Posts contrassegnato dai tag ‘hrt’

Quella che vi presentiamo è un’analisi dagli esiti per certi versi attesi, per altri sorprendenti, per altri ancora preoccupanti,almeno per quanto riguarda Maranello e dintorni.
Abbiamo pensato di verificare eventuali progressi o passi indietro dei team di Formula 1 rispetto ad un anno fa, confrontando per ognuno di loro le prestazioni del Gp d’Australia 2012 con quelle della corsa di Melbourne del 2011: per ogni squadra abbiamo raffrontato il proprio giro più veloce in gara di quest’anno con quello dell’anno scorso e lo stesso abbiamo fatto per il miglior giro fatto segnare in qualifica.
In entrambi i casi nella nostra analisi abbiamo considerato come indicativa del potenziale di ogni squadra la miglior prestazione ottenuta dal più veloce dei due piloti di quel team in quel caso specifico: cosi’, per esempio, nel valutare la McLaren 2012 abbiamo tenuto conto in qualifica del tempo di Hamilton (migliore di quello di Button) e in gara del tempo di Button (migliore di quello di Hamilton).
Sempre avendo come obiettivo quello di raffrontare la prestazione assoluta del 2012 rispetto a quella del 2011, abbiamo utilizzato come dato della qualifica il miglior tempo assoluto fatto segnare da quel dato pilota: per esempio, Kobayashi si è qualificato tredicesimo nel Gp di quest’anno con il tempo di 1.26.590 (ottenuto in Q2), ma noi abbiamo usato come riferimento l’1.26.182 ottenuto dalla stesso giapponese in Q1, in quanto migliore.
Ebbene il risultato di questa analisi è che alcuni team hanno migliorato i loro crono rispetto allo scorso anno, altri hanno peggiorato (e lo vedremo in dettaglio) e tra questi la Ferrari è quella che ha fatto peggio. In altre parole la Ferrari è la squadra che da Melbourne 2011 a Melbourne 2012 ha compiuto più passi indietro, altro che presentare una vettura in grado di competere per la vittoria sin dalla prima gara come era nelle intenzioni (e nei proclami…) di Montezemolo, Domenicali e compagnia bella! (altro…)

Annunci

La gara australiana che ha aperto il mondiale 2012 è l’occasione per noi di Motorsportrants di inaugurare una nuova rubrica nel nostro (vostro) blog: le pagelle del Gran Premio.
A dare i voti ai piloti (con un occhio anche alle scuderie) saranno i nostri depaillerontyrrellp34 e peppe1981, ognuno dei quali redigerà la propria valutazione personale. Questo in modo da presentare un’analisi il più possibile completa ed eterogenea, portatrice di punti di vista diversi e -perchè no- talvolta anche opposti, com’è nel nostro spirito di punto d’incontro e di confronto tra appassionati di motorsport.
E proprio in virtù di questo spirito vi invitiamo a commentare e a dirci la vostra.
Dopo il salto le nostre pagelle. (altro…)

Anche la Hrt oggi ha presentato la sua vettura…e a differenza della Marussia hanno anche passato i crash tests fia. Non penso che possano puntare ai ounti, ma ricordiamoci che il team spagnolo ha conteso comunque,con molto meno, il decimo posto alla più blasonata Caterham di Fernandez. Auguri a Kartikeyan e de la Rosa…ne avranno bisogno, soprattutto non dovranno demoralizzarsi…

image

image

image

image

Lista dei migliori tempi al termine della seconda giornata di test a Jerez:

Pos Pilota Team Tempo Giri
1 Schumacher Mercedes 1m18.561s 132
2 Webber Red Bull 1m19.184s +0.623 97
3 Ricciardo Toro Rosso 1m19.587s +1.026 100
4 Bianchi Force India 1m20.221s +1.660 46
5 Raikkonen Lotus 1m20.239s +1.678 117
6 Di Resta Force India 1m20.272s +1.711 69
7 Massa Ferrari 1m20.454s +1.893 95
8 Button McLaren 1m20.688s +2.127 85
9 Perez Sauber 1m20.711s +2.150 67
10 Maldonado Williams 1m21.197s +2.636 96
11 Kovalainen Caterham 1m21.518s +2.957 139
12 De la Rosa HRT 1m22.128s +3.567 64

Lista dei tempi del secondo giorno di test a Jerez aggiornata alle ore 13.00.
Ricordiamo che la Mercedes gira con la vettura 2011.

