Posts contrassegnato dai tag ‘michael waltrip racing’

credits: Getty Images For NASCAR

Con due vittorie e un secondo posto nelle ultime tre uscite a Talladega, Clint Bowyer spera di aggiungere un altro risultato positivo sul superspeedway dell’Alabama e di regalare il primo successo della stagione al Michael Waltrip Racing.

Il pilota di Emporia, Kansas, ha iniziato decisamente bene il suo primo anno nel nuovo team e si trova al 12esimo posto della classifica generale, contro una media, nei sei anni trascorsi al Richard Childress Racing, di 10.3 dopo 9 gare di campionato. (altro…)

Annunci

Getty Images For NASCAR

Dopo la pole conquistata in Texas da Martin Truex Jr., è Mark Martin a riportare il Michael Waltrip Racing in pole position, battendo di 6 millesimi di secondo il tempo di Carl Edwards e acciuffando la sua seconda pole stagionale dopo quella stabilita a Phoenix.

Il pilota della Toyota Camry #55 è sceso in pista per penultimo e ha siglato un crono di 21.040 secondi, pari a 18.327 miglia orarie di media, che gli è valso la 53esima partenza al palo in una carriera che conta 837 partenze in Sprint Cup. Martin ha anche migliorato il proprio primato come più “anziano” poleman della serie, con i suoi 53 anni, 3 mesi e 19 giorni. (altro…)

Credit: Geoff Burke/Getty Images for NASCAR

Grazie ad un run finale da incorniciare, Denny Hamlin ha preceduto sul traguardo della STP 400 Martin Truex Jr, autentico dominatore della gara.

Con il successo ottenuto in Kansas, il secondo della stagione, Hamlin ha riscattato in pieno le prestazioni un po’ opache delle ultime settimane ed è diventato il secondo pluri-vincitore della stagione, insieme a Tony Stewart. Il 31enne di Tampa ha colto la sua 19esima vittoria in Sprint Cup su 291 presenze, che è anche la 56esima del Joe Gibbs Racing e rende la vettura #11 la più vincente in assoluto nella storia della NASCAR, spezzando una situazione di pareggio con la #43. (altro…)

Credit: Tom Pennington/Getty Images for NASCAR

Martin Truex Jr ha realizzato il miglior tempo nelle prove di qualificazione per la Samsung Mobile 500 al Texas Motor Speedway, andando a cogliere la seconda pole stagionale per il Michael Waltrip Racing.

Il 31enne di Majetta, New Jersey, è stato il 35esimo a scendere in pista, in virtù del dell’undicesimo tempo delle libere, ed ha stabilito un tempo di 28.366 secondi, pari a 190.369 miglia orarie, che gli ha consentito di scavalcare Brad Keselowski e di rimanere al comando fino alla fine.  (altro…)

fonte immagine: autoweek.com

La pole position per la sesta gara della Sprint Cup 2012 è andata a Kasey Kahne, che ha percorso il breve ovale di Martinsville in 19.496 secondi, pari ad una media di 97.128 miglia orarie.

Il 31enne di Enumclaw, al volante della Chevrolet Impala #5 dell’Hendrick Motorsports, è sceso in pista per 39esimo, in virtù dell’ottavo tempo delle libere, ed ha scavalcato per 16 millesimi di secondo Kevin Harvick, in testa fino a quel momento. (altro…)

Jared Tilton/Getty Images for NASCAR

Dopo l’ottima prestazione sfoggiata a Bristol dal pilota del North Carolina, culminata in un ottimo quinto posto, la stagione di Brian Vickers aumenta di altre due gara, sempre al volante della Toyota Camry #55 del Michael Waltrip Racing. (altro…)

credit: Getty Images for NASCAR

La terza tappa della Sprint Cup costituisce la prima verifica del potenziale dei team su ovali da 1.5 miglia, che rappresentano una fetta consistente del calendario e una tipologia di circuiti in cui è necessario eccellere se si vuole puntare alla vittoria in campionato.

