Posts contrassegnato dai tag ‘kovalainen’

Le quote. Pilota e scuderia vincente. Molto equilibrio nelle quotazioni del pilota vincente del Gp della Cina: secondo i bookmakers il favorito è il poleman Rosberg, quotato a 4.25 (per ogni euro scommesso si vincono 4 euro e 25 centesimi). Ma molto vicini sono Button (dato a 4.75), Hamilton (5.25), Schumacher (6.5) e Raikkonen (9.5).
Quote alte (indice di un evento considerato poco probabile) per la vittoria di Kobayashi (15), Webber (anche lui 15), Vettel (20) e Alonso (22).
Per quanto riguarda la scuderia vincente, Mercedes e McLaren sono vicinissime: la prima è quotata a 2.50, la seconda a 2.55. Molto equilibrio anche tra Lotus, Red Bull e Sauber, date, rispettivamente, a 8 , 8.55 e 9.
Una vittoria della Ferrari sarebbe pagata, invece, a 18.
Giro più veloce in gara. Qui i piloti McLaren sono dati per favoriti (Hamilton è quotato a 4, Button a 4.75), mentre la quotazione dei piloti Mercedes sale in maniera evidente (Rosberg e Schumacher entrambi a 8).
Evidentemente non c’è molta fiducia sulla capacità della Mercedes di preservare bene le gomme, visto che anche Vettel e Webber hanno una quotazione inferiore (rispettivamente 6 e 6.5) e Raikkonen è appaiato anche lui ad 8.
Alonso è quotato a 22, Grosjean a 25, non hanno una quotazione specifica i piloti Sauber, quindi chi intende puntare su uno dei due deve scommettere “Altro” (cioè pilota non compreso nelle quote): in quel caso vincerebbe 35 volte la posta.
Migliore gruppo. I piloti sono divisi in 5 gruppi: bisogna indicare all’interno del gruppo quale pilota si classificherà meglio. (altro…)

Annunci

La gara australiana che ha aperto il mondiale 2012 è l’occasione per noi di Motorsportrants di inaugurare una nuova rubrica nel nostro (vostro) blog: le pagelle del Gran Premio.
A dare i voti ai piloti (con un occhio anche alle scuderie) saranno i nostri depaillerontyrrellp34 e peppe1981, ognuno dei quali redigerà la propria valutazione personale. Questo in modo da presentare un’analisi il più possibile completa ed eterogenea, portatrice di punti di vista diversi e -perchè no- talvolta anche opposti, com’è nel nostro spirito di punto d’incontro e di confronto tra appassionati di motorsport.
E proprio in virtù di questo spirito vi invitiamo a commentare e a dirci la vostra.
Dopo il salto le nostre pagelle. (altro…)

F1: STEWARDS MEETING E COMMENTI POST GARA.

Pubblicato: 19 marzo 2012 da Depailler on Tyrrell P34 in autosport, Autosprint, caterham, fia, formula 1
Tag:

Eccovi in formato pdf dal sito FIA le decisioni prese dopo il gran premio

Kovalainen avrà una penalità di 5 posizioni nel prossimo gran premio in Malesia…mentre non si capisce come non sia stato punito Petrov per aver lasciato la vettura in mezzo alla pista.

aus-conference-sun

aus-conference-sun

Lista dei migliori tempi al termine della seconda giornata di test a Jerez:

Pos Pilota Team Tempo Giri
1 Schumacher Mercedes 1m18.561s 132
2 Webber Red Bull 1m19.184s +0.623 97
3 Ricciardo Toro Rosso 1m19.587s +1.026 100
4 Bianchi Force India 1m20.221s +1.660 46
5 Raikkonen Lotus 1m20.239s +1.678 117
6 Di Resta Force India 1m20.272s +1.711 69
7 Massa Ferrari 1m20.454s +1.893 95
8 Button McLaren 1m20.688s +2.127 85
9 Perez Sauber 1m20.711s +2.150 67
10 Maldonado Williams 1m21.197s +2.636 96
11 Kovalainen Caterham 1m21.518s +2.957 139
12 De la Rosa HRT 1m22.128s +3.567 64

Lista dei tempi del secondo giorno di test a Jerez aggiornata alle ore 13.00.
Ricordiamo che la Mercedes gira con la vettura 2011.