Pos Pilota Team Tempo Giri
1 Schumacher Mercedes 1m18.561s 53
2 Webber Red Bull 1m19.184s +0.623 58
3 Ricciardo Toro Rosso 1m19.587s +1.026 41
4 Bianchi Force India 1m20.221s +1.660 46
5 Raikkonen Lotus 1m20.239s +1.678 26
6 Button McLaren 1m20.688s +2.127 25
7 Massa Ferrari 1m21.060s +2.499 38
8 Maldonado Williams 1m21.197s +2.636 60
9 Perez Sauber 1m21.289s +2.728 35
10 Kovalainen Caterham 1m21.518s +2.957 78
11 De la Rosa HRT 1m23.468s +4.907 21

Pos Driver Team Time Laps
1. Kimi Raikkonen Lotus-Renault 1m19.670s 73
2. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m19.772s + 0.102 101
3. Nico Rosberg Mercedes 1m20.219s + 0.549 56
4. Mark Webber Red Bull-Renault 1m20.496s + 0.826 53
5. Daniel Ricciardo Toro Rosso-Ferrari 1m20.694s + 1.024 57
6. Michael Schumacher Mercedes 1m20.794s + 1.124 41
7. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m21.353s + 1.683 106
8. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m21.530s + 1.860 60
9. Felipe Massa Ferrari 1m22.815s + 3.145 69
10. Heikki Kovalainen Caterham-Renault 1m23.178s + 3.508 28
11. Pastor Maldonado Williams-Renault 1m23.371s + 3.701 25
11. Pedro de la Rosa HRT-Cosworth 1m23.676s + 4.006 44

Si completa la griglia del campionato F1 2012. Ad aggiudicarsi l’ultimo volante disponibile, quello in Hrt, è l’indiano Narain Karthikeyan.
Per la verità il posto accanto a Pedro De la Rosa nella scuderia spagnola era già occupato dal nostro Liuzzi, che risultava contrattualizzato anche per le stagioni a venire, ma evidentemente ciò non è bastato dinanzi alla necessità del team di completare il budget e,quindi, di avvalersi di un pilota pagante. (altro…)

F1 TEAMS SOTTO LA LENTE: HRT E VIRGIN MARUSSIA

Pubblicato: 23 gennaio 2012 da Depailler on Tyrrell P34 in fia, formula 1, FOTA, segnalazioni
Tag:, , , ,

Analisi peppe1981

Hrt: 0 punti come nel 2010 e ancora undicesimo posto nei costruttori con un tredicesimo posto come risultato migliore in gara (l’anno scorso era stato un quattordicesimo posto), in qualifica ottiene un ventunesimo posto come risultato migliore (nel 2010 era stato un ventesimo), come nel 2010 anche nel 2011 non supera mai la q3.
Per verificare eventuali progressi  rispetto alle vecchie squadre calcoliamo il distacco medio del suo pilota meglio piazzato in q3 rispetto all’ultimo pilota piazzato in q2 in 4 gp esemplificativi (Montercarlo,la pista più lenta, Monza,la  pista più veloce, Australia,la prima o una delle prime gare dell’anno, e Abu dhabi,l’ ultima o una delle ultime gare dell’anno) nel 2010 e poi nel 2011: nel 2010 questo distacco medio era di 3.23 secondi, nel 2011 sale a 4.098 secondi.
Per verificare eventuali progressi  rispetto alle squadre di vertice  calcoliamo il distacco medio del suo pilota
meglio piazzato in q3 rispetto alla pole sempre negli stessi 4 gp nel 2010

(altro…)

Il buon Pedro come Heidfeld non muore mai ed è uomo dper tutte le stagioni. Il prossimo anno rientrerà  per due anni nel mondiale di F1 a 40 anni alla guida della HRT.

Ok, non metto in dubbio le doti di collaudatore di Pedro, e nemmeno che alla HRT serva veramente un pilota bravo nei collaudi visto che dal prossimo anno non possono permettersi di stare ancora così tanto in fondo alla griglia e ci saranno parti di retrotreno dalla Williams che saranno da sviluppare. Sicuramente la HRT ha preso Pedro anche perchè forse arriverrano sponsors spagnoli nel 2012 ed è chiaro che magari vogliono un loro connazionale alla guida.