Il Circuito

Situato alla periferia nord-orientale della città del gioco, il Las Vegas Motor Speedway, aperto nel 1996, è un classico tracciato da 1.5 miglia dalla forma a “cookie cutter”, con il rettilineo principale ad arco, lungo 2275 piedi ed il backstretch, stavolta rettilineo, lungo 1572 piedi. Il banking, in seguito ad un lavoro di ristrutturazione avvenuto nel 2006, il banking è progressivo ed è intorno ai 20 gradi. (altro…)

Todd Warshaw/Getty Images

Dopo una settimana di tira e molla con Elliott Sadler, il Michael Waltrip ha annunciato che Brian Vickers guiderà la Toyota Camry #55 del Michael Waltrip Racing in sei appuntamenti della Sprint Cup 2012.

Il 28enne di Thomasville, North Carolina, appiedato dalla chiusura del team Red Bull, era rimasto alla finestra in attesa di un’occasione, che è arrivata quando il team di Michael Waltrip ha dovuto rinunciare all’accordo ormai raggiunto con con Elliott Sadler a causa del veto da parte del Richard Childress Racing. (altro…)

Credit: Jerry Markland/Getty Images for NASCAR

Sarà Martin Truex Jr. a scattare dalla prima posizione questa notte per il Budweiser Shootout, gara di apertura, fuori campionato, della stagione 2012.

La griglia di partenza è stata stabilita con un sorteggio e il pilota del Michael Waltrip Racing è stato il più fortunato. Accanto alla Toyota Camry #56, dalla prima fila scatterà Kyle Busch, mentre dalla terza e dalla quarta piazza partiranno rispettivamente Brad Keselowski e Jamie McMurray. (altro…)

John Harrelson, Getty Images for NASCAR

La stagione che inizierà il prossimo fine settimana con il Budweiser Shootout si preannuncia molto combattuta e foriera di sorprese. Alcuni grandi team come il Roush Fenway Racing e il Richard Childress Racing hanno dovuto ridurre il proprio impegno, passando da quattro vetture a tre, a causa dell’abbandono di diversi sponsor, come UPS, che hanno preferito puntare su un impegno ridotto su una vettura vincente, piuttosto che sponsorizzare per un’intera stagione un team da metà schieramento. (altro…)

Jerry Markland/Getty Images for NASCAR

Quella che sta per iniziare sarà una stagione cruciale per Kasey Kahne, che ha finalmente l’occasione di guidare per l’Hendrick Motorsports. Il 31enne di Enumclaw, tra le promesse della NASCAR fin dagli esordi, era stato messo sotto contratto da Rick Hendrick già nel 2010, ma è stato “parcheggiato” per un anno al Red Bull Racing, in attesa della scadenza del contratto di Mark Martin.

Alla fine della scorsa stagione, Kahne ha mostrato ottime prestazioni al volante della Toyota Camry #4, andando a vincere d’autorità la prova di novembre a Phoenix nell’annata che ha segnato la chiusura del team Red Bull, ed ora che Martin è passato al Michael Waltrip Racing, potrà andare ad occupare il sedile della Impala #5, una grandissima opportunità, ma anche un ruolo carico di aspettative, visto che potrà realisticamente puntare alla Chase fin da subito. (altro…)

Rusty Jarrett/Getty Images for NASCAR

Il team di Michael Waltrip, in netta espansione in vista del 2012, ha ufficialmente confermato di aver assunto Brian Pattie, ex crew chief di Juan Pablo Montoya all’Earnhardt Ganassi Racing, per affiancarlo a Clint Bowyer, recentemente passato anch’egli al MWR.

Pattie, 36enne di Zephyrhills, Florida, è stato alla corte di Chip Ganassi dal 2004 al luglio del 2011, ottenendo ottimi risultati in Nationwide Series, ed è stato il crew chief della Chevy #42 in Sprint Cup fino alla gara di Loudon, dopo la quale è stato sostituito da Jim Pohlman, pagando una stagione decisamente al di sotto delle attese ed un rapporto con Montoya che aveva raggiunto il punto di rottura. (altro…)

fonte: account twitter Daytona International Speedway

Il Daytona International Speedway è stato teatro martedì di una sessione di test, volta a definire il pacchetto aerodinamico per le vetture che scenderanno in pista in Florida dal 12 al 14 gennaio 2012, in occasione delle tradizionali prove denominate “Preseason Thunder”.