Pos Pilota Team Tempo Giri
1 Schumacher Mercedes 1m18.561s 53
2 Webber Red Bull 1m19.184s +0.623 58
3 Ricciardo Toro Rosso 1m19.587s +1.026 41
4 Bianchi Force India 1m20.221s +1.660 46
5 Raikkonen Lotus 1m20.239s +1.678 26
6 Button McLaren 1m20.688s +2.127 25
7 Massa Ferrari 1m21.060s +2.499 38
8 Maldonado Williams 1m21.197s +2.636 60
9 Perez Sauber 1m21.289s +2.728 35
10 Kovalainen Caterham 1m21.518s +2.957 78
11 De la Rosa HRT 1m23.468s +4.907 21

Pos Driver Team Time Laps
1. Kimi Raikkonen Lotus-Renault 1m19.670s 73
2. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m19.772s + 0.102 101
3. Nico Rosberg Mercedes 1m20.219s + 0.549 56
4. Mark Webber Red Bull-Renault 1m20.496s + 0.826 53
5. Daniel Ricciardo Toro Rosso-Ferrari 1m20.694s + 1.024 57
6. Michael Schumacher Mercedes 1m20.794s + 1.124 41
7. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m21.353s + 1.683 106
8. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m21.530s + 1.860 60
9. Felipe Massa Ferrari 1m22.815s + 3.145 69
10. Heikki Kovalainen Caterham-Renault 1m23.178s + 3.508 28
11. Pastor Maldonado Williams-Renault 1m23.371s + 3.701 25
11. Pedro de la Rosa HRT-Cosworth 1m23.676s + 4.006 44

Ecco la lista dei tempi aggiornata alle ore 14.00,i test riprenderanno questo pomeriggio dopo la pausa pranzo per le squadre che hanno preferito fermarsi, mentre altri team hanno scelto di proseguire per massimizzare il tempo a disposizione.
Alle 17.00 il semaforo rosso di questa prima sessione 2012.

Pos Pilota Team Tempo distacco Giri
1 Raikkonen Lotus 1m19.670s 50
2 Di Resta Force India 1m19.772s +0.102 52
3 Rosberg Mercedes 1m20.219s +0.549 56
4 Ricciardo Toro Rosso 1m20.694s +1.024 40
5 Kobayashi Sauber 1m21.353s +1.683 48
6 Webber Red Bull 1m21.474s +1.804 17
7 Button McLaren 1m22.366s +2.696 22
8 Massa Ferrari 1m22.815s +3.145 51
9 Kovalainen Caterham 1m23.178s +3.508 28
10 Maldonado Williams 1m23.371s +3.701 25
11 De la Rosa HRT 1m24.209s +4.539 32

(altro…)

Ecco la prima vettura di F1 2012! Bella brutta? Beh preparatevi perchè di musi così bruttini ne vedremmo molti dopo che la fia ha imposto nuove misure e lo scalino tra la centina del telaio e l aparte superiore del muso (55cm). Il muso della caterham è veramente strano e segue alla lettera il regolamento non scendendo o prendendo altra forma particolare. La V è molto scavata e gli attacchi dei puntoni delle sospensioni posizionati in alto. I sostegni del musetto attaccatti alla parte alta e pare ic sia la volontà di far passare molta aria sotto la vettura.

Nella vista laterale notiamo la scomparsa dell’airscoop a lama e una zona a coca cola molto rastremata essendo motore,cambio e kers della redbull dello scorso anno. Di lato si nota molto anche lo scalino sul muso

Nella vista frontale

(altro…)

Williams: annata disastrosa: scende dal sesto al nono posto nel costruttori (con tutte le perdite economiche che ciò comporta in termini di minori introiti andando a peggiorare la situazione di un team già non molto florido), conseguisce appena 5 punti contro i 69 dello scorso anno (circa 14 volte in meno), va a punti solo 3 volte contro le 17 del 2010, circa 6 volte in meno), ottiene come miglior risultato in gara il nono posto (lo scorso anno aveva ottenuto un quarto), come migliore qualifica un settimo posto (lo scorso anno c’era stata una pole), è entrata nella top ten in qualifica solo 3 volte (a fronte delle 21 dello scorso anno: 7 volte in meno), è stata eliminata in q3 6 volte mentre nel 2010 non era mai successo, aumentano i ririri che passano da 6 a 9 (cioè aumentano di un terzo).