Ma io voglio vedere un pò più in la dopo questo annuncio. Chi lascerà il posto a Pedro? Ricciardo, che secondo red bull e gli inglesi è “l’astro nascente” della F1? Può Red Bull lasciare a piedi un suo pupillo promettente? O le metterà in Toro Rosso? E a questo punto al posto…di chi? Male che vada Ricciardo si farà un’altra stagione nella scuderia spagnola…Allora il nome che salterà sarà quello di Tonio…che soldi non ne porta, non è protetto da nessuno (manco dalla stampa italiana che pare snobbare i nostri drivers) e ci ritroveremo con il solo Jarno Trulli a difendere i nostri colori…Catheram permettendo. Spero di sbagliarmi ma finirà così…Fin dei conti non meravigliamoci se i nostri piloti stanno scomparendo…perfino quando fanno bene nei test vengono nominati poco e sempre dopo ad altri piloti stranieri perfino nella nostra stampa italiana. My god….

Forse uno dei caschi più simpatici di sempre! Un grazie a F1fanatick per le foto

(altro…)

Muscle Milk AMR wins nail-biting thriller to score three in a row. Muscle Milk Aston Martin Racing had one of its best days in racing, if not the best, at Road America on Saturday, taking its third victory in a row in a four-hour endurance race that was more of a sprint to the checkered flag which resulted in the closest finish in American Le Mans Series history. www.endurance-info.com/version2/news-focus-8031.html Guardare per credere gli ultimi giri…alla faccia di chi dice che l’ndurance è noiosa

Sebastien Ogier triumphs in Germany as Sebastien Loeb’s winning streak ends http://www.autosport.com/news/report.php/id/93867

Maria de Villota became the first female driver to test for a contemporary Formula 1 team since Katherine Legge in 2005: http://www.autosport.com/news/report.php/id/93806

HRT boss Colin Kolles says his team has no plans to join the Formula One Teams’ Association: http://www.autosport.com/news/report.php/id/93825

Il recupero di Robert Kubica sta procedendo, ma con qualche ritardo: http://www.auto.it/autosprint/formula_1/2011/08/18-8984/Kubica+recupero+difficile

Secondo Oksana Kossatchenko, la manager del pilota Renault Petrov, la Russia non è ancora preparato per ospitare la F.1: http://www.auto.it/autosprint/formula_1/2011/08/17-8974/La+Russia+non+%C3%A8+pronta+per+il+GP

Il Messico vuole la F1: http://www.auto.it/autosprint/formula_1/2011/08/09-8937/Il+Messico+vuole+la+F.1

Il Team Lotus ha reso noto che Karun Chandhok, che aveva guidato già nelle libere del venerdi in quattro occasioni quest’anno (Melbourne, Istanbul, Valencia e Silverstone),sostituirà Trulli nel prossimo Gp di Germania.
L’avvicendamento non è stato motivato,Trulli sarà presente in pista per fare da “coach” al pilota indiano e riprenderà il suo volante a partire dal prossimo appuntamento del mondiale.
Sembra che il pilota abbruzzese sia in procinto di rinnovare il suo contratto col team malese,anzi secondo alcune voci la firma sarebbe stata già apposta.
Nonostante l’atteso passo in avanti della monoposto in termini di prestazioni non ci sia stato e che anzi l’esperto driver italiano abbia incontrato vari problemi con il servosterzo lamentando scarso feeling con la vettura e non riuscendo per questo ad esprimersi al meglio,la trattativa per il rinnovo contrattuale (per alcuni,ripetiamo,già conclusa) dimostra che il team ha ancora stima e fiducia nell’abbruzzese e che quest’ultimo è motivato a continuare la sua avventura in Lotus.
Appurato questo ci chiediamo che senso abbia questa presenza spot del pilota indiano.
La risposta più logica che ci viene in mente è che il team non si ritrovi esattamente in una situazione economica floridissima per cui i soldi portati dagli sponsor di Chandhok (o comunque legati alla sua presenza) facciano comodo a tal punto da richiedere a Trulli questo sacrificio,seppure momentaneo.
Dopo una stagione di esordio inevitabilmente difficile,dove comunque si è classificata come migliore tra le nuove scuderie,la squadra di Tony Fernandes si aspettava un deciso balzo in avanti quest’anno grazie anche alla maggiore esperienza,all’arrivo dei motori Renault e del cambio Red Bull.
Invece le vecchie scuderie sono ancora davanti e soprattutto il team si è trovato suo malgrado coinvolto nella querelle circa l’utilizzo nel nome Lotus visto l’ingresso in F1 di Lotus Cars che ha acquistato l’ex Renault.
Anche riguardo a Chandhok ci chiediamo a che serva per la sua carriera questo gettone (ben pagato) di presenza.Con Kovalainen e Trulli confermati per il prossimo anno per lui in squadra non c’è posto.
A 27 anni non è proprio giovanissimo,nelle formule minori ha ottenuto qualche risultato discreto,ma non ha mai impressionato. Lo scorso anno in Hrt ha globalmente perso il confronto con Bruno Senna (che dello zio ha solo il cognome e non è certo un fenomeno),senza per altro completare la stagione. Per dire,Klien messo al volante dalla squadra spagnola a fine stagione ha destato ben altra impressione (e anche qui non parliamo certo di un fuoriclasse).Che dire,contento lui!
Chi deve piangere,sportivamente parlando,siamo noi italiani. In F1 abbiamo solo 2 piloti per giunta in squadre di terzo piano (a dispetto delle ottime capacità sia di Jarno che di Tonio). Ora Trulli è costretto a cedere il volante,seppure solo per una gara,mentre già gira voce che il posto di Liuzzi sia a rischio perchè in Hrt vogliono uno spagnolo,individuato in Javier Villa,anche lui risultati appena discreti (per non dire mediocri),ma evidentemente molto più appetibile a livello di sponsor.

