martin.

Alla fine della scorsa stagione, Kahne ha mostrato ottime prestazioni al volante della Toyota Camry #4, andando a vincere d’autorità la prova di novembre a Phoenix nell’annata che ha segnato la chiusura del team Red Bull, ed ora che Martin è passato al Michael Waltrip Racing, potrà andare ad occupare il sedile della Impala #5, una grandissima opportunità, ma anche un ruolo carico di aspettative, visto che potrà realisticamente puntare alla Chase fin da subito. (altro…)

Credit: Jerry Markland/Getty Images for NASCAR

Sarà un inizio di stagione particolare per Jimmie Johnson, così come particolare è stato il finale dello scorso anno. Per la prima volta dal 2006 anni a questa parte, il pilota di El Cajon non partirà con i gradi di campione in carica, ma sono in molti a guardare comunque a lui come il punto di riferimento per costanza di risultati e prestazioni in pista. (altro…)

fonte: account twitter Daytona International Speedway

Il Daytona International Speedway è stato teatro martedì di una sessione di test, volta a definire il pacchetto aerodinamico per le vetture che scenderanno in pista in Florida dal 12 al 14 gennaio 2012, in occasione delle tradizionali prove denominate “Preseason Thunder”.

Hanno preso parte al test: Dale Earnhardt Jr. ed Aric Almirola per l’HEndrick Motorsports, David Ragan e Marcos Ambrose per il Roush Fenway Racing, Joey Logano per il Joe Gibbs Racing, Martin Truex Jr. per il Michael Waltrip Racing e Joe Nemecheck per NEMCO Motporsports.

Il tempo è stato inclemente nella mattinata, ed ha obbligato gli organizzatori ad asciugare la pista, per permettere ai 7 piloti presenti di scendere in pista a partire dalle 11:45 e provare diverse soluzioni, principalmente aerodinamiche, per ridurre la resistenza all’avanzamento delle vetture, pur mantenendo un buon livello di stabilità, rendendo quindi meno vantaggioso viaggiare in tandem. Le vetture hanno girato inizialmente con la configurazione adottata per la gara di luglio a Daytona (restrictor plate da 29/32esimi di pollice, spoiler alto 4 pollici e ½, largo 63 pollici), per arrivare a fine giornata a montare uno spoiler alto 3 pollici e largo 62. (altro…)