Posts contrassegnato dai tag ‘Roush Fenway racing’

credits: Getty Images For NASCAR

Il leader della classifica generale Greg Biffle ha stabilito il miglior tempo nelle prove di qualificazione della Southern 500, grazie ad un giro da 28.281 secondi, pari a 180.257 miglia orarie di media, che gli ha consentito di rifilare 105 millesimi di secondo alla coppia formata da Jimmie Johnson e Kasey Kahne.

Per Biffle, quella di Darlington è la seconda pole stagionale, dopo quella ottenuta a Bristol, l’11esima in carriera in 341 presenze nella Sprint Cup. (altro…)

Annunci

credits: Getty Images For NASCAR

Dopo il primo successo del suo team nella Nationwide Series, ad opera del fratello Kurt, Kyle Busch si è imposto nella nona prova della Sprint Cup Series, rilanciando la propria stagione.

Per Busch si tratta della prima vittoria stagionale, la 24esima in carriera su 266 partenze nella Sprint Cup, la quarta consecutiva nell’appuntamento primaverile sull’ovale  da tre quarti di miglio della Virginia. (altro…)

credits: Getty Images For NASCAR

La stagione 2012 di Greg Biffle è indubbiamente cominciata nel migliore dei modi e il 42enne di Vancouver, nello stato di Washington, si trova, forse per la prima volta dal 2005, anno in cui chiuse il campionato al secondo posto, 35 punti dietro Tony Stewart, nello stato di forma ideale per centrare un titolo che metterebbe il suo nome nel libro dei record.

Nessun pilota ha mai vinto i campionati di Truck Series, Nationwide Series e Sprint Cup e Biffle, che nei trucks ha vinto nel 2000 e in Nationwide si è imposto nel 2001, è l’unico, almeno fino a quando Austin Dillon non dovesse aggiudicarsi la serie cadetta, a poter puntare a questo storico record. (altro…)

Credit: Chris Graythen/Getty Images for NASCAR

Greg Biffle, al volante della Ford Fusion #16 del Roush Fenway Racing, ha conquistato la pole position per la Food City 500, quarta prova della Sprint Cup, che si disputerà domenica 18 marzo a partire dalle 18 italiane. (altro…)

Credit: Tom Pennington/Getty Images for NASCAR

Il campione in carica della Nationwide Series è andato a prendersi il primo successo stagionale con un ultimo run decisamente dominante che gli ha consentito di battere Mark Martin.

Per il 24enne pilota del Roush Fenway Racing, quella ottenuta al Las Vegas Motors Speedway è la terza vittoria in carriera, la prima su uno speedway da 1.5 miglia, una tipologia di circuito fondamentale nella NASCAR moderna. (altro…)

Credit: Chris Graythen/Getty Images for NASCAR

E’ arrivata la prima vittoria in un Gatorade Duel per Matt Kenseth dopo 13 teantivi. Il pilota della Ford #17 del Roush Fenway Racing si è imposto davanti Regan Smith e Jimmie Johnson.

La gara si è svolta interamente in regime di bandiera verde e il gruppo è andato sgranandosi, mentre si delinevano possibili alleanze in vista degli ultimissimi giri. Kenseth e Johnson, che hanno trascorso gran parte del Duel occupando le primissime posizioni, hanno anche effettuato il pit stop in contemporanea e hanno dato vita ad una bella lotta nel finale con Regan Smith, Greg Biffle ed Elliott Sadler (altro…)

fonte immagine: profilo Facebook del Roush Fenway racing

Prima fila tutta Ford in vista della Daytona 500 di domenica prossima. Carl Edwards e Greg Biffle, entrambi al volante delle Fusion del Roush Fenway Racing, si sono aggiudicati le prime due posizioni sulla griglia di partenza della Great American Race, mentre il resto dello schieramento sarà determinato dall’esito dei Gatorade Duels di giovedì.

Edwards si é aggiudicato la sua undicesima pole position in carriera su 266 presenze, stabilendo un tempo di 46.216 secondi, pari a 194.738 miglia orarie. La media sul giro ottenuta dal pilota del Missouri è la piú alta dal 1999 a questa parte. (altro…)

John Harrelson, Getty Images for NASCAR

La stagione che inizierà il prossimo fine settimana con il Budweiser Shootout si preannuncia molto combattuta e foriera di sorprese. Alcuni grandi team come il Roush Fenway Racing e il Richard Childress Racing hanno dovuto ridurre il proprio impegno, passando da quattro vetture a tre, a causa dell’abbandono di diversi sponsor, come UPS, che hanno preferito puntare su un impegno ridotto su una vettura vincente, piuttosto che sponsorizzare per un’intera stagione un team da metà schieramento. (altro…)

Dopo la chiusura del Kevin Harvick Inc, la Chevrolet Impala #2 è passata al Richard Childress Racing, che ha confermato Elliott Sadler per puntare al titolo della Nationwide Series nel 2012.

Per Sadler si prospetta un’occasione d’oro, dopo il secondo posto nella generale conquistato lo scorso anno. Il 36enne di Emporia, Virginia, è stato sconfitto da Ricky Stenhouse Jr. per 45 punti, dopo aver accumulato 12 top-5, 24 top-10 ed un driver rating di 100,3, e verosimilmente dovrà vedersela nuovamente con l’alfiere di casa Roush Fenway Racing, sebbene ancora non ci sia stato un annuncio ufficiale da parte di Jack Roush in merito ai programmi del campione in carica.  (altro…)

Jared C. Tilton/Getty Images for NASCAR

Dopo essere stato tra i pretendenti per il volante della Dodge Charger #22 del Penske Racing e della Ford Fusion #43 del Richard Petty Motorsports, David Ragan ha raggiunto un accordo con il Front Row Motorsports di Bob Jenkins per guidare la Ford Fusion #34 in tutte le gare della Sprint Cup 2012.

