Posts contrassegnato dai tag ‘trulli’

La gara australiana che ha aperto il mondiale 2012 è l’occasione per noi di Motorsportrants di inaugurare una nuova rubrica nel nostro (vostro) blog: le pagelle del Gran Premio.
A dare i voti ai piloti (con un occhio anche alle scuderie) saranno i nostri depaillerontyrrellp34 e peppe1981, ognuno dei quali redigerà la propria valutazione personale. Questo in modo da presentare un’analisi il più possibile completa ed eterogenea, portatrice di punti di vista diversi e -perchè no- talvolta anche opposti, com’è nel nostro spirito di punto d’incontro e di confronto tra appassionati di motorsport.
E proprio in virtù di questo spirito vi invitiamo a commentare e a dirci la vostra.
Dopo il salto le nostre pagelle. (altro…)

Annunci

F.1 Il “caso Massa”

Pubblicato: 19 marzo 2012 da Massimiliano Palumbo in ferrari, formula 1, italia da corsa
Tag:, , , , ,

Si ok, siamo alla prima gara. E su un campionato da 20 gran premi di cose ne possono succedere. Compreso che Felipe vinca il mondiale. Ma siamo onesti, il “problema” non sorge ora. Sono due anni che Massa non ha un rendimento da pilota Ferrari, ma neanche da ciò a cui ci aveva abituato. Si perchè non stiamo parlano del classico paracarro che arriva in Formula Uno grazie a vagonate di dollari e al manager figlio illustre, come qualcuno vuole far intendere. Magari quello l’ha aiutato a rimanerci anche quando i risultati non sono venuti. No, Felipe il posto in F1 prima e in Ferrari poi, se l’era meritato sul campo. Campione F.Chevrolet ( vero, non è granchè, ma in Brasile questo c’era) nel ’99, campione italiano ed europeo di F. Renault ( e qui le cose si fanno tremendamente più difficili) nel 2000 al primo tentativo, campione dell’Euro 3000 nel 2001, vincendo 6 gare su 8 solo perchè a Dogninton l’han spedito fuori. Sennò era ein plain. Questo curriculum gli ha consentito il debutto in F.1 nel 2002 con la Sauber, che voleva trovare il nuovo Raikkonen, appena passato in McLaren. E fu debutto di fuoco, condito da ottime prestazioni, dimostrazioni di grinta (a volte persino eccessiva, vedi la “vendetta” di Monaco su Bernoldi) misto svarioni clamorosi. Era chiaro a tutti che il ragazzo aveva piede, ma doveva sistemare la “testa”. Così, nel 2003, visto anche l’appiedamento da parte di Peter Sauber che gli preferisce piloti con maggiori garanzie, Felipe entra ufficialmente in Ferrari: un anno di test con la Rossa (allora si potevano ancora fare) e di discussioni con quel simpaticone di Ross Brown lo portano a più miti consigli. Nel 2004 e 2005 di nuovo in Sauber, tutta esperienza. Nel 2006 sostituisce Barrichello come titolare alla Ferrari, e di certo non la fa rimpiangere. Accanto ha un signore di nome Michael Schumacher, ma non viene tritato. Anzi, qualche volta se lo mette pure dietro. L’anno successivo arriva Raikkonen, e diventa campione del mondo al primo tentativo. Brutto smacco, ma Massa fino a trequarti di stagione era

(altro…)