Hanno preso parte al test: Dale Earnhardt Jr. ed Aric Almirola per l’HEndrick Motorsports, David Ragan e Marcos Ambrose per il Roush Fenway Racing, Joey Logano per il Joe Gibbs Racing, Martin Truex Jr. per il Michael Waltrip Racing e Joe Nemecheck per NEMCO Motporsports.

Il tempo è stato inclemente nella mattinata, ed ha obbligato gli organizzatori ad asciugare la pista, per permettere ai 7 piloti presenti di scendere in pista a partire dalle 11:45 e provare diverse soluzioni, principalmente aerodinamiche, per ridurre la resistenza all’avanzamento delle vetture, pur mantenendo un buon livello di stabilità, rendendo quindi meno vantaggioso viaggiare in tandem. Le vetture hanno girato inizialmente con la configurazione adottata per la gara di luglio a Daytona (restrictor plate da 29/32esimi di pollice, spoiler alto 4 pollici e ½, largo 63 pollici), per arrivare a fine giornata a montare uno spoiler alto 3 pollici e largo 62. (altro…)

Chris Graythen/Getty Images for NASCAR

Sprint Cup Series News

Chad Knaus ha chiesto a Jimmie Johnson di danneggiare la vettura in caso di vittoria – Sono sorte diverse polemiche intorno ad una conversazione tra Chad Knaus e Jimmie Johnson nel pre-gara di Talladega. Poco prima dell’accensione dei motori, pensando di non essere ascoltato, Knaus si è chinato nell’abitacolo di Johnson per dirgli di fare in modo di danneggiare il posteriore della vettura in caso di vittoria. La reazione del cinque volte campione è stata un perplesso “Sul serio?”, ma il suo crew chief ha insistito, dicendo al cinque volte campione di voler evitare qualsiasi problema in fase di verifica. In settimana, pressato dai media, Knaus ha motivato la sua richiesta con la necessità di non rischiare una penalità a causa di micro-spostamenti rimediati in gara, mentre Johnson ha difeso l’operato della squadra sottolineando che, nel corso del weekend, l’auto ha passato molteplici verifiche tecniche. Questo dato di fatto non spiega comunque come mai Knaus non abbia suggerito di incidentare la vettura in occasione della vittoria di aprile, sempre sul tracciato dell’Alabama, cosa che, unita ai precedenti del crew chief di Rockford, sospeso due volte in passato per aver tentato di aggirare il regolamento, non ha sicuramente contribuito a placare le polemiche. I dirigenti della NASCAR hanno incontrato pilota e crew chief a Martinsville, probabilmente per informare entrambi che saranno tenuti particolarmente d’occhio. (altro…)

Credit: Justin Edmonds/Getty Images for NASCAR

 

NASCAR Sprint Cup Series News

Alcune opinioni sul cambio regolamentare di Talladega – Rodney Childers, crew chief della Toyota #00 del Michael Waltrip Racing, e Chad Johnston, crew chief della Toyota #56, sempre del MWR, hanno espresso la propria opinione sulle recenti modifiche regolamentari in vista della gara di Talladega, prospettando, se non la scomparsa, quanto meno la riduzione del tandem drafting. “Cambiando i restrictor plates andrà meglio” ha detto Childers. “Dovrebbe rendere il tutto più competitivo, consentendo di sorpassare, Se vogliono che i piloti non riescano a restare incollati così a lungo, dovrebbero ottenerlo. Probabilmente dopo un giro o mezzo giro dovranno staccarsi”. Johnston ha invece detto di aspettarsi comunque i tandem, ma con scambi più frequenti tra i due piloti, cosa che potrebbe risultare pericolosa, visto il numero delle vetture in pista. Per quanto riguarda i piloti, sia Ryan Newman che Jeff Gordon si sono detti convinti che le modifiche non metteranno fine al controverso stile di gara. Gordon in particolare ha detto di essere preoccupato per le implicazioni che il maggior numero di scambi potrebbe avere sulla sicurezza, pur sostenendo che potrebbe essere sufficiente, per il pilota che segue, sporgere maggiormente il muso rispetto alle fiancate di chi precede. (altro…)