A fare le spese dell’ingaggio di Ragan è Travis Kvapil, rimasto senza un sedile, mentre David Gilliland, che ha portato la #34 nei top-35 della classifica owners, è stato riconfermato, ma piloterà la vettura #38 ex-Kvapil. (altro…)

John Harrelson/Getty Images for NASCAR

Arriva una buona notizia anche per Ricky Stenhouse Jr.. Il campione 2011 della Nationwide Series, che ancora non ha un programma definito per la difesa del titolo, sarà però al via della 500 miglia di Daytona al volante della Ford Fusion #6 del Roush Fenway Racing.

Secondo quanto riportato da Speedtv.com, il 24enne talento di Olive Branch, Mississippi, porterà in pista la vettura lasciata da David Ragan dopo l’abbandono dello sponsor UPS. La Ford #6 dovrebbe correre senza uno sponsor, quindi a carico del Roush Fenway Racing, che però ha già fatto sapere di non essere intenzionato a schierarla per tutta la stagione senza che vengano reperiti fondi adeguati. E’ possibile invece che Roush decida di affrontare almeno le prime 5 gare, visto che la posizione in classifica Owners ottenuta lo scorso anno garantirebbe la presenza sullo schieramento di partenza fino all’appuntamento di Fontana. (altro…)

Chris Graythen/Getty Images for NASCAR

Trevor Bayne, vincitore a sorpresa della Daytona 500 2011, sarà nuovamente impegnato in Sprint Cup con il Wood Brothers Racing, anche se non è ancora chiaro quante gare affronterà ed è probabile che si tratti di un programma parziale.

L’annuncio del team WBR si inserisce in un quadro, quello dei piloti in orbita Roush Fenway Racing, che dovrà necessariamente andare incontro ad altri chiarimenti, soprattuto per quanto riguarda la posizione di Ricky Stenhouse Jr, che vede a questo punto chiudersi la porta della Sprint Cup e rischia di non essere impiegato a tempo pieno nemmeno in Nationwide Series, nonostante il titolo conquistato nella scorsa stagione. (altro…)

Getty Images for NASCAR

La catena di negozi di elettronica di consumo Best Buy, fino al 2011 principale sponsor della Ford Fusion #43 di AJ Allmendinger, si è accordata con il Roush Fenway Racing per sponsorizzare nel 2012 Carl Edwards, per due gare, e Matt Kenseth, per nove gare, complicando decisamente la situazione di Allmendinger in seno al Richard Petty Motorsports, che ora potrebbe puntare decisamente sull’ingaggio di Kurt Busch per attrarre sponsor di peso verso il team.

“Best Buy è orgogliosa di annunciare questo nuovo accordo di sponsorizzazione nella NASCAR con il Roush Fenway Racing” ha dichiarato il senior vice president del marketing dell’azienda. “Il Roush Fenway Racing è un’ottimo partner per Best Buy Racing. La NASCAR continua a rappresentare un modo importante di rapportarci con i nostri clienti. Il nostro obiettivo è raggiungere il nostro target in modo efficace, massimizzando il valore dei nostri investimenti in marketing e sponsorizzazioni”. (altro…)

fonte: account twitter Daytona International Speedway

Il Daytona International Speedway è stato teatro martedì di una sessione di test, volta a definire il pacchetto aerodinamico per le vetture che scenderanno in pista in Florida dal 12 al 14 gennaio 2012, in occasione delle tradizionali prove denominate “Preseason Thunder”.

Hanno preso parte al test: Dale Earnhardt Jr. ed Aric Almirola per l’HEndrick Motorsports, David Ragan e Marcos Ambrose per il Roush Fenway Racing, Joey Logano per il Joe Gibbs Racing, Martin Truex Jr. per il Michael Waltrip Racing e Joe Nemecheck per NEMCO Motporsports.

Il tempo è stato inclemente nella mattinata, ed ha obbligato gli organizzatori ad asciugare la pista, per permettere ai 7 piloti presenti di scendere in pista a partire dalle 11:45 e provare diverse soluzioni, principalmente aerodinamiche, per ridurre la resistenza all’avanzamento delle vetture, pur mantenendo un buon livello di stabilità, rendendo quindi meno vantaggioso viaggiare in tandem. Le vetture hanno girato inizialmente con la configurazione adottata per la gara di luglio a Daytona (restrictor plate da 29/32esimi di pollice, spoiler alto 4 pollici e ½, largo 63 pollici), per arrivare a fine giornata a montare uno spoiler alto 3 pollici e largo 62. (altro…)

Todd Warshaw/Getty Images

Cosa non abbiamo visto al Michigan International Speedway

Kyle Busch – Certo che Rowdy è un tipo che si fa notare! O lo si ama o lo si odia, ma rimanere indifferenti è molto difficile. Reduce da un 2010 così così, Busch quest’anno ha ritrovato il passo e ha cavato dalla sua Toyota prestazioni eccellenti anche quando le cose sembravano mettersi molto male. Con la vittoria nella Pure Michigan 400, il 26enne di Las Vegas è rimasto solo in vetta alla classifica e sarà molto difficile levarlo da lì, specie se si considera che è l’unico pilota ad aver vinto 4 gare in una stagione dove l’equilibrio regna sovrano. La prova del nove potrebbe essere proprio l’appuntamento di Bristo, dove Busch parte favoritissimo, ma deve evitare di portarsi in Cup le conseguenze degli alterchi avuti in Truck Series. Buttare via un’occasione d’oro come questa, magari per una sportellata di troppo con Kevin Harvick, sarebbe un peccato colossale anche per un ragazzo che ha davanti molti anni ai vertici di questo sport. (altro…)