Sentimenti contrastanti mi accopagnano mentre mi avvio a scrivere queste righe. Tutti voi che ci seguite sapete quanto a cuore abbiamo i colori tricolori nel motorsport. L’affaire Trulli porta dietro a se 1000 problemi del nostro motorsport di questi ultimi anni. Non so da dove cominciare sinceramente. Partiamo da Jarno. In cuor suo penso sapesse che era molto difficile mantenere il suo posto in Caterham quest’anno perché  Petrov era li che girava come un avvoltoio e la sua valigia piena di milioni di dollari. Quello che da fastidio è come è avvenuto questo appiedamento. Con un contratto firmato a settembre e dopo aver provato la nuova vettura la settimana scorsa. Un comportamento insiegabile da parte di Tony Fernandes che si vantava tanto di non avere piloti paganti nel suo team. Ora ci racconta che Petrov serve a dare nuovo slancio al team e che sposa perfettamente la linea del gruppo…ma ho l’impressione che se io fossi arrivato da Fernandes con 1dollaro in più di Petrov …magicamente avrei sposato anch’io la linea del gruppo e sarei stato linfa nuova per il team. Jarno si è comportato da signore facendo capire che il team è alla canna del gas e che non potevano fare diversamente….Fossi stato Jarno li avrei mandati a fanculo invece…considerando che se Ferandes ha conquistato 2piazzamenti nella top ten costruttori lo deve proprio a Jarno…altrimenti caro Fernandes il tuo team sarebbe stato dietro anche alla Hrt. È un peccato che la collaborazione di Jarno si interrompa proprio ora dopo aver passato due anni a guidare una ciofeca. Questo poteva essere l’anno buono per poter raccogliere qualcosa dopo tanto sudore speso nello retrovie. Jarno di certo non meritava una vettura come la Caterham e forse poteva chiudere prima il rapporto con la F1 impegnandosi in Nascar dove molti lo aspettavano…oppure puntare all’endurance. Ma Jarno credeva nel progetto, nel creare un team da zero…forse ci credeva più lui che quelli attorno a lui.ora invece è rimasto fregato,non ci sono altri posti in #F1,in endurance da Toyota e sembra tardi per avviare un progetto indycar o nascar. Peccato Jarno 256 gp,4poles, dove hai raccolto meno di cui meritavi. Come ha scritto Peter Windsor oggi, avrà avuto anche la colpa di essere lamentoso a volte, ma Jarno rimaneva un artista del volante e strepitosamente veloce in qualifica. Prima che rovinassero anche la sezione delle piscine a Montecarlo allargandone la sede stardale, nessuno affronatava quella sezione come lui…pennellate di sterzo tra un cordolo e l’altro. Arrivato in F1 grazie  Minardi dopo aver vinto tutto nelle formule minori,rischia di vincere subito il primo gp della sua vita nell’anno dell’esordio con la prost gp in Austria prima che il motore cedesse a pochi giri dalla fine. Approdò in Jordan con un anno di ritardo quando ormai il team iniziò la fase di declino. In Renault però  dimostrò tutto il suo valore. L’unico suo problema è stato il non aver accettato di fare da secondo ad alonso sotto il regno Briatore. Se avesse accettato di fare il fedele cagnolino come Fisichella avrebbe ottenuto qualche vittoria in più ma per fortuna non l’ha fatto. La vittoria strepitosa di montecarlo ha rovinato i piani di Britore e quello fu l’inizio della fine per Jarno in renault. Come successe nel 99 in ferrari con Irvine..quando fecero di tutto per non fargli vincere il mondiale che do eva essere riportato a maranelo da schumacher…chi si ricorda la ruota scomparsa la nurburgring? Il buon eddie non poteva essere l’erede di scheckter.
La storia con Toyota non è andata come forse Jarno sperava…capitali da grande team ma ingegneri ed organizzazine non all’altezza…eppure podii e poles Jarno li ha ottenuti anche li. Tante occasioni perse,ma la coscenza pulita di non aver accettato di aver fatto da numero due a nessuno.
Il brutto dell’appiedamento di Jarno è che ci risvegliamo con una F1 senza piloti italiani al via e questo non succedeva dal 1969! Si sapeva che il momento stava arrivando ma nessuna delle autrità del nostro motorsport non ha fatto nulla per aiutare i nostri giovani piloti…si sono sempre nascosti dietro a frasi tipo…i nostri piloti non hanno volgia di soffire…cazzate! I  filippi,bortolotti,ceccon,bonanomi,mortara,valsecchi sono tutti li a dimostare che hanno torto e che è mancata la volontà  di seguirli ed aiutarli. Ora sembra che tutti cadano dalle nuvole. Siamo il popolo dei Nuvolari,Farina,ascari,bandini,alboreto…non di quattro russi o indiani solo con la valigia di dollari. Invece sapete come gira? Che filippi non riesce a trovare posto in indycar..che ceccon nonostante abbia stupito tutti ai test dei giovani di f1 è li senza un programma. E poi devo sentire anche Domenciali che dice che è triste una F1 senza italiani. Avesse il buon gusto di tacere almeno oggi.lui che al fota fan forums a monza ha detto di non vedere piloti italiani  top.vergogna! Lui e tutti quei giornalisti che passano il tempo a parlare solo di ferrari e valentino rossi…zitti tutti e vergogna oggi…come vergogna devono provare quelli della aci csai a capo di una federazione inesistente! Senza minardi in F1 nessuno crede più nei nostri talenti…e minardi stesso fu lasciato colpevolmente da solo quando era in crisi e fu costretto a chiudere il team. In ferrari tengono uno come rigon al simulatore e alle esibizioni tipo motor show, e poi mandano avanti un pilota solo perché  seguito dal figlio di todt. No cari amici non ci siamo. Speriamo che da tutti questi problemi ne esca qualcosa di produttivo….che il fatto di trulli aiuti a smuovere un po’ di cervelli rimasti troppo tempo fermi ai box. È tardi,bisognava muoversi prima….ma rimanere inermi ancora una volta sarebbe imperdonabile…nelle piste italiane ci sono ragazzi che meritano e che non sono secondi ad un “Paytrov”…
2anni fa parlavo con Ghinzani e mi diceva che nessuno aiutava chi come lui sta lavorando per i giovani italiani…che tutti i soldi della federazione e sponsor vanno alla ferrari…che tutta l’attenzione di stampa e media va solo alla ferrari…mi ha detto che se la voglia di tricolore non parte da noi tifosi per il motorsport italiano non ci sarà futuro…ed infatti lo vediamo dalla situazine in F1,nei rally, nel fatto che sempre meno gare internazionali vengono in italia…SVEGLIA,ANCHE SE TARDI,PRENDIAMO I PROBLEMI NATI CON L’APPIEDAMENTO DI TRULLI PER TIRARE UNA RIGA E RIPARTIRE CON IDEE E PROGETTI CHIARI! NESSUNO CHIEDE I 15 PILOTI ITALIANI IN F1 COME NEL 1990…MA NON ACCETTIAMO DI VEDERE QUESTA DESOLAZIONE…Pensiamoci quando accendiamo la tv per il gran premio d’australia..occhio..Mazzoni liquiederà tutto con 10parole di circostanza…ma noi rimaniamo vigili, facciamo sentire la nostra voce!

