Posts contrassegnato dai tag ‘phoenix international raceway’

Credit: Tyler Barrick/Getty Images for NASCAR

Ecco anche il video completo della Subway Fresh Fit 500, svoltasi domenica al Phoenix International Raceway e vinta da Denny Hamlin su un Kevin Harvick rimasto a secco a meno di due giri dalla fine, mentre provava in ogni modo a rimontare.

Per il caricamento ringraziamo l’utente Azevedo00001

Il video dopo il salto, enjoy 🙂 (altro…)

Credit: Christian Petersen/Getty Images

E’ arrivato il video integrale della Bashas’ Supermarkets 300, seconda prova della Nationwide Series, che si è svolta sabato al Phoenix International Raceway ed è stata vinta da Elliott Sadler.

Il video, per cui ringraziamo ancora una volta l’utente EdwinTV9, dopo il salto. (altro…)

Chris Graythen/Getty Images for NASCAR

Ospitiamo con piacere il primo post sulla NASCAR di Federico Floccari, che si presenta  raccontandoci le dichiarazioni di Kevin Harvick durante la conferenza stampa post-gara di Phoenix. 

La Subway Fresh Fit 500 è stata una gara molto combattuta, dura e, soprattutto, tirata fino alla fine, che ha visto un duello tra Hamlin e Harvick per la vittoria della corsa negli ultimi 15 giri. Proprio Kevin Harvick, secondo al traguardo ha dato una sua versione della gara durante la conferenza stampa post-gara. (altro…)

Credit: Todd Warshaw/Getty Images for NASCAR

Denny Hamlin si è messo definitivamente alle spalle un 2011 ricco di difficoltà, dal rapporto con le gomme Goodyear a una serie troppo lungo di motori poco affidabili, ed è andato a conquistare la vittoria nella seconda prova della Sprint Cup, disputatasi a Phoenix.

Per Hamlin, da quest’anno assistito da Darian Grubb nel ruolo di crew chief, si tratta della prima vittoria dal giugno dello scorso, quando si imposto in Michigan, la 18esima in carriera su 225 presenze nella serie, la prima al Phoenix International Raceway. (altro…)

Credit: Christian Petersen/Getty Images

Una strategia vincente ha consentito a Elliott Sadler ed il pilota di Emporia ha contenuto per 25 giri il rientro di Brad Keselowski, andando a vincere la seconda prova della Nationwide Series e prendendosi la testa della classifica.

Per Sadler si tratta del ritorno in victory lane in Nationwide Series dopo 91 gare. La sua ultima vittoria nella categoria risaliva all’ottobre del 1998, al North Carolina Motor Speedway. Quello ottenuto al volante della Chevrolet Impala #2 del Richard Childress Racing è il sesto successo in 166 presenze nella serie. (altro…)

credits: Getty Images

Dopo gli eccessi di Daytona, la Sprint Cup si presenta in Arizona, al Phoenix International Raceway, per la Subway Fresh Fit 500, una gara che rappresenta il vero e proprio inizio della stagione.

IL CIRCUITO

Completato nel 1964, il Phoenix International Raceway è adagiato ai piedi delle Estrella Mountains, ad Avondale, periferia occidentale di Phoenix, la capitale dell’Arizona. La NASCAR ha cominciato a correrci nel 1978, ma la prima gara di quella che oggi si chiama Sprint Cup si è disputata nel 1988 ed è stata vinta da Alan Kulwicki, su Ford, che per l’occasione inventò il suo caratteristico “Polish Victory Lap”, percorrendo un giro in senso inverso a quello di gara. Dal 2005, il circuito ospita due gare a stagione, collocate ad inizio e fine stagione per sfruttare il clima mite dell’Arizona a febbraio/marzo e novembre.  (altro…)

credits: Getty Images

La settimana della NASCAR è stata incentrata soprattutto sulle conseguenze dell’incidente di Juan Pablo Montoya a Daytona e sulla pesante penalità inflitta a Jimmie Johnson e al team della Chevy #48