ricciardo sulla rampa di lancio

Pubblicato: 14 luglio 2011 da peppe1981 in formula 1
Tag:, , , , , , ,

Domenica scorsa, un pò oscurato dalla polemiche regolamentari e dal ritorno alla vittoria della ferrari, si è consumato il debutto in formula 1 di Daniel Ricciardo con la hrt. L’australiano,prodotto del vivaio Red Bull,rimpiazza l’indiano Karthikeyan (che dovrebbe tornare al volante nel gp di casa). La scuderia spagnola recentemente è stata acquistata dalla Thesan Capital, società di investimenti anch’essa spagnola che entra in Formula 1 acquisendo le quote di maggioranza del team di Jose Carabante.uno dei primi passi della nuova gestione è stata appunto la promozione di ricciardo(pare che gli sponsor di karthikeyan non abbiamo rispettato gli impegni economici assunti).in un primo momento il progetto di helmut marko era quello di promuovere ricciardo in toro rosso,girando Alguersuari alla hrt.il giovane spagnolo,però,proprio nel momento critico ha reagito con due ottavi posti di fila salvando quindi il sedile nella scuderia di faenza.a questo punto in hrt è stato dirottato ricciardo,non è chiaro se accompagnato o meno da una dote finanziaria.daniel,22 anni compiuti il primo luglio,antenati italiani tanto da parte di padre quanto di madre,è stato campione formula renault 2.o wec nel 2008 (il campionato dell’europa occidentale ndr) e secondo nella serie europea,nel 2009 si è imposto nella formula 3 inglese,succedendo nell’albo d’oro della presigiosa serie proprio ad Alguersuari.nel 2010 ricciardo è secondo in world series by renault,perdendo il titolo a favore del russo Aleshin (al suo quarto anno nella categoria) di un solo punto,con 4 vittorie,8 pole,5 giri più veloci e 8 podi totali in 16 gare.ma è nei test invernali sul circuito di yas marina ad abu dhabi che il giovane australiano si impone all’attenzione generale.con la red bull è il più veloce in tutte le sessioni e abbassa la pole di vettel di oltre un secondo,complice un asfalto più gommato è chicane più veloci data la rimozione dei piloncini atti ad evitare il taglio più deciso delle chicane stesse.da quel momento il posto dei due della toro rosso ha iniziato a traballare,dato che più o meno tutti davano per scontato l’esordio di ricciardo in f1 nel 2012.anzi alcuni hanno ipotizzato che daniel potesse concorrere direttamente per il posto in red bull al fianco di vettel qualora webber a fine anno avesse smesso o cambiato aria.in attesa di un debutto ormai annunciato ricciardo nel 2011 ripete la world series by renault,poi all’improvviso la chiamata in hrt.dopo buone evidenze nelle libere bagnate,ricciardo si qualifica ultimo a mezzo secondo abbondante da liuzzi.riesce a concludere la gara ma ad un giro dal compagno e con un giro più veloce di 4 decimi più alto di quello di liuzzi.come giudicare il suo debutto?di positivo c’è che ha visto la bandiera a scacchi,con la vettura