image

TRULLI: LA SUA PRIMA DICHIARAZIONE POST APPIEDAMENTO

Pubblicato: 17 febbraio 2012 da Depailler on Tyrrell P34 in caterham, fia, formula 1, FOTA, italia da corsa
Tag:,

DAL SITO AUTOSPORT:

Jarno Trulli was philosophical about his exit from the Caterham F1 team after it was announced that he would be replaced by Vitaly Petrov.

The Italian, a veteran of 256 grands prix, will be absent from the grid at the start of the season, having made his debut in 1997.

One-time GP winner Trulli had a contract with Caterham for 2012, but the team replaced him with Petrov, regarded as one Formula 1’s ‘pay drivers’.

Trulli said his exit had not come as a surprise to him, and is hoping the financial backing Petrov brings helps Caterham secure a better future.

“Personally I’m not displeased: I was prepared for a possible divorce from Caterham, in the knowledge that the difficult economic situation would have pushed the team to find an adequately-supported driver,” Trulli told the Ansa news agency.

“Small teams have certain needs and contracts are clear. I hope that, with Petrov’s contribution, all the people who work there can have a more serene future.”

Trulli’s exit means there will be no Italian drivers in the first race of the season for the first time since 1970, something the Pescaran reckons was inevitable given the lack of support for young drivers in Italy.

“Formula 1 without Italian drivers is a shame,” he said. “I’m sorry but the problem is not mine: others must take responsibility for this impoverishment, for a situation that after all did not begin yesterday, and over which no action has been taken.