Sprint Cup Series News

I circuiti prendono le prime decisioni per migliorare la sicurezza degli operatori dei jet dryers – Dopo il tremendo incidente che ha visto conivolto Juan Pablo Montoya, finito contro un jet dryer a Daytona, arrivano le prime reazioni da parte dei crcuiti. I responsabili del Phoenix International raceway e del Texas Motor Speedway hanno entrambi dichiarato che gli operatori dei dryers vestiranno tute ignifughe e caschi protettivi in occasione delle rispettive gare. L’addetto che era alla guida del truck colpito da Montoya, Duane Barnes, ha detto: “Ringrazio tutti quelli che hanno scritto, chiamato e chiesto come sto. Sto bene e sono stupito da quante persone si siano interessate alla mia salute. Sono anche contento che Juan Pablo Montoya stia bene e lo ringrazio per essersi preoccupato per me” (altro…)

Dopo le movimentate gare di Daytona, la stagione della NASCAR prende la via di Phoenix, Arizona, per Sprint Cup e Nationwide Series, mentre la Camping World Truck Series tornerà il 31 marzo a Martinsville. (altro…)

Credit: Jonathan Ferrey/Getty Images

La Kobalt Tools 500, penultima prova della Sprint Cup 2011, è andata a Kasey Kahne, che si è imposto davanti a Carl Edwards e Tony Stewart, grazie ad un’ottima tattica nel finale di gara.

Il pilota di Enumclaw, in partenza per l’Hendrick Motorsports a fine stagione, ha interrotto una serie negativa che lo voleva assente dalla victory lane da 81 gare (l’ultima vittoria risaliva al 2009), conquistando il 12esimo successo in carriera su 287 presenze e regalando al team Red Bull, che potrebbe anche chiudere i battenti al termine della stagione, un successo importantissimo nella caccia agli sponsor. (altro…)

Christian Petersen/Getty Images

Matt Kenseth ha siglato la pole position per la Kobalt Tools 500, sul rinnovato circuito di Phoenix, grazie ad un tempo di 26.258 secondi, pari a 137.101 miglia orarie di media. (altro…)

Jonathan Ferrey/Getty Images

Il Phoenix International Raceway, il rinnovato ovale da un miglio situato alle porte di Phoenix, Arizona, ospita la penultima prova della NASCAR Sprint Cup Series, una gara che si preannuncia avvincente soprattutto in virtù dell’incognita rappresentata per tutti dal nuovo disegno del tracciato e  dal manto d’asfalto appena steso e tutto da capire per teams e piloti.

IL CIRCUITO

Completato nel 1964, il Phoenix International Raceway è adagiato ai piedi delle Estrella Mountains, ad Avondale, periferia occidentale di Phoenix, la capitale dell’Arizona. La NASCAR ha cominciato a correrci nel 1978, ma la prima gara di quella che oggi si chiama Sprint Cup si è disputata nel 1988 ed è stata vinta da Alan Kulwicki, su Ford, che per l’occasione inventò il suo caratteristico “Polish Victory Lap”, percorrendo un giro in senso inverso a quello di gara. Dal 2005, il circuito ospita due gare a stagione, collocate ad inizio e fine stagione per sfruttare il clima mite dell’Arizona a febbraio/marzo e novembre.  (altro…)

John Harrelson/Getty Images for NASCAR

Sembra che il lavoro diplomatico di “Coach” Joe Gibbs abbia dato i suoi frutti: la multinazionale degli snack Mars non abbandonerà il pilota di Las Vegas per la prossima stagione. Tuttavia il logo M&M’s non apparirà sulla carrozzeria della Toyota Camry #18 del Joe Gibbs Racing a Phoenix e Homestead, dove sarà sostituito da Interstate Batteries, l’altro grande sponsor del pilota di Las Vegas. (altro…)

Penultimo fine settimana di gare per la NASCAR. Sprint Cup Series e Nationwide Series scenderanno in pista in Arizona, sul rinnovato Phoenix International Raceway, mentre la Camping World Truck Series è a riposo in vista del gran finale di Homestead-Miami.