Barrichello: ottiene solo 4 punti a fronte dei 47 dell’anno scorso (circa 12 volte in meno), anche se contribuisce all’80% al bottino totale del team (lo scorso anno lo aveva fatto per il 68.12%), vince 10 a 9 il confronto in qualifica con Maldonado, ma  a differenza del compagno non arriva mai in q1.

Maldonado: stagione d’esordio: porta 1 solo punto al team (20% del totale, Hulkenberg lo scorso anno aveva contribuito per il 31.88%), entra 3 volte in qualifica in q1, l’incidente di Montecarlo lo priva di punti preziosi.

Lotus: 0 punti come nel 2010 e ancora decimo posto nei costruttori (l’ultimo che prende i soldi da Ecclestone) in virtù di un tredicesimo posto come risultato migliore –risultato ottenuto 3 volte-(l’anno scorso il miglior risultato in gara era stato un dodicesimo posto) , in qualifica ottiene un quindicesimo posto come risultato migliore (come nel 2010) e supera la q3 3 volte contro le 2 del 2010 (+33.33%).
Per verificare eventuali progressi  rispetto alle vecchie squadre calcoliamo il distacco medio del suo pilota meglio piazzato in q3 rispetto all’ultimo pilota piazzato in q2 in 4 gp esemplificativi (Montercarlo,la  pista più lenta, Monza, la pista più veloce, Australia,la  prima o una delle prime gare dell’anno, e Abu dhabi,l’ ultima o una delle ultime gare dell’anno) nel 2010 e poi nel 2011: nel 2010 questo distacco medio era 1.725 secondi, nel 2011 questo distacco medio era di 1.706 secondi, quindi sostanzialmente inalterato.
Per verificare eventuali progressi  rispetto alle squadre di vertice  calcoliamo il distacco medio del suo pilota
meglio piazzato in q3 rispetto alla pole sempre negli stessi 4 gp prima nel 2010 e poi nel 2011: nel 2010 questo distacco medio era di 3.962 secondi, mentre nel 2011 è stato di 4.596 secondi: oltre sei decimi in più.
Se l’obiettivo del 2011 era fare un salto di qualità in modo da poter battagliare nel gruppone delle squadre di seconda fascia, beh è stato fallito.

Trulli si piazza meglio in classifica in virtù di migliori piazzamenti, ma perde nettamente il confronto in qualifica 16 a 2 (lo scorso anno il confronto era stato molto più equilibrato terminando 10 a 9 per Jarno).
Impresentabile Chandock che nell’unica gara effettuata si è preso due giri di distacco da Kovalainen e uno dalle Virgin.

immagine tratta dal sito http://www.motorsport.com

Se esistesse un ipotetico titolo riservato alla sparata più grossa dell’anno, Rubens Barrichello sarebbe prepotentemente in lizza in virtù della dichiarazione resa nei giorni scorsi.
Interrogato in merito alle voci che vogliono Raikkonen in Williams il prossimo anno, il brasiliano ha commentato: “Non credo che chiunque altro, compreso Kimi, sia in grado di offrire qualcosa più di me.” (altro…)