che guida (mai testata prima di silverstone) non gli si può chiedere la luna,ecco che il confronto col compagno di squadra diventa il parametro fondamentale.date le premesse e dato soprattutto il gran parlare che si era fatto di questo ragazzo presentato da qualcuno come un giovane fenomeno,sembrava che il nostro povero tonio dovesse essere mangiato in sol boccone,evidentemente cosi non è stato.a mio avviso era ampiamente pronosticabile che liuzzi tenesse botta.stiamo parlando di un campione del mondo di kart,vincitore dell’ultimo campionato di formula 3000 prima dell’avvento della gp2.un pilota sufficientemente esperto con alle spalle tre stagioni complete di f1 da titolare più due spezzoni (2005 e 2009).insomma tutt’altro che l’ultimo arrivato.curiosamente anche liuzzi è un prodotto del vivaio red bull,e per lui probabilmente l’evoluzione di questa stagione assomiglia ad un deja vu del 2007 quando in corso d’opera il suo team mate (scott speed) fu appiedato per far posto ad un altro pupillo di casa red bull,cioè vettel.le somiglianze non finiscono qui perchè anche vettel al momento della promozione in f1 correva in world series comandando la classifica sino a quel momento della stagione.qui,invece,sta una grossa differenza:ricciardo quest’anno in wsr è solo sesto,distante ben 53 punti vergne (altro red bull),con un rendimento non del tutto convincente.inoltre non si è mai misurato nella ben più probante gp2,che propone motori più potenti,veste aerodinamica più elaborata e soprattutto le stesse pirelli che si usano in f1.insomma a mio avviso la scelta di proiettarlo a metà stagione in f1 e soprattutto in hrt è da una parte lodevole,dall’altra molto rischiosa.di buono c’è che in griglia abbiamo un pilota pagante (e mediocre) in meno-karthikeyan- e un giovane interessante in più,che può fare esperienza.magari altre squadre facessero lo stesso coi giovani (vero ferrari?).il rischio però è che questo ragazzo,arrivato con molti strombazzamenti da parte dell’ambiente,dei media e di marko stesso,possa bruciarsi.la pressione su di lui è molta.vero è che guidando la hrt nessuno gli chiede di arrivare a podio o di fare punti,ma è al volante di una vettura che appare ferma nello sviluppo,carente dal punto di vista aerodinamico,non certo una macchina che va via su due binari e quindi non semplice da condurre al limite.certo una monoposto del genere può essere una valida scuola,nel senso che se la riesci a guidare e a mettere a punto allora puoi fare bene con ogni tipo di macchina,ma parliamoci chiaro per mettersi in evidenza l’unico obiettivo plausibile del ragazzo è quello di sopravanzare almeno il compagno di squadra,impresa non facile per i motivi detti prima.insomma una bella sfida!

Il mondiale 2011 è iniziato come  è finito il 2010. Vettel primo, Alonso che insegue Petrov, Webber ed il duo Mercedes non pervenuti, i nuovi team sempre dietro.