“In Italy there’s no system that helps drivers emerge at high level, so it’s normal it ends up in situations like this. There are talents, but without anyone’s support they are hopeless.

“I’d like to see more involvement from everyone, but at such a time of crisis for the country I can’t see how a young driver can find help in order to be considered by any team.”

(altro…)

Trulli sarà sotituito da Petrov nel mondiale di F1 2012 alla Caterham…questo riporta repubblica. Secondo il giornale italiano il team era economicamente al collasso ed i milioni di euro di Petrov fanno solo che comodo. PER NOI ITALIANI, POPOLO DI ASCARI,FARINA,BANDINI,ALBORETO,PATRESE ECC è UNA VERGOGNA IMMENSA NON AVERE NESSUN PORTACOLORI NELLA GRIGLIA DI PARTENZA…ASSURDO…TUTTO QUESTO GRAZIE A CHI PER ANNI SE Nè FREGATO VIVAMENTE DEI NOSTRI RAGAZZI…ACI CSAI VERGOGNA! E NON MI VENGANO A DIRE CHE CI MANCANO I TALENTI PECHè I BOTORLOTTI,MORTARA,CECCON,FILIPPI, E ALTRI SONO LI A MOSTRARE CHE I TALENTI NON CI MANCANO PROPRIO!

Fernando Alonso si conferma in testa al termine della sessione conservando come miglior tempo l’ 1.18.877 fatto segnare questa mattina.
In effetti la F2012, rientrata ai box intorno alle 11.00, ne è uscita solo dopo 4 ore (impiegate,come spiegato un pò cripticamente via twitter dalla Ferrari, per “apportare alcuni cambiamenti e risolvere alcuni problemi”) per percorrere pochi giri ad andatura costante, utili per effettuare degli aero test: a fine giornata lo spagnolo è il pilota che ha girato meno di tutti (39 tornate per lui).
Vettel,dopo i problemi tecnici accusati questa mattina, è sceso nuovamente in pista solo alle 14.45, perdendo, di fatto, metà sessione, ma mostrando prestazioni molto interessanti sia in termini di passo,che di velocità assoluta.
Lo stesso si può dire di Lewis Hamilton, che ha ottenuto il suo miglior tempo con gomme medie (a differenza di Alonso, che nel suo giro veloce aveva le soft).
Quest’anno,comunque, come confermato da Rosberg (che con la Mercedes 2011 nei giorni precedenti ha portato avanti un programma incentrato sulla valutazione delle nuove Pirelli), il gap prestazionale tra le diverse mescole sarà minore rispetto alla scorsa stagione.
Stakanovisti di giornata Bruno Senna, che ha coperto ben 125 giri con la sua Williams, e Trulli (117 giri), che ha guidato per la prima volta in carriera una monoposto dotata di Kers.
Esclusi Alonso e lo stesso Trulli, gli altri 7 piloti in pista risultano compresi nello spazio di mezzo secondo: dopo il salto la lista dei tempi di questa quarta giornata di test a Jerez. (altro…)

La prima notizia della giornata è, in realtà, una conferma: come anticipato dal nostro depaillerontyrrellp34, Trulli è al volante della Caterham.
Nei giorni scorsi si erano rincorse insistenti voci di un appiedamento di Jarno in favore di Vitaly Petrov, impegnato a convincere i suoi sponsor a garantirgli il budget sufficiente a “comprare” il sedile nel team di Tony Fernandes. Cosi’ non è stato ed assalto sventato, almeno per il momento. Con buona pace di certa stampa incomprensibilmente intenta a “tirare la volata” al russo.
Tornando ai fatti della pista, la Red Bull ha accusato problemi di natura elettrica che hanno costretto Vettel ad una lunga sosta ai box dopo aver compiuto appena due giri.
Dopo che le prestazioni tutt’altro che esaltanti dei primi tre giorni cominciavano a destare preoccupazioni sulla competitività della F2012 sia tra i tifosi che all’interno della squadra (dove sia Fry che Massa avevano ammesso che il lavoro da fare era molto), sono giunti finalmente i primi,timidi segnali di risveglio da parte della Ferrari, con Alonso che ha abbassato sensibilmente il riscontro personale di ieri.
Pare che da Maranello siano arrivate nottetempo nuove componenti, che a quanto sembra hanno dato risultati positivi, anche se risulta difficile credere che questi pezzi da soli abbiano determinato un miglioramento di oltre un secondo e mezzo.
C’è da sottolineare che lo spagnolo ha fatto segnare il suo miglior crono con gomme Soft, nel primo giro di un run di sei passaggi.
Assente la Mercedes in questa ultima giornata di test a Jerez,mentre Nico Hulkenberg ha potuto finalmente prendere contatto con la nuova Force India, dopo aver dovuto,suo malgrado, saltare la giornata di ieri a causa dell’incidente del terzo pilota Bianchi.
Molto attiva la Williams con Bruno Senna che ha coperto già quasi 100 giri.
Dopo il salto la lista dei tempi aggiornata alle ore 13.00. (altro…)