Il Team Lotus ha reso noto che Karun Chandhok, che aveva guidato già nelle libere del venerdi in quattro occasioni quest’anno (Melbourne, Istanbul, Valencia e Silverstone),sostituirà Trulli nel prossimo Gp di Germania.
L’avvicendamento non è stato motivato,Trulli sarà presente in pista per fare da “coach” al pilota indiano e riprenderà il suo volante a partire dal prossimo appuntamento del mondiale.
Sembra che il pilota abbruzzese sia in procinto di rinnovare il suo contratto col team malese,anzi secondo alcune voci la firma sarebbe stata già apposta.
Nonostante l’atteso passo in avanti della monoposto in termini di prestazioni non ci sia stato e che anzi l’esperto driver italiano abbia incontrato vari problemi con il servosterzo lamentando scarso feeling con la vettura e non riuscendo per questo ad esprimersi al meglio,la trattativa per il rinnovo contrattuale (per alcuni,ripetiamo,già conclusa) dimostra che il team ha ancora stima e fiducia nell’abbruzzese e che quest’ultimo è motivato a continuare la sua avventura in Lotus.
Appurato questo ci chiediamo che senso abbia questa presenza spot del pilota indiano.
La risposta più logica che ci viene in mente è che il team non si ritrovi esattamente in una situazione economica floridissima per cui i soldi portati dagli sponsor di Chandhok (o comunque legati alla sua presenza) facciano comodo a tal punto da richiedere a Trulli questo sacrificio,seppure momentaneo.
Dopo una stagione di esordio inevitabilmente difficile,dove comunque si è classificata come migliore tra le nuove scuderie,la squadra di Tony Fernandes si aspettava un deciso balzo in avanti quest’anno grazie anche alla maggiore esperienza,all’arrivo dei motori Renault e del cambio Red Bull.
Invece le vecchie scuderie sono ancora davanti e soprattutto il team si è trovato suo malgrado coinvolto nella querelle circa l’utilizzo nel nome Lotus visto l’ingresso in F1 di Lotus Cars che ha acquistato l’ex Renault.
Anche riguardo a Chandhok ci chiediamo a che serva per la sua carriera questo gettone (ben pagato) di presenza.Con Kovalainen e Trulli confermati per il prossimo anno per lui in squadra non c’è posto.
A 27 anni non è proprio giovanissimo,nelle formule minori ha ottenuto qualche risultato discreto,ma non ha mai impressionato. Lo scorso anno in Hrt ha globalmente perso il confronto con Bruno Senna (che dello zio ha solo il cognome e non è certo un fenomeno),senza per altro completare la stagione. Per dire,Klien messo al volante dalla squadra spagnola a fine stagione ha destato ben altra impressione (e anche qui non parliamo certo di un fuoriclasse).Che dire,contento lui!
Chi deve piangere,sportivamente parlando,siamo noi italiani. In F1 abbiamo solo 2 piloti per giunta in squadre di terzo piano (a dispetto delle ottime capacità sia di Jarno che di Tonio). Ora Trulli è costretto a cedere il volante,seppure solo per una gara,mentre già gira voce che il posto di Liuzzi sia a rischio perchè in Hrt vogliono uno spagnolo,individuato in Javier Villa,anche lui risultati appena discreti (per non dire mediocri),ma evidentemente molto più appetibile a livello di sponsor.

Questa settimana ci sarà il gran premio di Valencia…vi ricorda qualcosa questo video?

Meno di un anno fa si sprecarono i commenti sul fatto che la differenza di velocità tra Kovalainen  e Mark  provocò questo terribile e pericoloso incidente…Certo, allora veniva usata questa affermazione sopratutto contro la presenza dei nuovi teams in griglia. Però di fatto la differenza elevata di velocità tra vetture è sempre rischiosa e qui ne abbiamo avuto una prova.  Tutte belle parole da parte degli adetti ai lavori che, come un castello di sabbia in riva al mare, sono sono sparite quest’anno con l’introduzione, PER REGOLAMENTO, dell’ala mobile, che crea proprio questa netta differenza di velocità tra chi segue e l’inseguito…Adirittura proprio qui a Valencia ci saranno due zone dove si potrà usa il DRS…Prima predicano in un modo…poi razzolano male in un altro, è da un pò che fanno così purtroppo.Controsensi. Non per niente Bernie Ecclestone è contro i motori turbo 4 cilindri, quei motori che gli consentirono di vincere il mondiale con la Brabham nel 1983

 

Lotus T128 2011 – Impossibile fare peggio del 2010

Pubblicato: 31 gennaio 2011 da Depailler on Tyrrell P34 in fia, formula 1, Lotus
Tag:, , , , ,

Ecco le prime foto della Lotus T128 di Jarno Trulli per la nuova stagione. Motore Renault,cambio redbull, pullrod al posteriore e forme aerodinamiche finalmente da f1…compreso l’airscoop a lama stile mercedes…manca il Kers che al momento non verrà utilizzato. Tutti in lotus si dicono fiduciosi, noi lo speriamo anche perchè nel teamc’è il nostro Trulli,il solo pilota italiano in F1  (Valsecchi invece sarà il test Driver) e comunque fare peggio della passata stagione sarà impossibile. In bocca al lupo al vero team lotus (secondo me!), l’altro abbinato alla renault è solo uno sponsor della parte delle vetture da strada del marchio ingelse.