Nascar Sprint Cup Series

Prossima gara: Kobalt Tools 500
Circuito: Phoenix International Raceway
Data: Domenica 13 Novembre
Ora: a partire dalle 21:00 ora italiana
Qualifiche: sabato 12 novembre dalle 17:40 italiane
Lunghezza: 312 miglia (312 giri) (altro…)

fonte immagine: profilo facebook Michael Waltrip Racing

Sprint Cup Series News

Annunciata il passaggio di Clint Bowyer al Michael Waltrip Racing – E’ stata presentata al Kansas Speedway la Toyota Camry #15 sponsorizzata da 5-Hour Energy, con cui Clint Bowyer prenderà parte alla prossima stagione della Sprint Cup per il Michael Waltrip Racing. L’annuncio ha posto fine ai dubbi che circondavano il futuro del nativo di Emporia, Kansas, divenuto uno dei pezzi pregiati del mercato dopo che Carl Edwards ha deciso di rinnovare con il Roush Fenway Racing. La Toyota #15 scenderà in pista per la prima volta in occasione della 500 miglia di Daytona del 2012. Per il team di Waltrip si tratta di un passo importante ed ambizioso, che oltretutto allarga il parco macchine da schierare, mentre per Bowyer le possibilità cominciavano a scarseggiare e c’è da sperare che il sodalizio con la nuova squadra non segni un passo indietro nella sua carriera. (altro…)

Credit: Phoenix International Raceway

Sprint Cup News

Il Kentucky Speedway si muove per risolvere i problemi di traffico – Dopo la figuraccia rimediata in occasione della Quaker State 400, quando migliaia di fans sono rimasti imbottigliati nel traffico nell’area attorno al circuito, senza poter assistere alla gara, i responsabili del Kentucky Speedway si sono mossi per non ripetere l’errore. L’autodromo ha acquistato un terreno da quasi 58 ettari che servirà ad aumentare la capienza dei parcheggi del 35% ed ha assunto degli specialisti per migliorare i flussi e la gestione del traffico in occasione della gara, realizzando tra l’altro anche delle migliorie alle arterie stradali che portano allo Speedway, in collaborazione con l’amministrazione locale.

Kevin Harvick mostra il suo apprezzamento per Kyle Busch – Intervistato dalla stazione radio Q100 di Atlanta, Kevin Harvick non ha avuto parole tenere per l’arci-rivale Kyle Busch, che non ha esitato a definire un idiota. Secondo il 35enne californiano la rivalità risalirebbe addirittura alla gara di Dover del 2005, quando Busch avrebbe tagliato la strada ad Harvick, che per tutta risposta lo avrebbe mandato a muro. Harvick ha aggiunto che normalmente questo genere di screzi si risolvono in fretta perché i piloti si incrociano troppe volte per far durare a lungo certe cose, ma ha escluso di poter appianare i contrasti con il pilota di Las Vegas, che “potrebbe solo ritirarsi” per essere rivalutato ai suoi occhi.

Ancora in alto mare la situazione di Clint Bowyer – Il pilota della Chevrolet #33 non ha ancora chiarito la sua situazione per il prossimo anno, anche se ha dichiarato di essere al lavoro per una riconferma al Richard Childress Racing. A quanto pare il problema risiederebbe nel rifiuto da parte di Bowyer di accettare una riduzione del proprio ingaggio. Voci insistenti lo vorrebbero sponsorizzato dalla bibita energetica 5-hour Energy ma è ancora incerto su quale vettura siederà il 32enne di Emporia, Kansas. Di sicuro alcuni teams si sono fatti avanti, primo fra tutti il Richard Petty Motorsports, che, nonostante l’impegno per rinnovare i contratti di AJ Allmendinger e Best Buy, non disdegnerebbe di poter schierare una terza Ford Fusion per Bowyer. (altro…)