Vettel anche senza Kers sembra nettamente superiore a tutti gli altri grazie ad una Red Bull perfetta, ma il mondiale è solo all’inizio aspettiamo qualche gara prima di decretare chiusi i giochi. La Mclaren data per morta è rinata, e se Button non fosse stato dietro a Massa e non avesse subito la penalità forse sarebbe salito sul podio anche lui con Hamilton. La Ferrari deve chiedersi per quanto tempo può ancora contare su di un solo pilota in quanto Massa è un lontano parente di quello visto nel 2008 e sta diventando triste e patetico sentire le sue scuse ed analisi ad ogni fine gara.Alonso dovrebbe imparare a partire meglio. La Mercedes è sparita, speriamo sia stato solo un caso, ma per tutti e 3 i giorni si è dimostrata una freccia d’argento spuntata. Se anche quest’anno non si vince c’è il rischio che la casa di Stoccarda abbia le ore contate. La Force India è dove ci si aspettava fosse, a centro gruppo e pronta a raccogliere punti per disgrazie altrui (come è successo). Il team Lotus di Trulli se facesse bene ai box ed in pista come fanno bene “mediaticamente” in twitter, facebook e social network vari, sarebbe da mondiale. Nessuno si aspettava grandi cose, ma sono ancora lontanissimi. Della HRT invece parlo a parte in settimana…in riferimento al 107% che proprio non mi va a genio. Petrov merita 9, in costante crescita, può essere la super sorpresa della stagione…speriamo non cada in errori banali come nel 2010 ma le potenzialità sue e della vettura ci sono per ambire alla zona punti costantemente e a qualche altro podio. Bene il debuttante Perez che ha fatto una solo sosta (aveva ancora le Bridgestone?),ci si aspettava di più da Maldonando…ma lasciamogli qualche gara di ambientamento. La Sauber (poi squalificata per irregolarità dell’alettone) con la Toro Rosso sembrano essere in buona forma e capaci di puntare ai punti costantemente, l’incognità saranno gli sviluppi nella stagione. La Williams è stata la delusione più grande assieme a Mercedes. Ci si aspettava molto ma non si è mai vista, anche se Barrichello, prima di autoeliminarsi nel contatto con Rosberg (da un pilota con19stagioni alle spalle ci si aspetta qualcosa in più che di un attacco in staccata stile ragazzino di gp2 ), stava girando costante e veloce.

L’ala mobile per ora pare una vera e propria cavolata. Forse il suo utilizzo si sente veramente negli ultimi giri a vettura scarica, ma basta che il pilota davanti che deve difendersi utilizzi il Kers per eliminarne ed azzerarne i vantaggi. Ormai sarà sempre così, chi ha il Kers ed un pilota vicino, userà il kers sempre e solo in rettilineo per non farsi superare e basta…alla faccia della fia che spaccia il kers per tecnologia “verde ecologica”…In realtà non è altro che un bottone di surplus di potenza (solo 6,6sec al giro di utilizzo sono ridicoli diciamocelo) da usare per non farsi superare da quest’anno. Vogliamo veramente parlare di ecologia risparmio di benzina ecc? Allora facciamo che il kers spinga le vetture in corsia box a motore endotermico spento, durante alcuni tratti di pista…tenerlo li così non serve proprio a nulla.

Al riguardo delle gomme Pirelli, osannate e lodate per compiacere Tronchetti Provera,  in realtà a me non piace proprio vedere gomme che durano 10 giri e basta. Non stiamo qua a raccontarci la storia dei piloti bravi a consumarle meno e via dicendo (in realtà è la vettura che le usura più o meno, chiedere alla Ferrari)…durano poco e poi anche se le tratti bene decano punto e basta. Non è il pilota che le deve usurare meglio, ma sono loro che impongo al pilota il tipo di guida….e per me invece dovrebbe essere l’esatto opposto. Perez le avrà anche cambiate una sola volta ma è servito a qualcosa?Ha vinto?  Non mi pare. Sicuramente i team si adatteranno ma le mescole così come sono studiate a me proprio non piacciono. Una volta si partiva a pieno carico di carburante e non si cambiavano gomme…ci annoiavamo? Non mi pare e quelle erano gomme da gestire, non queste che sono da gestire per 10/15 giri.

Ora  ci sono due settimane prima della Malesia, i teams avranno tempo per analizzare i dati del primo gp…la terra di Sandokan  con il suo caldo ed umidità sarà il primo vero test per le nuove coperture e già la prima prova di appello da non mancare per certi teams.

Concludo pensando ai cittadini di Melbourne che ignari del gp affollavano le strade cittadine ai bordi del tracciato…secondo voi per superare e svincolarsi nel traffico usavano il kers o l’ala mobile?

F1 al completo: Hrt e Force India si presentano

Pubblicato: 9 febbraio 2011 da Depailler on Tyrrell P34 in fia, formula 1
Tag:, , , ,

Le utlime 2 scuderie svelano le loro monoposto per il mondiale 2011…La Force India a motore Mercedes di Sutil e di Resta e la HRT che per ora è solo un’immagine di computer grafica. Si può notare che la Force India ha la presa d’aria a coltello come la Lotus e come la Mercedes dello scorso anno. La HRT dovremmo aspettare di vederla in pista per capire quali novità vere ci siano anche se sembra un affinamento della vettura dello scorso anno. A mio modesto parere le livree di queste due vetture, aspettando quella definitiva Williams, sono le più belle.