Si completa la griglia del campionato F1 2012. Ad aggiudicarsi l’ultimo volante disponibile, quello in Hrt, è l’indiano Narain Karthikeyan.
Per la verità il posto accanto a Pedro De la Rosa nella scuderia spagnola era già occupato dal nostro Liuzzi, che risultava contrattualizzato anche per le stagioni a venire, ma evidentemente ciò non è bastato dinanzi alla necessità del team di completare il budget e,quindi, di avvalersi di un pilota pagante. (altro…)

Ecco la prima vettura di F1 2012! Bella brutta? Beh preparatevi perchè di musi così bruttini ne vedremmo molti dopo che la fia ha imposto nuove misure e lo scalino tra la centina del telaio e l aparte superiore del muso (55cm). Il muso della caterham è veramente strano e segue alla lettera il regolamento non scendendo o prendendo altra forma particolare. La V è molto scavata e gli attacchi dei puntoni delle sospensioni posizionati in alto. I sostegni del musetto attaccatti alla parte alta e pare ic sia la volontà di far passare molta aria sotto la vettura.

Nella vista laterale notiamo la scomparsa dell’airscoop a lama e una zona a coca cola molto rastremata essendo motore,cambio e kers della redbull dello scorso anno. Di lato si nota molto anche lo scalino sul muso

Nella vista frontale

(altro…)

Ormai manca poco ai tests pre stagione. I posti diponibili sono pochi. Tra ieri ed oggi alcuni tasselli sembrano eesersi sistemati. Il nostro Jarno Trulli rimarrà in Caterham e Petrov con la sua valigia piena di dollari sarà il terzo pilota. Bravi (se sarà così) alla Caterham se così fosse a tenersi l’esperienza di Jarno per continuare a crescere e non guardare ai soldi di un pilota pagante. Chi invece ha bisogno disperato di soldi è la Williams che sembra farà guidare la sua vettura a Bruno Lalli Senna in cambio di, udite udite, 14milioni di euro! Bottas potà anche essere un talento, Rubens una sicurezza dal punto di vista tecnico…ma 14milioni di di euro sono 14 milioni…e chi se ne frega se nella tua carriera le hai prese da Petrov, Chadonck e Yamamoto…anche se sprazzi di velocità li ha mostrati…Lo zio merita di essere onorato…

Williams: annata disastrosa: scende dal sesto al nono posto nel costruttori (con tutte le perdite economiche che ciò comporta in termini di minori introiti andando a peggiorare la situazione di un team già non molto florido), conseguisce appena 5 punti contro i 69 dello scorso anno (circa 14 volte in meno), va a punti solo 3 volte contro le 17 del 2010, circa 6 volte in meno), ottiene come miglior risultato in gara il nono posto (lo scorso anno aveva ottenuto un quarto), come migliore qualifica un settimo posto (lo scorso anno c’era stata una pole), è entrata nella top ten in qualifica solo 3 volte (a fronte delle 21 dello scorso anno: 7 volte in meno), è stata eliminata in q3 6 volte mentre nel 2010 non era mai successo, aumentano i ririri che passano da 6 a 9 (cioè aumentano di un terzo).

