Posts contrassegnato dai tag ‘michigan international speedway’

Credit: NHMS

La NASCAR ha deciso di implementare con effetto immediato una modifica regolamentare riguardante l’altezza da terra della carrozzeria nel tentativo di ridurre il grip generato dalle vetture a livello aerodinamico.

(altro…)

Annunci

fonte immagine: speedweek.ch

Secondo quanto inizialmente riportato da Dave Moody di Sirius XM e poi confermato dallo stesso Cassill in un’intervista allo stesso Moody, un nuovo team ha acquistato il materiale dell’ex Red Bull Racing e sta lavorando incessantemente per presentare due vetture al via della Daytona 500.

La nuova struttura, di cui al momento non si conosce nemmeno il nome, sarebbe stata fondata da ex-socio di minoranze del TRG Motorsports, Ron Devine, in collaborazione con alcuni ristoranti Burger King, ed avrebbe acquistato le vetture #83 e #93 (ex #4), appartenute al defunto team Red Bull, per allestire due vetture da schierare in tutti gli appuntamenti della Sprint Cup 2012. (altro…)

backflip per Carl Edwards, Credit: Tom Pennington/Getty Images

Carl Edwards l’ha spuntata ancora, conquistando la quarta vittoria stagionale in Nationwide Series (la trentatreesima in carriera), nella Alliance Truck Parts 250, quindicesimo appuntamento della serie. Edwards ha preceduto il compagno di team Ricky Stenhouse Jr., dopo un bel duello nelle fasi finali della gara. Stenhouse ha sopravanzato l’esperto compagno di team quando mancavano 21 giri alla fine, ma Edwards è rientrato poco dopo, tornando al comando quando di giri ne mancavano otto, staccando poi la Ford Mustang #6 e involandosi verso il traguardo con oltre un secondo e mezzo di vantaggio.

“Non pensavo che sarei stato in grado di riprenderlo, ma è stato come se la sua macchina si fosse fatta sottosterzante. Ragazzi, ha fatto un buon lavoro…” ha detto Edwards in victory lane, aggiungendo poi che “non penso che la sua macchina fosse bilanciata bene quanto la mia, era lui a farla andare così forte in qualche modo. Lui è uno che mi rende un po’ nervoso per il futuro.”

Stenhouse ha retto bene un seconda piazza, precendendo Kyle Busch, Paul Menard, un buon Trevor Bayne, Joey Logano, Mark Martin, Elliot Sadler, Brad Keselowski e Jason Leffler.

Il ventitreenne del Mississippi si è detto fiducioso per il prosieguo della stagione e ha dichiarato che si concentrerà maggiormente sulla gestione delle prove libere, perchè la considera il punto forte di Edwards, che riesce a sistemare l’auto come la preferisce molto più velocemente di lui.

Kyle Busch, dal canto suo, nulla ha potuto contro lo strapotere delle due Ford, dichiarando nel dopo gara che “E’ stata una buona giornata in relazione a quello che avevamo da dare. Non abbastanza per stare con i due di testa. Probabilmente saremmo stati da quarto posto, ma all’ultimo giro siamo riusciti a prendere Paul (Menard). E’ stato un bel duello alla fine con Paul. E’ stato divertente. Ci siamo divertiti e spero che abbiamo messo in scena un bello show.”
In classifica generale Stenhouse Jr. passa al comando, guadagnando due posizioni e scavalcando per due lunghezze Elliot Sadler. Reed Sorenson scivola in terza posizione, a quattro punti dalla vetta, a causa dell’undicesimo posto rimediato in Michigan. Quarto, staccato di 17 punti c’è Justin Allgaier.

Le ultime dallo Speedway

la preview postata da Max Papis su Twitter sul profilo @maxpapis

Max Papis al via in Nationwide a Elkhart Lake – Mad Max guiderà una Chevrolet Impala del team di Kevin Harvick in occasione dell’appuntamento di Elkhart Lake della Nationwide Series, la Bucyrus 200, il prossimo 25 giugno. Il comasco ha mostrato attraverso il suo accout su Twitter la prima immagine del lato sinistro della vettura, sopra il cui finestrino, oltra la nome di Max, è ben in evidenza la bandiera italiana. Quello di Road America sarà il primo appuntamento della serie su circuito stradale e Max avrà ottime possibilità di ben figurare, anche in virtù della vettura di primissimo piano.

Raikkonen non sarà al via della gara di Sonoma – Il pilota finlandese non debutterà in Sprint Cup sullo stradale di Sonoma il 26 giugno prossimo, o almeno non lo farà con il team di Robby Gordon, che sperava di schierare due vetture, una per sè e l’altra per l’ex campione di Formula 1. L’accordo non è stato raggiunto e Gordon, che è stato obbligato a parcheggiare la propria auto poco dopo il via in diverse occasioni quest’anno, sarà al via in Michigan e in California con l’intento di terminare la gara, per poi saltare tre appuntamenti e ripresentarsi il 31 luglio a Indianapolis per la Brickyard 400.

Riasfaltatura in vista per il Michigan International Speedway – Lo speedway nei pressi di Detroit, come diverse altre location del calendario della Sprint Cup, procederà ad una nuova stesura del manto d’asfalto in tempo per le gare del 2012. I primi lavori riguarderanno la pit-lane, a cavallo tra la gara di giugno e quella di agosto, mentre subito dopo l’appuntamento del 19 agosto partiranno i lavori sul resto del tracciato. A differenza di quanto sta avvenendo al Phoenix international Speedway, in Michigan non cambieranno le caratteristiche del banking, attualmente già variabile nelle curve, come tiene a sottolineare il Presidente della società dello speedway, Roger Curtis. Verranno rimossi due pollici di asfalto, sostituiti da due strati da mezzo pollice, utili a livellare la superficie, a loro volta coperti da uno strato finale, che risulterà più liscio e permetterà, così dicono gli esperti, competizioni ancora più tirate.

Kahne in Natiowide con il JR Motorsports per due gare – Kasey Kahne guiderà la Chevrolet Impala del JR Motorsports nella Nationwide Series in occasione degli appuntamenti in Kentucky e New Hampshire, il mese prossimo. Lo sponsor dovrebbe essere quello classico della Chevy #7, ovvero GoDaddy.com. Kahne correrà anche altre gare della Nationwide Series per il Turner Motorsports.

Stay Tuned!