Barrichello: ottiene solo 4 punti a fronte dei 47 dell’anno scorso (circa 12 volte in meno), anche se contribuisce all’80% al bottino totale del team (lo scorso anno lo aveva fatto per il 68.12%), vince 10 a 9 il confronto in qualifica con Maldonado, ma  a differenza del compagno non arriva mai in q1.

Maldonado: stagione d’esordio: porta 1 solo punto al team (20% del totale, Hulkenberg lo scorso anno aveva contribuito per il 31.88%), entra 3 volte in qualifica in q1, l’incidente di Montecarlo lo priva di punti preziosi.

Lotus: 0 punti come nel 2010 e ancora decimo posto nei costruttori (l’ultimo che prende i soldi da Ecclestone) in virtù di un tredicesimo posto come risultato migliore –risultato ottenuto 3 volte-(l’anno scorso il miglior risultato in gara era stato un dodicesimo posto) , in qualifica ottiene un quindicesimo posto come risultato migliore (come nel 2010) e supera la q3 3 volte contro le 2 del 2010 (+33.33%).
Per verificare eventuali progressi  rispetto alle vecchie squadre calcoliamo il distacco medio del suo pilota meglio piazzato in q3 rispetto all’ultimo pilota piazzato in q2 in 4 gp esemplificativi (Montercarlo,la  pista più lenta, Monza, la pista più veloce, Australia,la  prima o una delle prime gare dell’anno, e Abu dhabi,l’ ultima o una delle ultime gare dell’anno) nel 2010 e poi nel 2011: nel 2010 questo distacco medio era 1.725 secondi, nel 2011 questo distacco medio era di 1.706 secondi, quindi sostanzialmente inalterato.
Per verificare eventuali progressi  rispetto alle squadre di vertice  calcoliamo il distacco medio del suo pilota
meglio piazzato in q3 rispetto alla pole sempre negli stessi 4 gp prima nel 2010 e poi nel 2011: nel 2010 questo distacco medio era di 3.962 secondi, mentre nel 2011 è stato di 4.596 secondi: oltre sei decimi in più.
Se l’obiettivo del 2011 era fare un salto di qualità in modo da poter battagliare nel gruppone delle squadre di seconda fascia, beh è stato fallito.

Trulli si piazza meglio in classifica in virtù di migliori piazzamenti, ma perde nettamente il confronto in qualifica 16 a 2 (lo scorso anno il confronto era stato molto più equilibrato terminando 10 a 9 per Jarno).
Impresentabile Chandock che nell’unica gara effettuata si è preso due giri di distacco da Kovalainen e uno dalle Virgin.

Altro tassello della F1 2012 che si sistema. Nico Hulkenberg si accasa alla Force India e scalza Sutil che ora dovrà cercarsi un posto in Williams Barrichello permettendo. La cosa che però più mi da fastidio, e molte volte noi di Motorsportrants lo diciamo qui, è che non si parla mai di piloti italiani, non abbiamo nessuno in prospettiva futura. Non perchè manchino, ma perchè sembra che al solito l’attenzione sia tutta per la Ferrari e l’ Aci Csai fa veramente poco. Il prossimo anno ci sarà (forse) il solo Trulli in quanto secondo me Algesuari andrà all’Hrt al posto di Liuzzi, ma lo stesso Trulli vede il posto in dubbio di fronte ai milioni di Petrov e dello stesso Sutil. Per fortuna Ceccon sembra essere entrato nelle grazie della Toro Rosso

La Francia, che manco ha più una gara nel mondiale il prossimo anno avrà 3 piloti, gli australiani 2, dei tedeschi non parliamo…e noi? Ah si c’è la Ferrari con Alonso e Massa, ed i giovani Jules Bianchi e Perez pronti per il 2013…vi lascio con le parole via twitter che mi ha scritto Glenn Freeman,news editor di Autosport alla mia domanda su perchè non si parli mai di piloti italiani in chiave futura:

“Maybe that’s because most people care more about Ferrari than individual drivers. It’s a unique situation”

(altro…)